Napoli - Ancelotti: "La Samp ha un'ottima organizzazione, il traguardo finale è la vittoria"
source photo: twitter Napoli

Napoli - Ancelotti: "La Samp ha un'ottima organizzazione, il traguardo finale è la vittoria"

Carlo Ancelotti ha parlato in conferenza stampa, analizzando la prossima sfida contro la Sampdoria ed il tremendo girone di Champions League. Ecco le parole del tecnico azzurro.

antonio-abate
Antonio Abate

Dopo le convincenti vittorie contro Lazio e Milan, altro turno tutt'altro che agevole per il Napoli di Carlo Ancelotti. Il collettivo partenopeo si ritroverà ad affrontare la Sampdoria, collettivo notoriamente arcigno ed arduo da battere in casa. Intervenuto in conferenza stampa, Ancelotti ha detto la sua proprio sulla sfida di domani: "Siamo concentrati su quello che vogliamo fare domani. E' importante mantenere questa linea, vincendo la partita, la Samp ha un'ottima organizzazione con un tecnico capace. Sappiamo le difficoltà che incontreremo, ma siamo convinti di poter fare un'ottima partita".

Il tecnico del Napoli ha poi parlato del girone di Champions League, mietendo comunque entusiasmo: "Di insuperabile non c'è niente, ma è difficile perché ci sono tre squadre d'alto livello come Psg, Napoli e Liverpool e la Stella Rossa che è la sorpresa del preliminare. Sappiamo che ambiente troveremo, io ci sono stato, so cosa significa giocare lì. Tornano poi dopo tanto in Champions. A Parigi ci sono tanti italiani, da Verratti a Buffon, non credo abbiano stappato champagne. Forse il Liverpool sì dopo l'amichevole, ma conosco Klopp e so quanto apprezza il Napoli. Saranno belle sfide, stimolanti, abbiamo carte da giocarci".

In seguito, Ancelotti ha parlato del possibile undici anti-Sampdoria: "Se cambio qualcosa è per tenere il gruppo motivato, non per demerito di qualcuno o le difficoltà. Per fortuna meritano di giocare più di 11 e c'è possibilità di qualche cambiamento. "Quando hai una rosa di livello, senza grosse differenze, devi sfruttare questa risorsa. Mertens è stato determinante giocando 30'. Sono stato contento di Marek dal primo giorno in quella posizione e lo sono adesso. E' la sua posizione naturale, ha qualità diverse da Diawara ed esperienza diversa. Diawara ha invece entusiasmo e freschezza, sono due giocatori importanti per noi e da sfruttare nella stessa partita".

In ultimo, il tecnico ha parlato dell'importanza della vittoria: "Se giochi bene hai più possibilità, ma il calcio è strano e non sempre giocando bene ti porta alla vittoria. Il traguardo finale è la vittoria, ma bisogna capire come arrivarci, ovvero sfruttare al massimo le capacità dei giocatori. Si può vincere in tanti modi, non c'è un sistema o una filosofia vincente. Per me la filosofia è collettiva, creare un'atmosfera positiva ed un gruppo positivo e coinvolto. Qui non è difficile, sono tutti poco individualisti, non vedo egoismi ma altruismo". 

VAVEL Logo

    SSC Napoli Notizie

    8 giorni fa
    8 giorni fa
    9 giorni fa
    9 giorni fa
    12 giorni fa
    12 giorni fa
    13 giorni fa
    16 giorni fa
    17 giorni fa
    17 giorni fa
    18 giorni fa