Chievo Verona: allenamento in vista della Fiorentina, Radovanovic carica i suoi

D'Anna prepara i suoi in vista del match contro al Fiorentina, cercando di ripartire da quanto di buono visto contro la Juventus. Radovanovic, intanto lancia un segnale di scossa alla squadra.

Chievo Verona: allenamento in vista della Fiorentina, Radovanovic carica i suoi
source photo: twitter Chievo Verona

Ripetere quanto di buono visto contro la Juventus. E' questo l'obiettivo di Lorenzo D'Anna, tecnico del Chievo Verona già conscio di dover affrontare una sfida decisiva in Serie A. Contro la Fiorentina, all'esordio stagionale vista la tragedia del ponte Morandi di Genova, i gialloblu non dovranno infatti fallire l'importante appuntamento, andando a fare punti per scuotersi dopo la sconfitta all'esordio. D'Anna cercherà sicuramente di impostare la gara così come fatto contro la Juventus, andando a far leva su un collettivo forte e coeso, capace di mettere in difficoltà la rosa campione d'Italia e di sfiorare la clamorosa vittoria.

Secondo le prime informazioni provenienti dal centro di allenamento gialloblu, D'Anna dovrebbe confermare il 4-3-3, modulo che potrebbe variare la propria pericolosità offensiva a seconda dell'impiego di Birsa o Depaoli, in ballottaggio per la posizione di attaccante destro. Poche sorprese negli altri ruoli: davanti a Seculin, chiamato a sostituire l'acciaccato Sorrentino, la difesa a quattro sarà formata da Cacciatore, Bani, Rossettini ed uno tra Tomovic e Jaroszynski. Nella zona mediana del campo, confermato Radovanovic, che verrà affiancato da Hetemaj ed Obi, incalzato però da Rigoni. In attacco, infine, Stepinski e Giaccherini saranno certi del posto.

Intervistato in esclusiva a Radio Sportiva, Ivan Radovanovic ha detto la sua sul prossimo match di campionato contro la Fiorentina, caricando la rosa: "Il fatto che loro inizino ora può essere sia un vantaggio che uno svantaggio, anche se loro giocheranno di fronte ai tifosi. Andremo comunque per fare la nostra partita, lotteremo con il nostro spirito per uscire a testa alta dal campo comunque vada a finire, proprio come successo con la Juventus" conclude il mediano del Chievo Verona.