Serie A - La Roma deve fare attenzione alla classifica corta e alla nuova Udinese di Nicola
La Roma in allenamento. Fonte: https://twitter.com/officialasroma

Serie A - La Roma deve fare attenzione alla classifica corta e alla nuova Udinese di Nicola

I bianconeri, freschi di cambio di allenatore, affrontano in casa la Roma. Il bisogno di punti per i friulani è tanto, visto che la sconfitta con l'Empoli ha fatto scendere le zebrette nella zona rossa. I giallorossi però non posso concedersi il lusso di altri passi falsi, Sassuolo, Atalanta, Fiorentina e Torino dietro spingono.

mech867
Davide Marchiol

Sfida difficile da decifrare quella che aprirà la tredicesima giornata di Serie A. Allo Stadio Friuli (Dacia Arena) si scontreranno Udinese e Roma. I bianconeri vengono da giorni turbolenti, Velazquez ha lasciato la panchina a Davide Nicola, l'artefice del miracolo di Crotone. La situazione scotta, la sconfitta di Empoli ha portato la squadra terzultima e c'è grande preoccupazione attorno a un gruppo che ha un suo gioco, ma che non trova punti in classifica. Il nuovo tecnico dovrà dare una scossa. La Roma invece non può scherzare col fuoco. L'obiettivo minimo, che si chiama quarto posto, dista solo tre punti, ma dietro la concorrenza è foltissima e un passo falso potrebbe rendere la cosa problematica. Di Francesco dunque dovrà mettere in campo una squadra che darà il 100%, indipendentemente dalla sfida di martedì, che parla di un Real Madrid all'Olimpico per garantirsi il passaggio agli ottavi di finale di Champions.

Le ultime

"C'è grande attenzione e disponibilità ad applicare quando ho detto in questo periodo. Non sarà tutto perfetto, ma l'errore per noi non dovrà essere vissuto come una tragedia, ma come un passo che porta a un cambio di filosofia. Voglio vedere una squadra che non si ferma davanti a un errore, ma che continua a giocare e a lottare. I Nazionali hanno tutti fatto dei viaggi in giro per il mondo, ci saranno delle situazioni da valutare, ma ho uno staff ottimo e ci siamo tenuti in contatto per tutta la pausa". Chiaro e preciso come sempre Nicola, che sa di non poter ribaltare come un calzino la squadra in neanche quattordici giorni. Il modulo dunque resterà presumibilmente lo stesso, ma potrebbero cambiare alcuni interpreti. Ballottaggio Musso-Scuffet in porta, anche se l'argentino sembra ormai essere stato battezzato. In difesa Nuytinck, Troost-Ekong e Samir non sembrano avere alternative di grande spessore. Sulle fasce Stryger Larsen e ter Avest non stanno demeritando, mentre c'è scelta in mezzo. Nicola a Crotone ha sempre usato Mandragora come playmaker, quindi l'ex Juventus potrebbe essere dirottato lì, con Pussetto e Fofana ad affiancarlo. Oppure potrebbe esserci il "classico" Behrami, con l'ivoriano e il capitano dell'under 21 a fare da mezzali. In avanti De Paul e Lasagna hanno pochi ricambi, ma attenzione alla carta Vizeu, il mister in conferenza stampa ha speso belle parole per lui. Con Pussetto trequartista opzione sempre attuabile.

"Non preparo la partita solo sui dati, sono solo un aiuto. Le prepariamo sulle caratteristiche dei nostri avversari. Lasagna è bravo ad attaccare la profondità, De Paul non deve avere lo spazio per tirare in porta e per questo dovremo fare molto attenzione". È guardingo Di Francesco, che sa di essere davanti a due sfide importanti. Real Madrid e Udinese rappresentano quasi uno spartiacque per la stagione. Far bene vorrebbe dire poter lavorare in serenità, dei passi falsi potrebbero invece compromettere tutto. Tanti gli assenti. Manolas, De Rossi e Perotti non ce la fanno, mentre Dzeko dovrebbe rifiatare in vista della Champions League. Davanti a Olsen dunque Florenzi (Santon ha fatto qualche giorno di febbre e quindi non è al meglio), Juan Jesus, Fazio e Kolarov. In mezzo la diga sarà formata da N'Zonzi e Cristante, chiamato a non far rimpiangere De Rossi e a dare segnali di risveglio, dopo un avvio non partircolarmente scoppiettante. El Shaarawy, Pellegrini e Kluivert andranno a supporto di Schick, che partirà dal primo minuto come preannunciato dal tecnico.

I convocati

Udinese

Portieri:
Nicolas, Musso, Scuffet

Difensori:
Ekong, Nuytinck, Opoku, Pezzella, Samir, Stryger, Ter Avest,

Centrocampisti:
Behrami, D'Alessandro, De Paul, Fofana, Mandragora, Pontisso, Coulibaly

Attaccanti:
Lasagna, Machis, Micin, Pussetto, Vizeu

Roma

Portieri: Olsen, Fuzato, Mirante;

Difensori: Karsdorp, Lu.Pellegrini, Jesus, Kolarov, Marcano, Santon, Fazio, Florenzi;

Centrocampisti: Cristante, Lo.Pellegrini, Coric, Zaniolo, Nzonzi;

Attaccanti: Dzeko, Schick, Under, Kluivert, El Shaarawy.

Probabili formazioni

Udinese (3-5-2): Musso; Nuytinck, Troost-Ekong, Samir; ter Avest, Pussetto, Mandragora, Fofana, Stryger Larsen; De Paul, Lasagna.

Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Juan Jesus, Fazio, Kolarov; N'Zonzi, Cristante; El Shaarawy, Lo. Pellegrini, Kluivert; Schick.

VAVEL Logo