Inter - Niente passi falsi: a Bologna Spalletti vuole la vittoria
Inter - Niente passi falsi: a Bologna Spalletti vuole la vittoria - Twitter

Inter - Niente passi falsi: a Bologna Spalletti vuole la vittoria

I nerazzurri sono ancora a secco di vittorie in campionato e contro il Bologna Spalletti cerca la prima gioia prima della sosta.

GiorgioFreschi
Giorgio Freschi

Dopo due giornate di campionato la casella dei punti dell'Inter recita 1, così come quella delle sconfitte e quella dei pareggi, e per questo motivo i nerazzurri vanno a caccia della prima vittoria stagionale che non è ancora arrivata e che aiuterebbe la squadra di Spalletti a vivere in maniera "più leggera" la sosta per le nazionali. Contro però c'è un avversario difficile come il Bologna di Pippo Inzaghi che sì contro l'Inter non vince da 16 anni, ma già l'anno scorso mise in grande difficoltà i ragazzi di Spalletti che frenarono per la prima volta in stagione pareggiando 1-1 con gol su rigore di Icardi. Lo stesso Icardi che è anche lui a secco di gol dopo due giornate (l'anno scorso era già a 4 gol in 180') ma al Dall'Ara è pronto per la prima volta a duettare, oltre che con Perisic, anche con Nainggolan: Spalletti ha capito che è fondamentale la sua presenza ed è pronto a farlo debuttare dopo l'infortunio.

Il tecnico nerazzurro ha proprio parlato del suo pupillo belga nel corso della conferenza stampa e ha detto: "Lui ha alcune caratteristiche che non avevamo nella scorsa stagione e può certamente darci qualcosa in più ma la nostra squadra è forte in ogni caso e dobbiamo riuscire a sfruttarne le qualità". Spalletti ha passato sotto la lente di ingrandimento anche le difficoltà della squadra nelle prime giornate: "Bisogna essere bravi a gestire i momenti e a mantenere l'equilibrio, nei momenti che davvero contavano lo abbiamo sempre fatto. Sono convinto che la squadra sia cresciuta nel corso dello scorso campionato e che con la qualificazione in Champions abbia messo a posto tante cose, ma chiaramente i primi risultati di questa stagione vanno migliorati".

Per quanto riguarda il discorso formazione, Spalletti riparte dalle buone cose fatte nel primo tempo contro il Torino e, quindi, anche dalla difesa a 3: gli interpreti saranno gli stessi, con D'Ambrosio, De Vrij e Skriniar, con Miranda ancora una volta in panchina. Nella linea dei 4 centrocampisti l'unico ballottaggio riguarda la fascia sinistra, con Asamoah che nelle ultime ore ha superato Dalbert: completano il centrocampo Vrsaljko, Brozovic e Vecino. Le principali novità, come detto, arrivano davanti: a supporto di Icardi ci saranno Perisic e Nainggolan, con il belga che torna titolare dopo l'infortunio di Luglio contro il Sion che lo ha costretto a saltare l'inizio del campionato.

VAVEL Logo