La Juventus archivia la pratica con Mandzukic: Valencia battuto e qualificazione ottenuta
source photo: twitter Juventus

La Juventus archivia la pratica con Mandzukic: Valencia battuto e qualificazione ottenuta

La Juventus batte il Valencia e si qualifica agli ottavi di Champions League. I bianconeri battono gli spagnoli grazie alla marcatura vincente di Mandzukic. Buona prova dei ragazzi di Allegri, che controllano, creano e rischiano poco. 

antonio-abate
Antonio Abate
juventus-fcSzczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro (Cuadrado, min. 46); Bentancur, Pjanic, Matuidi; Dybala (Douglas Costa, min. 78), Mandzukic, Cristiano Ronaldo.
valencia-cfNeto; Wass, Gabriel Paulista, Diakhaby, Gayà; Coquelin, Dani Parejo, Kondogbia (Soler, min. 71), Gonçalo Guedes; Santi Mina (Batshuayi, mi. 68), Rodrigo (Gameiro, min. 46).
SCORE1-0, min. 58, Mandzukic.
NOTAllianz Stadium, gara valida per la Champions League 2018/19.

Massimo risultato con il minimo sforzo. La Juventus batte 1-0 il Valencia e si assicura il passaggio del turno. Dopo un primo tempo controllato ma privo di goal, i bianconeri segnano grazie a Mario Mandzukic, che all'ora di gioco mette dentro un assist basso al bacio di Cristiano Ronaldo. Il vantaggio consente alla Juventus di controllare e di navigare con tranquillità verso la vittoria. Bianconeri che salgono a quota dodici, spagnoli fermi a cinque. Mancato per un soffio il primato ufficiale a causa della rete in extremis dello United di Mourinho.

Padroni di casa che scendono in campo con il 4-3-3. Davanti a Szczesny, difesa a quattro composta da Joao Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro. Pjanic in mezzo, affiancato da Bentancur e Matuidi. Tridente rodato in avanti, con Dybala e Ronaldo ai lati di Mandzukic. Solito 4-4-2 per gli ospiti, con Santi Mina e Rodrigo a comporre il tandem offensivo. Neto in porta, protetto dai centrali Diakhaby e Paulista e dai terzini Wass e Gaya. A centrocampo spazio a Kondogbia e Parejo, affiancati da Coquelin e Guedes.

Juventus inizialmente in attacco. Al primo ci prova infatti Cristiano Ronaldo, che di mancino non trova lo specchio della porta. Passano tre minuti ed il portoghese si mette ancora in evidenza con un tiraccio che non crea problemi a Neto. Dopo la doppia occasione, i bianconeri faticano a creare pericoli nell'area spagnola, complice anche un Valencia bravo ad abbassare il proprio baricentro e a compattarsi in difesa. I ragazzi di Marcelino cercano timide sortite in contropiede, venendo puntualmente disinnescati dai centrali bianconeri. Al 23' ancora CR7 pericoloso, la sua girata di mancino non riesce però a trovare lo specchio della porta. Il primo squillo dei ragazzi di Marcelino capita al 27' con Wass che conclude molto lontano dallo specchio della porta protetta da Szczesny

Nella fase finale di primo tempo, la Juventus cerca con insistenza la rete, fallendo però l'ultimo passaggio. Il Valencia non fatica infatti molto a difendersi, complice anche  un tridente offensivo bianconero poco pungente. Al 42' bella incursione di Cancelo, che di esterno destro alla trivela prova a sorprendere senza successo Neto. Per contro, gli spagnoli creano invece un'occasione davvero ghiotta, forse la più pericolosa di tutta la prima frazione. Nel recupero, infatti, Diakhaby stacca in maniera perfetta da corner e colpisce, trovando la decisa risposta di Szczesny. Il portiere polacco risponde infatti presente dopo quarantacinque minuti di inattività.

Seconda frazione che comincia con una Juventus più offensiva almeno nelle intenzioni, complice la sostituzione di Cuadrado per Alex Sandro. I bianconeri di Allegri non riescono però ad imprimere il proprio marchio al match, faticando e non poco a creare occasioni. Molti, poi, i falli nella zona mediana del campo. Per sbloccarsi, la rosa di casa deve infatti attendere l'ora di gioco e la giocata del campione, del solito Cristiano Ronaldo. In versione assist-man nell'occasione del goal, CR7 riceve e sguscia via a Paulista, mettendo in mezzo un pallone che Mario Mandzukic non può che appoggiare in rete. Esplode lo Stadium, segna la Juventus. Un minuto dopo i bianconeri subiscono da Diakhaby il goal dell'eventuale pari, il difensore la mette dentro però di mano e viene ammonito. La Juventus resta dunque in vantaggio.

La marcatura subita anima i bianconeri, che al 63' potrebbe bissare sempre con Mario Mandzukic. La volée del croato trova però attento Neto. Quattro minuti dopo ci prova anche CR7, che si accentra e conclude di destro. Il pallone finisce però alto. Si vede anche Dybala al 68', il suo mancino non trova però maggior fortuna. E' una Juventus tonica ma non brillantissima, quella del secondo tempo, una formazione capace comunque di rendersi pericolosa in modo diverso ed anche da corner. Al 73' è infatti Cristiano Ronaldo a colpire di testa, trovando la parata plastica dell'ex Neto. Come spesso accade, la Juventus spreca molto nei minuti finali, mantenendo la sfida in equilibrio fino alla fine. Non c'è però beffa, con i bianconeri che vincono il match. Migliore in campo per i padroni di casa, Cristiano Ronaldo. Per gli ospiti in evidenza Santi Mina.

VAVEL Logo

Juventus Football Club Notizie

5 giorni fa
5 giorni fa
6 giorni fa
6 giorni fa
7 giorni fa
9 giorni fa
11 giorni fa
12 giorni fa
12 giorni fa
12 giorni fa
13 giorni fa