Real Madrid-Roma 3-0, Di Francesco: "Troppi errori tecnici, dobbiamo migliorare"
@OfficialASRoma

Real Madrid-Roma 3-0, Di Francesco: "Troppi errori tecnici, dobbiamo migliorare"

Il tecnico giallorosso ha commentato la deludente sconfitta contro i blancos che evidenzia il momento difficile della Roma dopo il mercato estivo

francesco-conturso
Francesco Conturso

Ci voleva un'impresa per questa Roma contro i campioni in carica del Real Madrid nella prima giornata della fase a gironi della Champions League. La partita invece è stata a senso unico con i galacticos che battono nettamente i giallorossi 3-0 con le reti di Isco, Bale e Mariano Diaz. Un match a senso unico dove emergono ancora una volta i limiti sopratutto mentali della squadra di Di Francesco

Proprio il tecnico abruzzese ha parlato ai microfoni di Rai Sport commentando la prestazione della sua squadra che vive un momento di grande difficoltà.

"Potevamo fare qualcosa in più. Nel primo tempo siamo stati poco qualitativi non sviluppando il nostro gioco, nel secondo tempo è andata un pò meglio ma con questo Real Madrid non puoi solo difenderti senza giocartela". 

Sorprendente la scelta di far esordire Zaniolo in questa partita: "E' un giocatore della Roma e io lo considero come tale. E' stato convocato anche in Nazionale non a caso e io l'ho messo per le sue qualità. Non abbiamo perso per colpa sua, anzi ha disputato una buona partita".

Grandi problemi per la Roma specie a centrocampo: "In alcuni momenti della gara siamo stati in difficoltà, in particolare nel finale del primo tempo dove siamo stati costretti a fare un fallo dal limite con la conseguente punizione che poi Isco ha sfruttato al meglio. Se magari venivamo da buoni risultati non si parlava in termini così negativi di questa partita. Certamente commettiamo ancora molti errori tecnici e il nostro obiettivo è migliorare nelle prossime partite".

Con la partenza di giocatori importanti come Strootman, la Roma sembra aver perso carattere e personalità ma Di Francesco non è molto d'accordo: "Parlare di chi non c'è più ora non ha senso. Strootman voleva cambiare squadra e fare altre esperienze. Quando giocava titolare mi dicevate di cambiarlo e non metterlo, e facile dopo esaltare un calciatore che non c'è. Io non penso che non abbiamo esperienza, anche perchè a parte Zaniolo e Pellegrini abbiamo molti giocatori che hanno disputato tante partite a livello internazionale".

VAVEL Logo