Fiorentina - Pioli e Chiesa: "Udinese battagliera, ma non abbiamo mai mollato"
Stefano Pioli. Fonte: https://twitter.com/acffiorentina

Fiorentina - Pioli e Chiesa: "Udinese battagliera, ma non abbiamo mai mollato"

Queste le dichiarazioni post partita di Stefano Pioli e Federico Chiesa.

Mech867
Davide Marchiol

La Fiorentina ha una partita in meno, ma i due successi contro Chievo e Udinese fanno sì che possa essere annoverata tra le squadre a punteggio pieno. In attesa di vedere cosa succederà a Marassi nel recupero della sfida con la Sampdoria, per Pioli e i suoi sono sei su sei. Un successo decisamente più faticoso rispetto alla sestina con cui è stato battuto il Chievo, ma alla fine anche l'Udinese ha dovuto capitolare dopo il gol di Benassi.

Stefano Pioli ha commentato così la sfida ai microfoni di Sky Sport: “È stata una gara sofferta, ma siamo stati lucidi e intelligenti. Dopo aver vinto una partita 6-1 potevamo essere più leggeri, invece siamo sempre stati sul pezzo e abbiamo dimostrato le nostre qualità”

Chiesa ha messo a referto solo un assist, ma è stato tra i più attivi dell'attacco viola: “Siamo fortunati ad avere tanti giocatori di qualità, dobbiamo essere sempre molto pericolosi. Chiesa è in crescita, ma non deve pensare ora al suo futuro. Sta lavorando bene, il resto non deve interessarci”.

La Fiorentina ha l'età media più bassa della A, i margini di crescita sono tantissimi: “Siamo molto giovani e spesso ci capiamo quanto basta. La nostra crescita sta tutto nel lavoro, nel divertimento e nella voglia di stare insieme. Ora dobbiamo sfruttare bene questa sosta, al rientro ci sarà il Napoli che è un avversario molto difficile. Spero che i convocati in Nazionale giochino, altrimenti hanno perso solo tempo”.

Ai microfoni invece di DAZN Federico Chiesa ha analizzato la sfida subito dopo il fischio finale:  “Vogliamo arrivare sempre pronti ad ogni sfida e l’abbiamo dimostrato: l’Udinese ha dato battaglia ma noi abbiamo tenuto bene e alla fine abbiamo vinto. C’è continuità nel lavoro, quando scendiamo in campo siamo sempre convinti di fare tre punti. Benassi e Biraghi hanno meritato la convocazione, sono felice per loro e per me: siamo pronti ad affrontare queste due settimane di lavoro tutti insieme”.

VAVEL Logo