Il Parma ha voglia di fare l'impresa: fare punti a San Siro per alimentare il sogno europeo

Il Parma ha voglia di fare l'impresa: fare punti a San Siro per alimentare il sogno europeo

Il Parma ha voglia di correre ancora dopo l'ottima prima parte di stagione. I ducali, attualmente sesti in Serie A, proveranno a fare punti a San Siro per continuare a sognare l'Europa. 

antonio-abate
Antonio Abate

Ora è facile parlare, ma fino a qualche mese fa nessuno avrebbe scommesso un euro sul Parma. Una squadra giudicata inadatta per la Serie A sia per il tecnico inadeguato che per alcuni giocatori ormai bolliti. Eppure questa rosa, che fa dei capovolgimenti veloci e spettacolari il proprio marchio di fabbrica, ha smentito tutti punto dopo punto. Il successo contro l'Inter o il colpaccio con il Torino sono solo alcune delle perle collezionate da Roberto D'Aversa, che anche contro la Juventus ha visto i suoi giocare bene fino alla fine. Questo Parma ha voglia di stupire, scrollandosi di dosso gli ultimi anni davvero duri. Anni in cui il Parma ha dovuto subire il secondo crack dopo quello di Cragnotti, ripartendo dall'Eccellenza.

Ora quelle gare sono lontanissime eppure ancora presenti nel cuore dei calciatori ducali, che con sudore e passione affrontano ogni partita come se fosse l'ultima. Un mix di calciatori di talento e di talenti affermati come Gervinho, vero trascinatore dei suoi. L'ivoriano è rinato dopo la parentesi cinese, entrando subito negli schemi tattici di D'Aversa. Anche contro il Milan, Gervinho sarà nel tridente assieme ad Inglese ed uno tra Biabiany, Siligardi e Ciciretti. Non importa chi, ma il calciatore scelto sarà sicuramente pronto a dare tutto sul campo.

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, il ds Faggiano ha parlato proprio del momento dei suoi ragazzi: "Noi siamo consapevoli di quello che stiamo facendo, ma pensiamo alla salvezza. Non me lo aspettavo, ma il lavoro viene da lontano. Partendo da quest'estate abbiamo fatto un gran lavoro e tantissimi sacrifici. Non abbiamo mai perso la voglia di far bene. L'obiettivo rimane la salvezza, ma vogliamo anche trovare la stabilità in serie A. Questo inizio ci fa ben sperare, ma le insidie sono sempre dietro l'angolo". Inevitabile, poi, un passaggio sulla trasferta milanese: "È uno stadio importante, ma preferirei non parlarne. Dobbiamo pensare al futuro non al passato. Ho visto un gruppo che si è unito e si è compattato al gol di Dimarco: quello mi ha fatto ben sperare".

VAVEL Logo