Campionato Primavera: la Roma rallenta, l'Atalanta ne
approfitta

Campionato Primavera: la Roma rallenta, l'Atalanta ne approfitta

I capitolini vengono fermati sul 3-3 dal Genoa, mentre l'Atalanta rifila sei reti al Milan, salendo così in testa alla classifica insieme ai giallorossi con 19 punti. In terza posizione rimane la Juventus con 17. 

antonio-abate
Antonio Abate

Articolo di Raffaele Cautiero.

L'ottava giornata del Campionato Primavera ha registrato lo stop imposto dal Genoa alla Roma. Un pareggio inimmaginabile alla vigilia e che invece i grifoni sono riusciti ad imporre grazie ad una prestazione più che positiva. Infatti i primi a passare in vantaggio sono proprio i liguri con Szabo al 21', ma nove minuti più tardi il solito Celar pareggia. Il Genoa non ci sta ed al 34' ritorna in vantaggio con Bianchi. Il gol del giocatore rossoblu viene nuovamente annullato dal centravanti giallorosso, Celar, che realizza così una doppietta. Prima dell'intervallo Bouah ribalta addirittura le sorti del match portando in vantaggio la formazione capitolina, che viene definitivamente raggiunta sul pari ad un quarto d'ora dal termine da Rovella. Una rete che consente così ai liguri di passare una sosta tranquilla e rigeneratrice dal punto di vista morale, mentre per la Roma è un piccolo passo falso riscattabile nel prossimo turno contro la Fiorentina. Il Genoa invece cercherà conferme contro il Chievo.

Chi ha approfittato di questo mezzo passo falso è l'Atalanta che ha rifilato ben 6 reti al Milan. Zortea al 6' porta subito in vantaggio gli orobici, raggiunti sul pari da Tsadjout 120 secondi dopo. I padroni di casa non demordono e tornano avanti nel punteggio con Colpani, il quale realizza un calcio di rigore. Un penalty che da vigore ai nerazzurri, i quali allungano grazie alla rete messa a segno da Piccoli prima della fine del primo tempo. Nella ripresa la musica non cambia, anzi l'Atalanta mantiene il piede sull'acceleratore e rimpingua il proprio bottino con le reti di Kulusewski, Del Prato e ancora Colpani. Sei gol che identificano una fase difensiva del Milan disastrosa ed è proprio su questo che dovrà lavorare Lupi in vista delle due settimane di stop che osserverà il Campionato Primavera per via degli impegni delle Nazionali. L'Atalanta invece può ritenersi soddisfatta della vittoria che cancella la disfatta patita nel turno precedente con la Roma. I bergamaschi ora sono chiamati alla conferma nella sfida del prossimo turno con la Juventus, mentre il Milan cercherà riscatto nel derby con l'Inter.

A proposito dei bianconeri c'è da registrare l'importante vittoria maturata sul difficile campo del Sassuolo. Il rientrante Spinazzola apre le marcature al 35', poi dieci minuti più tardi il bomber Petrelli raddoppia. La partita sembra già finita ma al 51' Kolaj accorcia le distanze, che vengono ristabilite da Makoun all'80'. Una vittoria convincente da parte dei bianconeri che così si mettono alle spalle la clamorosa sconfitta patita tra le mura amiche con il Palermo, mentre il Sassuolo è alla ricerca di un'identità persa dopo le prime giornate. La squadra di Morrone sembrava poter essere la mina vagante del campionato, ma dopo i primi risultati positivi ha inanellato una serie di sconfitte che hanno proiettato la squadra emiliana nella zona bassa della classifica. Per risalire la china i neroverdi dovranno vincere nel prossimo turno in trasferta sul campo dell'Udinese.

Da Sassuolo ci spostiamo a Palermo, con i rosanero che rappresentano la vera sorpresa di questa stagione. La squadra di Scurto infatti consolida il proprio 4° posto con la vittoria netta per 4-1 contro l'Udinese. Mattatore del match Cannavò con una tripletta, infatti il centravanti siciliano prima apre le marcature al 33', dopodiché annulla il momentaneo pareggio di Battistella con un gol al 41', ed infine chiude la pratica con una rete siglata al 47'. Nel tabellino ci entra anche Rizzo con il gol del 4-1 che fa calare definitivamente il sipario sulla sfida. Con questa vittoria i palermitani si candidano ad outsider del campionato e ne dovranno dare conferma nel prossimo turno contro il Cagliari, mentre l'Udinese sprofonda sempre più giù in classifica e tocca a Sassarini ora trovare le contromisure adatte per permettere ai suoi di rialzare la testa e tornare a macinare punti.

In coabitazione col Palermo troviamo il Torino, che in questo turno ha battuto 2-0 la Samp. A decidere l'incontro una doppietta di Millico tra il 65' ed il 70'. Due reti che proiettano i granata al 4° posto momentaneo con 16 punti, mentre i blucerchiati rimangono fermi in undicesima posizione con 7 punti. A quota 16 ritroviamo anche il Napoli, che ha espugnato il campo del Chievo col punteggio di 2-1. Al 16' Mezzoni apre le marcature in favore dei partenopei, che vengono raggiunti sul pari al 37' da Vignato. Nella ripresa il Chievo attacca alla ricerca della vittoria, ma a segnare è il Napoli con Palmieri, che al 60' sigla il gol del successo. Un risultato importante, vista la scoppola rimediata dagli azzurri in Uefa Youth League contro il PSG (2-5), ma soprattutto è una vittoria che proietta gli uomini di Baronio nelle posizioni nobili della classifica, al contrario del Chievo che sprofonda al quart'ultimo posto con 6 punti. Nel prossimo turno il Napoli cercherà di migliorare la propria posizione di classifica battendo nello scontro diretto il Torino.

Dalle sorprese passiamo ad una delusione di questo inizio di stagione, ovvero la Fiorentina, che cade tra le mura amiche contro il Cagliari. A decidere l'incontro una rete di Verde al 72'. Con questo successo i sardi si allontanano dalle sabbie mobili della classifica, mentre i viola rimangono comunque attaccati al treno per i play-off occupando il 7° posto con 15 punti. Tre in più dell'Inter che in questo turno ha dilagato contro l'Empoli. Adorante al 9' porta in vantaggio i nerazzurri, raggiunti sul pari da Adam sette minuti più tardi. Nella ripresa però gli uomini di Madonna si scatenano: Adorante (doppietta per lui), Schirò, Salcedo e Merola (doppietta) consentono all'Inter di portare a casa una vittoria più che larga, infatti il punteggio finale è 6-1. Un risultato convincente soprattutto per i nerazzurri che così possono preparare al meglio il derby con il Milan, mentre l'Empoli deve immediatamente cancellare questa brutta batosta e pensare al riscatto nel prossimo turno contro la Sampdoria.

RISULTATI:

Atalanta - Milan 6-1

6' Zortea (A) 8' Tsadjout (M) 21' Colpani [r.] (A) 37' Piccoli (A) 63' Kulusewski (A) 75' Del Prato (A) 80' Colpani (A)

Torino - Sampdoria 2-0

65' Millico 70' Millico

Chievo - Napoli 1-2

16' Mezzoni (N) 37' Vignato (C) 60' Palmieri (N)

Inter - Empoli 6-1

9' Adorante (I) 16' Adam (E) 51' Adorante (I) 53' Salcedo (I) 63' Merola (I) 69' Schirò (I) 90' Merola (I)

Fiorentina - Cagliari 0-1

72' Verde

Palermo - Udinese 4-1

33' Cannavò (P) 39' Battistella (U) 41' Cannavò (P) 47' Cannavò (P) 60' Rizzo (P)

Genoa - Roma 3-3

21' Szabo (G) 30' Celar (R) 34' Bianchi (G) 38' Celar (R) 41' Bouah (R) 72' Rovella (G)

Sassuolo - Juventus 1-3

35' Spinazzola (J) 44' Petrelli (J) 51' Kolaj (S) 80' Makoun (J)

CLASSIFICA

Roma 19 Atalanta 19 Juventus 17 Palermo 16 Torino 16 Napoli 16 Fiorentina 15 Inter 12 Sassuolo 10 Cagliari 8 Sampdoria 7 Milan 7 Chievo 6 Genoa 5 Udinese 4 Empoli 2

PROSSIMO TURNO (24/11/18):

Roma - Fiorentina

Juventus - Atalanta

Napoli - Torino

Milan - Inter

Chievo - Genoa

Udinese - Sassuolo

Palermo - Cagliari

Sampdoria - Empoli

VAVEL Logo