Sampdoria-Parma 2-0: le voci dei protagonisti

Sampdoria-Parma 2-0: le voci dei protagonisti

Cosa hanno detto gli allenatori al termine della gara

francesco-bruni
Francesco Bruni

Sampdoria-Parma termina 2-0. La samp domina e vince grazie a Quagliarella e Caprari contro un Parma che approccia alla partita in maniera tutta passiva e svogliata.

ROBERTO D'AVERSA (tecnico Parma): "Credo di avere visto la versione più brutta della mia squadra. Nel primo tempo abbiamo giocato discretamente e, forse, potevamo andare in vantaggio. Nella ripresa, non abbiamo avuto idee e loro sono usciti meglio sulla distanza. Non ho nulla da recriminare sul risultato davvero giusto. Le statistiche sono impietose, non abbiamo mai tirato in porta in maniera pericolosa e la Sampdoria è stata superiore su ogni punto di vista la vediamo. Non cerco alibi sul campo pesante, avrebbe dovuto penalizzare entrambe le squadre allora. Dobbiamo pensare al derby con il Bologna, per noi vale davvero tanto, sia per la squadra e la società, ma anche per i nostri tifosi e dobbiamo giocare per fare risultato. Ho rammarico di aver preso gol su azioni nate da cross, dove di solito ci sappiamo comportare molto bene. Sono stati tecnicamente più bravi, specialmente nel secondo tempo. Il nostro obiettivo dichiarato rimane la salvezza non lo dimentichiamo siamo neopromossi."

MARCO GIAMPAOLO (tecnico della Sampdoria): "Nel primo tempo, abbiamo cercato di creare qualcosa per portarci davanti, ma nella ripresa abbiamo decisamente cambiato marcia. La squadra mi è piaciuta un casino, siamo stati bravi a rispondere presente anche nei momenti di stallo della partita e abbiamo dimostrato di avere idee e contenuti importanti. Abbiamo cucito bene lo spazio tra i reparti, siamo ripartiti sempre con ordine e bravi a non subire inutili contropiedi, dove il Parma ti sa sempre punire. Aggettivo per la partita della mia squadra? Userei quello di intelligente, bravi a vedere e leggere ogni singolo dettaglio. Sala? Non mi stupisco, conosco il ragazzo da due anni e so che ha le potenzialità di fare bene e deve solo trovare la sua fiducia." Su Quagliarella: " Bisogna farlo patrimonio UNESCO. E' davvero un giocatore immortale." 

VAVEL Logo