Milan, Ibrahimovic sempre più vicino: solo la Uefa potrebbe dire di no
logo milan 

Milan, Ibrahimovic sempre più vicino: solo la Uefa potrebbe dire di no

 C'è ottimismo, sempre che l’Uefa non metta particolari paletti al club rossonero..

ari-radice
Arianna Radice

Il Milan continua la trattativa per riportare a Milano Zlatan Ibrahimovic: Mino Raiola e Leonardo hanno trovato l'accordo con la disponibilità dell'attaccante 37enne ad accettare un contratto di soli sei mesi da 2,7 milioni di euro netti. Niente accordo quindi di 18 mesi (almeno per il momento visto che non ha  ha abbandonato l'idea di firmare un contratto anche per il prossimo anno ndr ). 

Come ha evidenziato il noto esperto di calciomercato tutto dipenderà dal Milan che dovrà decidere se chiudere o meno questa operazione:  I Galaxy sono convinti di trattenerlo, ma se Ibra vorrà andarsene non lo tratterranno. Il giocatore ha voglia di tornare in Italia ed in particolar modo a Milano: "Ritorno al Milan? C’è interesse - ha rilasciato a Vanity fair -Però starei bene anche un altro anno qui a Los Angeles. Che il Milan mi piaccia non è un segreto... Milan sì o no? Non dico no e non dico nemmeno sì. Vedremo…". 

La scelta del terzo attaccante è ricaduta sullo svedese che potrebbe essere un’arma letale da affiancare a Gonzalo Higuain ed un mentore per Patrick Cutrone. Solo l’UEFA potrebbe interrompere una trattativa per via del Fair play finanziario con dei probabili paletti sul mercato attesa per la prima metà di dicembre.

Zlatan ha deciso vuole ritornare al Milan. 

 

VAVEL Logo