Inter, chi dentro, chi fuori e chi è in dubbio in vista del Parma
Twitter.com (@Inter)

Inter, chi dentro, chi fuori e chi è in dubbio in vista del Parma

Le scelte che dovrà attuare Spalletti in prossimità della quarta giornata di campionato.

LoreSchirru
Lorenzo Schirru

La pausa Nazionali è terminata e quindi spazio ai club, spazio alle sfide decisive. L'Inter di Luciano Spalletti, in questo momento, si sta preparando per la partita che vedrà il Parma come ospite nel Gran Galà di San Siro ma le scelte che l'allenatore di Certaldo attuerà e metterà in campo contro i Ducali, sicuramente, influenzeranno quella che sarà la prima partita in Champions League dell'Inter, contro il Tottenham. 

La difesa resta una delle certezze delle prime giornate di campionato: Samir Handanovic giocherà da titolare contro gli uomini di D'Aversa e Milan Skriniar sarà uno dei suoi protettori più fidati e affidabili. L'incertezza di Spalletti, probabilmente, sarà chi schierare accanto all'ex Sampdoria. Resta ancora in piedi il ballottaggio fra Stefan de Vrij e Joao Miranda. Infatti, con tutta probabilità, la scelta dell'uno esclude la scelta dell'altro sia in Serie A che in Champions League. Se Miranda affiancherà Skriniar in campionato allora de Vrij giocherà contro il Tottenham. Se, invece, il difensore ex Lazio giocherà contro il Parma allora l'Inter si affiderà all'esperienza internazionale del brasiliano per respingere gli attacchi di Harry Kane e compagine. Un'altra certezza sono i terzini: in vista dell'esordio nella massima competizione europea e visto l'infortunio che lo ha costretto a uscire dopo 20' contro la Spagna, Sime Vrsaljko non sarà titolare nella quarta giornata di Serie A. Ma viste le rassicurazioni del C.T. della Croazia Zlatko Dalic riguardo al problema fisico dell'ex Atletico Madrid, il terzino ha grandi possibilità di partire dal primo minuto contro i londinesi. In campionato, dunque, spazio a Danilo D'ambrosio. A sinistra, invece, Kwadwo Asamoah ha sofferto un problema al piede che lo terrà fuori contro il Parma per dare spazio a un giocatore che di spazio ne ha avuto poco, pochissimo, ovvero Dalbert. Più probabile un impegno del ghanese contro gli Spurs.

A centrocampo restano le solite certezze ed incertezze. Radja Nainggolan dovrebbe partire da titolare per la seconda partita consecutiva, così come lo sarà in Champions affermando come il belga sia un giocatore importantissimo per Luciano Spalletti. Marcelo Brozovic resta la seconda certezza: il croato, fresco di un ritorno alla capigliatura bionda, giocherà contro il Parma e contro il Tottenham dal primo minuto. Il numero 77 nerazzurro sta dimostrando di essere un altro giocatore su cui Spalletti può contare in ogni momento: talento, forza fisica, forza di volontà e buonissima tecnica, infatti, permettono al centrocampista croato di essere la prima scelta per la mediana. Non è fra le incertezze chi schierare al fianco di Brozovic: già dettate, infatti, le gerarchie. Matias Vecino avrà spazio in Champions League mentre Roberto Gagliardini giocherà molti più minuti in campionato. Da accostare al discorso per Brozovic anche Ivan Perisic: l'ex Wolfsburg sarà importantissimo per l'Inter, su cui pendono tante responsabilità. Il numero 44 giocherà entrambi i match.

Per l'attacco, invece, resta improbabile la presenza di Icardi dal primo minuto contro i Ducali. Troppo poco il tempo per prepararlo alla sfida di San Siro, visto il suo rientro ad Appiano Gentile nella giornata di oggi. L'assenza di Icardi in campionato è forzata ma solo perché l'Inter preferisce vederlo al top della forma in Champions, competizione che l'argentino ha aspettato, bramato e alla fine ottenuto. Resta, di fatto, molto probabile, per la seconda partita consecutiva, la presenza di Keita Balde come prima punta. Se invece giocherà il capitano e bomber dell'Inter, Spalletti dovrà decidere chi schierare a destra: Matteo Politano o Keita? Leggermente in vantaggio l'ex Sassuolo ma vista la difficile presenza da titolare di Icardi contro il Parma, giocheranno entrambi in campionato mentre uno dei due verrà escluso dai primi undici contro il Tottenham. 

VAVEL Logo