Serie B - Arini risponde a Caracciolo: tra Verona e Cremonese finisce 1-1

Serie B - Arini risponde a Caracciolo: tra Verona e Cremonese finisce 1-1

Il Verona spreca l'occasione di volare in vetta per una notte: nell'anticipo dell'undicesima giornata di B finisce 1-1 contro la Cremonese.

giorgiofreschi
Giorgio Freschi

Finisce tra i fischi del Bentegodi l'anticipo del Venerdì in Serie B tra Verona e Cremonese: i gialloblu non rialzano la testa dopo la sconfitta contro l'Ascoli e pareggiano per 1-1 contro l'ex Mandorlini, sprecando l'opportunità del riscatto e del salto in vetta alla classifica almeno per una notte. Dopo soli 4' di gioco il Verona è già avanti con Caracciolo, ma la disattenzione poco dopo la mezz'ora (con complicità dell'assistente dell'arbitro) sul gol di Arini costa ai ragazzi di Grosso la vittoria. Cremonese che invece prova a ripartire dopo due sconfitte consecutive con il pareggio di oggi, ma la vittoria continua a mancare da più di un mese.

LA PARTITA

È un Verona intraprendente quello che entra in campo al Bentegodi e, infatti, dopo solo 4' di gioco i padroni di casa passano in vantaggio: punizione ben battuta da Colombatto, scovato sul secondo palo Caracciolo che di testa buca sul primo palo Radunovic dopo il buco difensivo di Claiton. Servono solo quattro minuti alla Cremonese per reagire e sfiorare il gol del pari: azione corale dei ragazzi di Mandorlini, con Perrulli che dalla sinistra cerca il cross sul quale nessuno si avventa e che sfuma sul fondo non di molto. Al 10 è però di nuovo il Verona a rendersi pericoloso con Crescenzi: l'ex terzino del Pescara scambia in mezzo al campo, si butta in area e calcia sul primo palo ma Radunovic c'è. Partita accesa, sia da una parte che dall'altra, con la Cremonese che va ancora una volta vicina al pari con Emmers: palla recuperata sulla trequarti del Verona e girata per il belga che va dritto in porta ma non la trova per questione di centimetri.

La Cremonese continua a spingere e al 32' arriva il pari dagli sviluppi di un corner: l'assistente di Giua alza la bandierina per segnalare un fuorigioco che non esiste, l'arbitro lascia proseguire, giustamente, con Perrulli che sfrutta la disattenzione della difesa del Verona che viene punita da Arini, trovato benissimo in area di rigore, per l'1-1. Dopo il gol del pari si sveglia all'improvviso l'Hellas al 39': scappa a sinistra Zaccagni che crossa e trova la girata di testa di Ragusa il quale però trova la traversa con il pallone che torna buono per Calvano che va di potenza e trova il muro di Radunovic in corner.

Nel secondo tempo è invece la Cremonese a partire meglio, con un pressing alto che dopo pochi secondi dall'avvio della ripresa porta Emmers in area di rigore a calciare ma viene murato da un ottimo intervento di Marrone in spaccata a rimediare l'errore in precedenza di capitan Caracciolo. Parte centrale di secondo tempo molto bloccata, con la Cremonese che abbassa i ritmi e lascia il pallino del gioco in mano ad un Verona che però non riesce a creare nessun tipo di azione degna di nota, nemmeno con l'ingresso di Di Carmine nel reparto offensivo al posto di un Cisse sottotono. Al 75' cerca la giocata personale Castrovilli, che rientra e calcia con forza sul secondo palo ma non trova la porta gialloblu. Nell'ultimo quarto d'ora nessuna occasione degna di nota: al Bentegodi finisce 1-1.

IL TABELLINO

Hellas Verona 1-1 Cremonese

Hellas Verona: 4-3-3 | Silvestri; Crescenzi, Caracciolo, Marrone, Empereur; Calvano (Dawidowicz, min. 59), Colombatto, Zaccagni (Laribi, min. 76); Cissé (Di Carmine, min 59), Ragusa, Tupta.

Cremonese: 4-3-3 | Radunovic; Mogos, Claiton (Marconi, min. 76), Terranova, Migliore; Emmers, Greco, Arini (Croce, min. 60); Castrovilli, Brighenti, Perrulli (Piccolo, min. 70).

Marcatori: 1-0, min. 4, Caracciolo. 1-1, min. 31, Arini.

Arbitro: Antonio Giua. Ammoniti Caracciolo (min. 18), Ragusa (min. 34), Cisse (min. 50), Greco (min. 57), Croce (min. 64), Piccolo (min. 86).

Match valido per l'11^ Giornata della Serie B 2018/19. Si gioca al Marc'Antonio Bentegodi di Verona.

VAVEL Logo