Milan, Gattuso è rimasto solo 
source photo: twitter Milan

Milan, Gattuso è rimasto solo 

Le partite con Frosinone e Spal sono quindi decisive per il futuro di Gattuso..

ari-radice
Arianna Radice

Gattuso è rimasto solo: dopo la sconfitta contro la Fiorentina e le tre partite di fila senza vincere e nemmeno un gol segnato la panchina di Ringhio traballa. Per il momento, l'ex tecnico della Primavera è confermato, ma se non conquisterà sei punti contro Frosinone o SPAL, ci sarà il ribaltone in casa Milan.

L’operato di Gattuso con una squadra piena da infortuni e squalifiche è apprezzato, ma alla fine chi rischia di pagare il conto è come sempre l'allenatore. Ieri Leonardo e Maldini hanno disertato Milanello assenza che non è passata assolutamente inosservata. Seconda la Gazzetta dello Sport Rino è tornato in bilico ed il suo futuro è tutto nelle mani di Gazidis e Singer anche se va detto non sarebbero così propensi ad esonerarlo perchè i top player della panchina non si muovono a stagione in corso.

Quindi la posizione di Gennaro Gattuso al momento è abbastanza salda perchè l'intenzione è quella di non affidarsi ad un traghettatore ma la società rossonera sta già prendendo in considerazione le alternative in caso di un allontanamento dal quarto posto in classifica. Oltre ai soliti nomi di Roberto Donadoni ed Arsene Wenger, nelle ultime ore si sarebbe aggiunto anche quello di Francesco Guidolin. Invece Paulo Sousa è una pista che si sta raffreddando. Il sogno continua ad essere quell’Antonio Conte vecchio  pupillo di Elliott Management Corporation. 

VAVEL Logo