Milan, Gattuso in conferenza stampa: "Higuain? Non sono deluso, accetto la scelta"
https://twitter.com/acmilan

Milan, Gattuso in conferenza stampa: "Higuain? Non sono deluso, accetto la scelta"

Le parole del tecnico rossonero: "Noi abbiamo un obiettivo ben preciso, sarà molto difficile, dobbiamo andare alla ricerca della tranquillità, questa situazione in questo periodo non ci ha aiutato".

ari-radice
Arianna Radice

Alla vigilia della trasferta contro il Genoa, Gennaro Gattuso ha parlato in conferenza stampa. 

SUPERCOPPA - "A livello fisico non stiamo male, un po' di caciare l'abbiamo fatta quando siamo rimasti in 10, ho visto grandissimo spirito, la squadra ha fatto di tutto per cercare di fare gol. La Juve ha avuto sempre qualcosa in più di noi a livello di agonismo, siamo stati bravi, abbiamo fatto una buona prestazione".

LA SQUALIFICA - "Ho perso la testa, ero arrabbiato nero, dovevo portare più rispetto, ho commesso un errore. Questo fa parte del calcio. Contesto solo una cosa: se c'è la VAR si usa. Se c'è la tecnologia è giusta che si usi".

IL GENOA - "Dobbiamo mantenere lo stesso spirito, domani giochiamo contro una squadra che a livello fisico ci può mettere in grande difficoltà. Il Genoa corre tantissimo, ti viene a prendere. Dobbiamo stare in partita, giocare con grandissima qualità ".

PREOCCUPAZIONE- "Domani ci mancano 4 giocatori, la preoccupazione c'è. Dobbiamo metterla da parte e fare cose con entusiasmo, questa squadra ha bisogno di entusiasmo e di lavorare con grandissima tranquillità".

HIGUAIN - "Ho parlato con Higuain, è giusto così. sono deluso, sono stato calciatore. Ho fatto di tutto, lui si è comportato molto bene nei miei confronti, accetto la scelta... Il rispetto rimane, lui poteva fare qualcosa in più, noi potevamo metterlo meglio in condizione, va bene così".

PIATEK - "Devo pensare al campionato, Piatek ha caratteristiche ben precise, perdiamo un giocatore importante, se andrà via, ha avuto difficoltà. Se sarà ufficiale vi dirò cosa ci potrà dare".

IL MERCATO - "Abbiamo dei parametri da rispettare, c'è Leonardo. Parlo spesso con i miei dirigenti. Non è vero che c'è una guerriglia in atto. Faccio l'allenatore, Leonardo e Maldini fanno i direttori. Le linee guida ce le dà la società.".

IL MILAN DI INIZIO STAGIONE - "Metterei la firma per vedere il Milan delle prime 7/8 partite, abbiamo espresso un calcio tra i migliori in Italia. I portieri ci hanno fatto parate incredibili. Abbiamo perso qualche interprete per giocare quel tipo di calcio".

VAVEL Logo