Dudelange-Milan, il diavolo vince di misura. Le parole dei protagonisti nel post gara
Ac Milan (Twitter)

Dudelange-Milan, il diavolo vince di misura. Le parole dei protagonisti nel post gara

I rossoneri portano a casa tre punti importanti grazie ad un gol di Higuain. Commentano la partita il tecnico rossonero Gennaro Gattuso e Samu Castillejo.

Patricksermon00
Patrick Sermon

Higuain si sblocca in europa e il Milan vince la prima gara del girone di EL, con molta più fatica di quanta prevista. Il diavolo vince di misura grazie al numero 9 rossonero che realizza una delle tre grandi occasioni capitategli sui piedi, regalando i tre punti alla sua squadra in una partita decisamente molto blanda e che poteva finire in pareggio. La squadra lussemburgese gioca un ottimo calcio, apparendo organizzati e bravi nel saper girar palla per poi verticalizzare verso le due punte che fanno una grande partita di sacrificio e di qualità. Qualità che è mancata al Milan di Gattuso che non esprime un bel calcio, a causa probabilmente di un eccessivo turnover optato dal tecnico calabrese. I rossoneri, nei primi 45', si sono resi pericolosi poche volte, risultando lenti e macchinosi nel velocizzare lì davanti. Nella seconda frazione di gara la squadra si è ripresa, creando qualocsa in più grazie anche alla qualità di Higuain e all'ingresso in campo di Calhanoglu e Kessié.

E' intervenuto ai microfoni di Sky Sport l'esterno rossonero Castillejo. Ecco le sue dichiarazioni.

Sulla gara: "In Europa nessuna partita è facile, loro avevano tanta voglia di giocare questo debutto, non è stato facile ma abbiamo conquistato tre punti importanti".

Sul Milan: "Mi trovo in una famiglia, mi sento in una famiglia in questo spogliatoio, è un grande gruppo, il mister e la famiglia Milan ci rendono tutto più facile".

Su Higuain: "Mi trovo molto bene con Higuain, fuori dal campo è molto divertente, mi trovo bene in campo".

Sull'obiettivo personale: "Il mio obiettivo è adattarmi, dare tutto per questo club che ha puntato tanto su di me e giocare bene al calcio".

Sempre il tecnico rossonero Gennaro Gattuso parla della partita e dei ragazzi. Ecco le dichiarazioni.

Sulla partita: "Mi aspettavo di portare i tre punti a casa, non è un caso che questa squadra stia facendo il girone di Europa League, non sono arrivati qua per fortuna. Sono contento per i tre punti, quando cambi tanto ci stanno gli errori. Mi è piaciuta la mentalità della squadra, ma va bene, sono contento di aver dato minuti ad alcuni giocatori. Andiamo avanti".

Su Castillejo: "Sono contento di tutti i giocatori, qualcuno sta facendo un po' meglio. Castillejo per caratteristiche ci mette poco per entrare in condizione, sono contento di tutti. Abbiamo bisogno di tutti, sono contento per come abbiamo tenuto il campo. Nessun rammarico, sono contento di averla portata a casa, nel calcio di oggi non ci sono partite facili".

Su Higuain: "Siamo tutti sereni quando si vince, non solo il Pipita, oggi ha avuto qualche occasione in più, poteva farne 2/3 ma l'importante è arrivarci. Siamo tutti contenti quando si vince".

Sui movimenti del Pipita: "Ad Higuain piace battezzare una zona, a lui piace il movimento sul dischetto del rigore, mi piacerebbe vederlo anche sul primo palo, mentre in questo momento sta andando a battezzare soprattutto l'area del dischetto e questo le altre squadre lo vedono".

Sui movimenti e le posture: "Quando si lavora per una settimane o due diamo per scontato che si memorizza tutto, invece non è così. A Cagliari non è un caso che è successo quello che è successo, abbiamo sbagliato i tempi di salita, facevamo i movimenti al contrario, è qualcosa che si deve fare 1/2 volte a settimana, non bisogna ascoltare quello che dicono i giocatori. Credo molto alla postura del corpo e bisogna lavorarci, quando si manca due settimane non è un caso che qualcosa si lascia per strada".

Sui tanti cambi: "Oggi ho cambiato tanti giocatori perché mi danno tranquillità per come lavorano, per le qualità tecnico/tattiche che hanno, non faccio scelte avventurose. Ho fatto questa scelta non perché credevo che il Dudelange debole, ma perché mi sentivo sicuro con questi giocatori e per come si allenano".

Sulla rovesciata in allenamento: "Ho preso due aulin e mi fa ancora male la schiena (scherza ndr)".

Sul calcio tennis e il tiro alla traversa: "Non vogliono più giocare perché alla fine perdono, ora va di modo il gioco della traversa ma perdono anche lì, pensano che abbia due ferri da stiro".

VAVEL Logo

    AC Milan Notizie

    19 ore fa
    20 ore fa
    4 giorni fa
    6 giorni fa
    7 giorni fa
    8 giorni fa
    8 giorni fa
    9 giorni fa
    10 giorni fa
    11 giorni fa
    13 giorni fa