Atalanta forza quattro: Inter battuta 4-1 grazie ad un super Ilicic

Atalanta forza quattro: Inter battuta 4-1 grazie ad un super Ilicic

La Dea di Gasperini gioca un ottimo primo tempo, concluso solo 1-0. Nella ripresa Icardi illude l'Inter, i padroni di casa segnano ancora con Mancini e Djimsiti. Nel finale, Gomez arrotonda il risultato. 

antonio-abate
Antonio Abate
AtalantaBerisha; Toloi (Castagne, min. 56), Djimsiti, Mancini; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata (Pasalic, min. 70).
internazionaleHandanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda (Vrsaljiko, min. 71), Asamoah; Gagliardini, Brozovic, Vecino (Borja Valero, min. 46); Politano (Keita Baldé, min. 66), Icardi, Perisic.
SCORE1-0, min. 9, Hateboer. 1-1, min. 47, Icardi. 2-1, min. 66, Mancini. 3-1, min. 88, Djimsiti. 4-1, min. 90, Gomez.
NOTStadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo, gara valida per la Serie A TIM 2018/19.

Un'Atalanta stellare mette KO l'Inter di Luciano Spalletti. Quattro ad uno il finale, con Ilicic in evidenza grazie a due assist. Avanti grazie ad Hateboer in un primo tempo perfetto, i nerazzurri si fanno pareggiare a causa di un rigore di Icardi. Poco male, comunque, per i ragazzi di Gasperini, che ripassano in vantaggio grazie ad un colpo di testa di Mancini. Nonostante un timido assedio finale dell'Inter, sono i bergamaschi a segnare altre due reti con Djimsiti e Gomez. Atalanta che sale a quota 18, l'Inter resta ferma a venticinque. 

Padroni di casa che scendo in campo con il 3-4-1-2. Davanti a Berisha, Gasperini sceglie Djimsiti e non Palomino per affiancare Mancini e Toloi. Freuler e De Roon i centrocampisti centrali, affiancati dagli esterni di centrocampo Hateboer e Gosens. Dietro l'unica punta Duvan Zapata, spazio a Gomez ed Ilicic. Un offensivo 4-3-3 per gli ospiti, con Politano e Perisic ai lati di Mauro Icardi. Samir Handanovic in porta, protetto dai centrali Skriniar e Miranda e dai terzini D'Ambrosio ed Asamoah. Brozovic piazzato a centrocampo, protetto dalle mezzali Gagliardini e Matias Vecino. 

Parte bene l'Atalanta con Duvan Zapata, che al quarto calcia di destro trovando la risposta in tuffo di Handanovic. La Dea gioca in maniera aggressiva e mette alle corde l'Inter di Spalletti, trovando poco dopo il goal. Al nono ci pensa infatti Hateboer a far esplodere lo stadio Atleti Azzurri d'Italia, ribadendo in spaccata un cross di Gosens proveniente dall'altra fascia. Un inizio scioccante, per i nerazzurri, che non riescono a scrollarsi di dosso una rosa indemoniata e tornata ad essere quella ammirata l'anno scorso. Sessanta secondi dopo gli orobici sfiorano il clamoroso 2-0 con D'Ambrosio, che goffamente quasi marca un autogoal. L'unico a reggere è Handanovic, che al tredicesimo dice di no all'ennesima chance atalantina, costruita dal duo Zapata-Ilicic.

In pieno controllo del match, i padroni di casa premono e si rendono ancora pericolosi al ventiduesimo, quando è Ilicic a calciare a lato praticamente a porta vuota. Per registrare la prima chance ospite bisogna attendere addirittura il ventottesimo. A rendersi pericoloso è Mauro Icardi, che riceve da Asamoah e conclude, trovando però la provvidenziale deviazione in corner di un centrale bergamasco. La gara si mantiene tutto sommato interessante fino alla fine del primo tempo. Al 34' colpo di testa alto di Perisic, due minuti dopo è Zapata a sparare sull'esterno della rete. La fase finale di tempo è sempre di marca bergamasca, con l'Atalanta che spreca altre due nette occasioni. Particolarmente miracoloso è l'intervento di Handanovic al 45', che si frappone con un guizzo tra Toloi e la porta. 

Seconda frazione che vede un'Inter più compatta, aiutata nel contempo da un pizzico di fortuna. Al 47', un cross di Politano viene infatti respinto da un braccio di Mancini, che concede il penalty. Dal dischetto non sbaglia Mauro Icardi, Berisha intuisce ma non respinge. La marcatura subita non abbatte però l'Atalanta, che riprende da dove aveva interrotto. All'ora di gioco, gli orobici di Gasperini si riportano infatti in vantaggio con Mancini, che si fa perdonare dell'errore precedente segnando il terzo goal consecutivo. Bella punizione di Ilicic in mezzo, Mancini anticipa tutti e batte Handanovic. L'Inter sbaglia molto e l'Atalanta ne approfitta, ripartendo spesso con velocità. 

La fase centrale di seconda frazione non registra emozioni come le precedenti. L'Atalanta regge bene il campo, l'Inter non riesce a creare pericoli. Nei minuti finali c'è spazio per una sorta di assedio nerazzurro. I ragazzi di Spalletti non riescono però a sfondare. La gara finisce con l'Atalanta in trionfo, meritatamente, e l'Inter sconfitta. I nerazzurri di Gasperini si difendono molto bene, ripartendo con celerità e sfruttando molto i calci piazzati. Il terzo goal arriva infatti da punizione, quando è Djimsiti a colpire di testa sull'ennesimo suggerimento di Ilicic. L'Inter cede le armi ed abbandona prematuramente la sfida. Per contro, l'Atalanta conclude in trionfo, calando il poker con un eurogoal del Papu Gomez. Handanovic non può nulla. Finisce dunque 4-1 per l'Atalanta. Migliore in campo per i padroni di casa, Ilicic. Per gli ospiti in evidenza Handanovic. 

VAVEL Logo

FC Internazionale Milano Notizie

2 giorni fa
2 giorni fa
4 giorni fa
6 giorni fa
7 giorni fa
13 giorni fa
14 giorni fa
14 giorni fa
16 giorni fa
17 giorni fa
17 giorni fa