Juventus, l'urna di Nyon sorride a metà
www.twitter.com (@juventusfc)

Juventus, l'urna di Nyon sorride a metà

Le avversarie sono abbordabili e la vittoria del girone è alla portata, ma da testa di serie alla squadra di Allegri poteva andare meglio.

AlbertoZamboni
Alberto Zamboni

 3 avversarie alla portata ed un girone sulla carta positivo, ma da testa di serie era lecito attendersi anche qualcosa di meglio. La Juventus ha conosciuto le sue prime avversarie nella prossima Champions League: saranno Manchester United, Valencia e Young Boys. I bianconeri si trovavano nella prima urna, quella dei campioni nazionali ed internazionali, e perciò si prospettava un sorteggio tutto sommato tranquillo, con qualche spauracchio da evitare assolutamente.

Uno di questi era sicuramente il Liverpool, finalista dello scorso anno e rinforzato moltissimo dal mercato estivo, compreso nella terza fascia; la seconda estrazione però ha escluso la possibilità di incontrare i Reds, perché la Juve ha trovato un’altra inglese, lo United. I Red Devils si trovano ora in una crisi profondissima, con il tecnico Josè Mourinho molto nervoso ed alcuni giocatori non pienamente concentrati sulla squadra. Questa sfida permetterà di vedere la sfida incrociata fra due ex molto amati dalle rispettive tifoserie, ossia Paul Pogba da una parte e Cristiano Ronaldo dall’altra: il centrocampista francese è esploso definitivamente a Torino con la maglia bianconera, prima di fare ritorno a Old Trafford dopo averlo lasciato 4 anni prima per trasferirsi in Italia, mentre CR7 è diventato l’assoluto protagonista del panorama calcistico internazionale sotto la guida di Sir Alex Ferguson. Per vedere questi match si dovrà attendere il 23 ottobre – in Inghilterra – ed il 7 novembre – all’Allianz Stadium: la squadra di Massimiliano Allegri in campionato troverà Genoa ed Empoli nella settimana dell’andata e Cagliari e Milan in quella di ritorno.

Nella terza fascia, detto del Liverpool, l’altro avversario sulla carta più ostico era proprio il Valencia: la squadra di Marcelino non ha cominciato bene la Liga – 1 punto in due gare – ma il mercato ha portato due buoni rinforzi come Batshuayi e Gameiro. Anche questa partita propone di un incrocio di ex, come Joao Cancelo da una parte e Neto dall’altra, con Simone Zaza che ha lasciato la Spagna proprio l’ultimo giorno di mercato per accasarsi ai cugini del Torino. La gara del Mestalla rappresenta l’esordio il 19 settembre, a cavallo fra Sassuolo e Frosinone, mentre il ritorno in casa si giocherà il 27 novembre, in mezzo a Spal e Fiorentina. Per ultimo, la cenerentola del gruppo sono gli svizzeri dello Young Boys, in una fascia che non presentava grossi pericoli – forse solo il Galatasaray, più per ricordi spiacevoli di qualche anno fa che per altro. Il 2 ottobre ci sarà il match d’andata a Torino, qualche giorno dopo Juventus-Napoli e prima della trasferta a Udine, mentre il ritorno andrà in scena il 12 dicembre come conclusione del girone, in mezzo a due partite molto sentite dagli juventini come quelle con Inter e Torino.

VAVEL Logo

    Juventus Football Club Notizie

    2 giorni fa
    4 giorni fa
    7 giorni fa
    6 giorni fa
    7 giorni fa
    7 giorni fa
    7 giorni fa
    9 giorni fa
    11 giorni fa
    11 giorni fa
    11 giorni fa