Juve, la Lazio battezza lo Stadium: attenzione agli sgambetti

Juve, la Lazio battezza lo Stadium: attenzione agli sgambetti

La prima partita in casa della stagione 2018/19 mette i bianconeri di fronte alla squadra di Inzaghi, una delle poche a vincere a Torino negli ultimi anni. Attenzione quindi a non prendere sotto gamba l'impegno.

Zagor92
Andrea Mauri

L'ultimo incontro tra le due squadre lo ha risolto l'uomo in foto con una magia al novantatreesimo che è valsa un bel pezzo del settimo scudetto consecutivo della Juventus. La Lazio è la squadra che ha messo più in difficoltà la squadra bianconera nella scorsa stagione, sin dai suoi albori e da quella partita di Supercoppa che ci aveva fatto intravedere il funesto inizio di campionato della squadra di Allegri.

Oggi non dovrà essere così. Il tecnico livornese ha reso ben chiaro che una prestazione come quella vista contro il Chievo Verona - soprattutto dopo il vantaggio siglato da Khedira - non è ammissibile, soprattutto per la mancanza di concentrazione e un pelo di supponenza di troppo davanti alla porta. La squadra deve guadagnare in freddezza e lo deve fare in fretta, ma soprattutto non deve sottovalutare gli impegni perché anche quelli che appaiono meno gravosi nascondono mille insidie. Contro la Lazio di Simone Inzaghi e dell'ambito Milinkovic-Savic non dovrebbe esserci questo pericolo e, anzi, sarà anche il primo vero crash test per la nuova difesa bianconera. Cancelo ed Alex Sandro garantiscono tanta spinta ma peccano in copertura, soprattutto il portoghese. In più, con il ritorno di Bonucci sono tornate anche alcune amnesie difensive. La Juventus deve affinare i meccanismi e lo deve fare al più presto, intanto l'attacco laziale lo metterà alla prova. 

Per affrontare la seconda giornata di campionato, Allegri dovrebbe cambiare qualcosa in attacco. Sicuri del posto sono Ronaldo e Douglas Costa poi attenzione al possibile avvicendamento tra Dybala e Mandzukic. Il croato si capisce alla perfezione con il nuovo numero sette permettendogli di partire largo per accentrarsi, mentre l'argentino ha evidenziato qualche sofferenza in più e per questo motivo potrebbe accomodarsi in panchina favorendo il ritorno del 4-3-3. Per quanto riguarda, invece, la Lazio, Inzaghi schiererà il suo undici tipo con Luis Alberto a sostegno di Immobile e Lucas Leiva a tenere unito il centrocampo. 

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Mandzukic, Ronaldo. 

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. 

VAVEL Logo