Juve, Allegri in conferenza: "Giocare con l'Inter è come una grande sfida di Champions"
https://twitter.com/juventusfc

 Juve, Allegri in conferenza: "Giocare con l'Inter è come una grande sfida di Champions"

Le parole del tecnico bianconero: "Indipendentemente dalla classifica sarà una serata affascinante. Sarà un test tecnico e mentale importante, contro una squadra che è cresciuta tanto e che, insieme al Napoli, è la nostra rivale scudetto".

ari-radice
Arianna Radice

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa per presentare la grande sfida di domani sera contro l'Inter.

INTER - "La partita con l'Inter si prepara da sola. È come una grande sfida di Champions, quindi si stratta solo di dirgli quelle due cose da fare in campo. Quando invece c'è da giocare contro squadre sulla carta più abbordabili bisogna tirar fuori le motivazioni giuste perché altrimenti si rischia di lasciare punti per strada".

SPALLETTI - "Diciamo che Luciano sta facendo grandi cose all'Inter, ma le aveva fatte alla Roma, in Russia quando è andato, e bisogna fargli i complimenti per quello che sta facendo".

CHI E' PIU' COMPETITIVA TRA INTER E NAPOLI? - "ll Napoli l'anno scorso ha fatto 91 punti, è pericoloso, pericolosissimo, perché ha qualità tecniche e grande esperienza in panchina. L'Inter è una squadra in continua crescita con un allenatore molto bravo che ovunque è andato ha fatto bene e ha giocatori tecnici come Icardi, Perisic, Politano, che è cresciuto molto, Joao Mario che ora sta facendo bene... È una squadra seria".

LE ULTIME DI FORMAZIONE - "Se giocherà De Sciglio a destra e Cancelo a sinistra o viceversa. Si possono anche cambiare durante la partita. Per quanto riguarda difesa e metà campo e davanti devo valutare oggi. Bentancur ha un problema alla schiena, ha avuto due giorni di mezzi differenziati.Può darsi che qualcosa cambio, ma dipende da come sta Bentancur o da come sta Emre. Nel caso non ci sia Bentancur o si gioca a due o metto dentro Emre, non ci sono altre soluzioni".

IL COMPLEANNO DI AGNELLI - "La cosa che mi ha colpito subito è che è un decisionista e questa penso sia la qualità migliore come dirigente. Poi cresciamo tutti ed è normale che adesso ha un'autorevolezza diversa rispetto al primo anno da presidente".

 

VAVEL Logo

Juventus Football Club Notizie

4 giorni fa
5 giorni fa
5 giorni fa
5 giorni fa
8 giorni fa
10 giorni fa
11 giorni fa
11 giorni fa
11 giorni fa
12 giorni fa