Campionato Primavera - Roma capolista solitaria
LOGO PRIMAVERA 

Campionato Primavera - Roma capolista solitaria

I capitolini battono 4-2 l'Inter e salgono in vetta alla classifica con 18 punti. Alle spalle insegue l'Atalanta con 16, poi Fiorentina e Juventus.

ari-radice
Raffaele Cautiero

Il Campionato Primavera ha la sua regina, ovvero la Roma, che dopo il 4-2 rifilato all'Inter si issa al 1° posto con 18 punti. Una vittoria sudata dopo un inizio promettente, rovinato da un grande rientro della squadra nerazzurra che alla fine si è dovuta arrendere ai colpi di uno straordinario Celar, autore di una tripletta. Infatti il centravanti giallorosso apre le marcature al 9', poi Cangiano al 21' raddoppia. La partita sembra in discesa per i padroni di casa, ma Adorante al 40' accorcia le distanze. Si va così all'intervallo con la Roma avanti 2-1, ma ad inizio ripresa l'Inter giunge subito al pareggio grazie ad uno straordinario gol di Salcedo. Al centravanti nerazzurro risponde Celar con due reti ravvicinate, che garantiscono ai capitolini il 1° posto solitario in vetta. Per l'Inter è una debacle importante, in quanto segna un brusco passo indietro della squadra di Madonna, dopo un periodo piuttosto positivo. Per i nerazzurri l'occasione del riscatto si presenta nel prossimo turno contro l'Empoli, mentre la Roma se la vedrà con il Genoa.

Alle spalle dei capitolini prova a rimanere l'Atalanta, anche se nel weekend si è fatta fermare sull'1-1 dalla Sampdoria. Al vantaggio blucerchiato siglato da Stijepovic al 22' ha risposto dopo 10 minuti Heidenreich. Un pareggio fondamentale per i bergamaschi, in quanto permette agli stessi di non perdere le distanze dalla capolista, mentre i doriani possono trarre grande fiducia da questo risultato, raccolto contro una squadra con ambizioni ed organico nettamente superiori al proprio. Per i ragazzi di Pavan ora c'è l'obbligo di confermarsi contro il Torino fuori casa, mentre l'Atalanta cercherà la vittoria nella sfida casalinga con il Milan

Orobici che sono costretti a vincere per non farsi sorpassare dalla Fiorentina, che in questo turno ha fatto il colpaccio battendo nel derby l'Empoli. A decidere l'incontro una rete di Hanuljak al 52'. Il gol del giocatore viola permette agli uomini di Bigica di festeggiare un successo fondamentale in chiave classifica, mentre per la squadra di Zauli l'incubo sembra non avere fine, in quanto la vittoria stenta ad arrivare. Chi se la passa meglio invece è il Palermo, che in questa giornata è stata l'autentica sorpresa, infatti i rosanero hanno compiuto l'impresa di battere la Juventus a Vinovo. Lucera e Mendola mandano l'ambiente siciliano in visibilio. Un successo inaspettato e che proietta i palermitani tra le posizioni di alta classifica, dove invece rimane la Juventus dopo questa sconfitta. Per i bianconeri l'occasione del riscatto si presenta nel prossimo turno contro il Sassuolo, mentre il Palermo se la vedrà con l'Udinese.

Friuliani che nel posticipo di questa 7a giornata sono stati sconfitti per 3-0 dal Torino. Un match senza storia deciso dalla doppietta di Millico e dal gol di Kone. Un successo che i granata hanno ottenuto con caparbietà e qualità, due elementi che la squadra friuliana non è riuscita a controbattere. Da Udine a Varese con il Milan che è caduto tra le mura dell'"Ossola" contro il Chievo col punteggio di 0-2. Ravaglia e Rabbas hanno consentito ai clivensi di ottenere la seconda vittoria consecutiva, giunta tra l'altro in un match importante contro un avversario di livello superiore. Per questo gli uomini di Mandelli possono ritenersi particolarmente soddisfatti, cosa che invece non può dire Lupo, il quale deve al più presto trovare la quadra giusta per permettere alla sua squadra di esprimersi al meglio, raccogliendo quei risultati necessari per risalire la classifica.

Un'altra squadra tornata ad attraversare un buon momento, dopo averne passato uno negativo, è il Napoli, che in questo turno ha battuto il Genoa 3-0. Tutte le reti siglate nel primo tempo da Mamas, Senese e Gaetano. Un successo quindi che riproietta i partenopei nelle posizioni di alta classifica, mentre il Genoa dopo un inizio promettente deve trovare le cause di questa piccola crisi a cui è andata incontro. Infine ha chiuso la giornata il pareggio per 2-2 tra Cagliari e Sassuolo. Doratiotto al 14' porta in vantaggio i sardi, raggiunti sul pari da Kolaj al 36'. Nella ripresa Porru riporta avanti i cagliaritani, ma il solito Raspadori al 63' firma il definitivo pari. Un risultato giusto per quanto visto sul campo, con le due squadre che si possono accontentare del pareggio conseguito. Il Cagliari avrà l'opportunità di agguantare la vittoria nel prossimo turno contro la Fiorentina.

RISULTATI:

Roma - Inter 4-2 9' Celar (R) 21' Cangiano (R) 40' Adorante (I) 47' Salcedo (I) 54' Celar (R) 76' Celar (R)

Milan - Chievo 0-2 18' Rovaglia 32' Rabbas

Cagliari - Sassuolo 2-2 14' Doratiotto (C) 36' Kolaj (S) 60' Porru (C) 63' Raspadori (S)

Napoli - Genoa 3-0 16' Mamas 35' Senese 38' Gaetano

Juventus - Palermo 0-2 4' Lucera 22' Mendola

Sampdoria - Atalanta 1-1 22' Stijepovic (S) 32' Heidenreich (A)


Empoli - Fiorentina 0-1 52' Hanuljak

Udinese - Torino 0-3 10' Millico 41' Millico 80' Kone

CLASSIFICA Roma 18 Atalanta 16 Fiorentina 15 Juventus 14 Palermo 13 Torino 13 Napoli 13 Sassuolo 10 Inter 9 Sampdoria 7 Milan 7 Chievo 6 Cagliari 5 Genoa 4 Udinese 4 Empoli 2


PROSSIMO TURNO (10/11/18): Atalanta - Milan Torino - Sampdoria Chievo - Napoli Inter - Empoli Fiorentina - Cagliari Palermo - Udinese Genoa - Roma Sassuolo - Juventus
 

 

VAVEL Logo