Serie A - La Juventus convince ed incanta. 2-0 alla Lazio

Reti di Pjanic nel primo tempo e di Mandzukic nel secondo. Ottimo Cancelo e straordinaria prova di Matuidi. Sfortunato CR7 nel debutto in casa sua, i biancocelesti non riescono a ribaltare il risultato

Serie A - La Juventus convince ed incanta. 2-0 alla Lazio
JUVENTUS
2 0
LAZIO
JUVENTUS: JUVENTUS (4-3-3): Sczesny; Joao Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (40' st Bentancur), Pjanic (24' st Can), Matuidi; Bernardeschi (15' st Douglas Costa), Mandzukic, Ronaldo. A disposizione: Cuadrado, Barzagli, Benatia, Perin, Rugani, Pinsoglio, Dybala. Allenatore: Allegri
LAZIO: LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo (19' st Badelj), Lucas Leiva, Milinkovic-Savic (34' st Durmisi), Lulic; Luis Alberto (19' st Correa); Immobile. A disposizione: Bastos, Caicedo, Murgia, Basta, Cataldi, Guerrieri, Caceres, Proto, Rossi. Allenatore: Simone Inzaghi
SCORE: MARCATORI: Pjanic 30' pt, Mandzukic 30' st
ARBITRO: ARBITRO: Irrati di Pistoia
NOTE: NOTE: Ammoniti: Alex Sandro (J), Parolo (L), Milinkovic-Savic (L), Douglas Costa (J), Can (J). Recupero: 2' e 3'. Calci d'angolo: 6-2

Una Juve che vince, per la seconda consecutiva, all'Allianz Stadium contro un'avversaria importante come la Lazio. Incontro risolto da Pjanic nel primo tempo con una sassata e da Mandzukic nel secondo da vero rapace d'area. Di seguito il racconto del match. Partiamo dalle formazioni iniziali: i padroni di casa schierano la formazione migliore con Matuidi e Bernardeschi titolari e panchina per Dybala, che non entrerà nemmeno in campo. La Lazio si affida a Immobile per cercare gol e ritrova Lulic come capitano, nel ruolo di esterno sinistro.

CRONACA DELLA PARTITA

La Juve sembra partire un po' tirata all'inizio, con una specie di timore reverenziale. Al 7' Bernardeschi prova il tiro, Ronaldo di testa cerca la deviazione decisiva ma non insacca. Passano due minuti, si invola sulla fascia il 33 bianconero, ma il suo cross termina alto sulla traversa. Al minuto 11 Lulic impensierisce Madama con un tiro da fuori, le mani di Szczesny salvano tutto. Successivamente, su corner Luis Alberto impegna il portiere polacco juventino. Minuto 15': ci prova Marusic, ma il suo tiro viene parato. Un minuto e Bonucci lancio lungo, tocca Cristiano, riceve Khedira che sbatte la palla sul palo. Al minuto 29 arriva il gol della Juve: Ronaldo riceve pallone, passaggio a Bernardeschi, cross che arriva a Mandzukic che trova il rimorchio di Pjanic dopo una deviazione di Wallace, sassata del bosniaco da fuori e palla in rete.

Prova a scuotersi la Lazio con Immobile e Milinkovic, ma senza effetto. Nella ripresa partono bene i capitolini provando a impensierire la Juve. Al minuto 59 Luis Alberto conclude un bel pallone verso la porta e tiro a lato di poco. Poco dopo Ronaldo fa spiovere un pallone in area, ci prova la testa di Chiellini, ma Strakosha para bene. Cancelo fa dannare letteralmente la difesa biancoceleste con sgroppate e cross davvero magistrali nella ripresa. Al 70' CR7 ci prova da fuori, tiro parato. Al 74' Il raddoppio Juve: ennesima discesa di Cancelo, Ronaldo da solo non trova il tap-in per insaccare, ma di fatto serve un assist involontario per Mandzukic che alle sue spalle si cordina e segna il gol. La partita scorre verso la fine, con una Signora che continua a mettere pressione. I bianconeri trovano la seconda vittoria consecutiva in campionato, CR7 è ancora a secco e non riesce a sbloccarsi anche per parecchia sfortuna. La Lazio mostra i limiti già visti con il Napoli, su cui Inzaghi deve insistere nel lavoro in vista Frosinone. Da rivedere Milinkovic per le Aquile.