La Juventus cala il tris: battuta per tre reti a zero una combattiva Fiorentina

La Juventus cala il tris: battuta per tre reti a zero una combattiva Fiorentina

La Juventus vince anche contro la Fiorentina e si porta a quota quaranta. Prestazione tonica da parte dei bianconeri, che sanno soffrire ed affondare il colpo al momento giusto. Passivo pesante per la viola, che sbaglia molto anche per colpa di Simeone. 

antonio-abate
Antonio Abate
FiorentinaLafont, Milenkovic, Pezzella, Hugo, Biraghi, Veretout, Benassi (Pjaca, min. 65), E. Fernandes, Gerson (Thereau, min. 81), Chiesa, Simeone.
juventus fcSzczesny, Cancelo, Bonucci, Chiellini, De Sciglio, Cuadrado (Douglas Costa min. 83), Bentancur, Matuidi, Dybala, Mandzukic (Kean, mi. 89), C. Ronaldo (Bernardeschi, min. 81).
SCORE0-1, min. 31, Bentancur. 0-2, min. 69, Chiellini. 0-3, min. 79, Cristiano Ronaldo (R).
NOTStadio Artemio Franchi di Firenze, gara valida per la Serie A TIM 2018/19.

La Juventus supera 0-3 la Fiorentina soffrendo più del previsto. I viola lottano infatti su ogni pallone e sfiorano spesso la rete, subendo un passivo forse troppo pesante. Dopo una prima mezz'ora equilibrata, ci pensa Rodrigo Bentancur a sbloccare la sfida, duettando con Dybala ed approfittando di una difesa toscana poco accorta. Nella ripresa la Fiorentina preme ma non sfonda, subendo da Chiellini il 2-0. Chiude i conti, un calcio di rigore di Cristiano Ronaldo. Bianconeri che salgono a quota quaranta, diciotto lunghezze per la Fiorentina. 

Padroni di casa che scendono in campo adottando il 4-3-3. Davanti a Lafont torna capitan Pezzella, affiancato da Vitor Hugo. Pioli sceglie invece Milenkovic e Biraghi come terzini. Nella zona mediana del campo spazio a Benassi ed Edmilson Fernandes ai lati di Veretout, sono invece Gerson e Chiesa gli esterni offensivi al fianco di Simeone. Un fluido 4-3-3 invece per gli ospiti, con Allegri che piazza Cuadrado come mezzala assieme a Matuidi e Bentancur, schierato al posto di Pjanic. Szczesny in porta, protetto da Joao Cancelo, Bonucci, Chiellini e De Sciglio. In attacco nessuna sorpresa, con Dybala e Cristiano Ronaldo a sostenere Mandzukic.

Fiorentina subito offensiva al secondo di gioco e con una bellissima conclusione di Benassi. Il tiro dell'ex Torino finisce però al lato della porta bianconera. Dopo questa conclusione la gara si assesta però sui binari di equilibrio e fisicità, con le due formazioni che lottano molto in mezzo al campo. La Fiorentina è però molto pimpante e spesso costringe gli avversari a qualche intervento difensivo. Al quarto d'ora si vede la Juventus con Cristiano Ronaldo, il suo mancino volante non trova però fortuna. I bianconeri non sono però pungenti come loro solito, complice anche una Fiorentina davvero ben messa in campo. Con il passare dei minuti gli ospiti alzano il loro baricentro, giungendo spesso dalle parti di Lafont.

Dopo qualche tentativo fallito, la Juventus passa in vantaggio alla mezz'ora di gioco. Azione tutta sudamericana per i bianconeri, cominciata e finita da Rodrigo Bentancur. L'uruguayano passa infatti a Dybala e scatta, portando palla per qualche metro e battendo l'incolpevole ex portiere del Tolosa. Poco attenta nell'occasione la difesa viola, insufficienti infatti i tentativi di opposizione dei due centrali di casa. Passano tre minuti e la volenterosa Fiorentina sfiora il pari con Simeone, che praticamente a tu per tu con Szczesny non riesce a toccare un pallone rimbalzato addosso a Chiellini. La Juventus gioca meglio e conclude in crescendo la frazione, sfiorando spesso il raddoppio: al 38' tiro impreciso di Joao Cancelo, due minuti dopo è davvero miracolosa la parata di Lafont sulla punizione di Dybala. 

Seconda frazione che comincia con le due formazioni molto aggressive. Al 46' bell'intervento di German Pezzella su un Cristiano Ronaldo involato a rete, un minuto dopo ci prova Benassi senza però trovare successo. I ragazzi di Pioli ci provano ancora al 56' e con Chiesa, bravissimo a coordinarsi in area e a lasciar partire un destro disinnescato in due tempi da Szczesny. I viola giocano sicuramente meglio e spesso preoccupano la retroguardia bianconera. Passano due minuti ed è Vitor Hugo a fallire una clamorosa occasione, non riuscendo a girare in porta un cross molto teso di Biraghi. La Juventus regge però l'urto e potrebbe addirittura bissare con Dybala, se l'argentino non ciccasse la sua conclusione, consentendo a Pezzella di intervenire senza problemi. La fase centrale della seconda frazione registra una Fiorentina molto positiva.

I viola riescono infatti a preoccupare spesso la Juventus, come conferma il tiro al volo di Veretout al 67'. Il francese ex Saint Etienne recupera un pallone e conclude, senza trovare però maggior fortuna. Ciò che invece trova la Juventus due minuti dopo. I bianconeri bissano infatti grazie ad una grossa mano della Dea Bendata e ad un tiraccio di Chiellini che, non toccato da nessuno, finisce beffardo in porta dopo una deviazione molto particolare. Nonostante lo 0-2, la Fiorentina continua a provarci e a mancare la rete al 73' con un bel diagonale di Gerson che attraversa tutta l'area. Sulle gambe, la rosa di casa subisce anche il tris al 79', quando è Cristiano Ronaldo a battere Lafont dagli undici metri. Fallo di mano di Gerson e Juventus avanti di tre goal. Succede poco altro, con la Fiorentina che conclude la sfida sconfitta ma con l'onore delle armi. Migliore in campo per i padroni di casa, Benassi. Per gli ospiti in evidenza Cristiano Ronaldo.

VAVEL Logo