Serie A-La Juventus incappa nel pari contro un bellissimo Parma (3-3)

Serie A-La Juventus incappa nel pari contro un bellissimo Parma (3-3)

 Ronaldo e Gervinho timbrano due doppiette, ma la crisi Juventus continua

francesco-bruni
Francesco Bruni
juventus-fc(4-3-3): Perin; Cancelo, Caceres, Rugani, Spinazzola; Khedira (79' Bentancur), Pjanic, Matuidi; Douglas Costa (46' Bernardeschi)(87' Emre Can), Mandzukic, Ronaldo. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Alex Sandro, Dybala, Kean. All.: Allegri.
Parma(4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo; Kucka (86' Sprocati), Scozzarella (76' Stulac), Barillà; Gervinho, Inglese, Biabiany (56' Siligardi). A disp.: Frattali, Bagheria, Dimarco, Machin, Gobbi, Gazzola, Dezi, Davordzie, Ceravolo. All.: D'Aversa
SCOREMARCATORI: 35' e 66' Ronaldo (J), 62' Rugani (J), 64' Barillà (P), 74' Gervinho (P).
NOTARBITRO: Giacomelli di Trieste. Ammoniti: Emre Can (J); Barillà, Scozzarella (P).

Juventus contro Parma una partita interessante e da mille stimoli. I bianconeri per tornare a vincere dopo lo stop inatteso e imprevisto contro l'Atalanta, seppur prevedibile dato il valore della squadra orobica. Il Parma per cullare speranze europee e battere la Juve nel suo stadio dove è imbattuta da molte partite.

Le formazioni sono confermate quelle attese: nella Juventus rientra Mandzukic, prima da titolare nel terzo esordio bianconero per Caceres. Gioca Spinazzola, panchina per Dybala. Nei Ducali, spazio a Gervinho e Inglese con Kucka che rientra nel calcio italiano.

CRONACA DELLA PARTITA

Primo tempo che parte in difficoltà per i padroni di casa con Caceres che rischia con un retropassaggio verso Perin. Parma scatenato al 2' con Kucka e la sua conclusione dal limite, ma palla è debole.

Al 4' Gervinho salta tutta la squadra bianconera in una progressione fantastica, ma chiude la difesa, anche se la palla termina sui piedi di Scozzarella, conclusione in angolo.

Dal corner, ci prova Iacoponi in un nulla di fatto di testa. Al 10' Khedira riceve da Costa, palla sull'esterno della rete e occasione sciupata. Quarto d'ora del primo tempo, ancora Costa protagonista di un assist, ma sbaglia il controllo Matuidi.

Al 16' Ronaldo conclude debole e para Sepe. Ancora Kucka dall'altra parte prova il gol, ma Perin para di puro istinto. Al 32' ancora l'ex blancos prova la penetrazione, palla ribattuta, ci arriva Spinazzola, palla alta. Minuto 33 Costa fa tutto meravigliosamente bene, palla a Khedira che colpisce il palo con un tiro a giro. Al 34' ci prova Cancelo, ma palla alta.

Al 36' il vantaggio Juve: Matuidi trova libero Ronaldo e lo serve, il portoghese lascia partire il tiro e insacca il pallone con una leggera deviazione della difesa ospite.

Al 42' passaggio filtrante di Costa per Mandzukic, bravo Sepe in risposta. Al 44' episodio dubbio: Caceres cade in area, per Giacomelli è rigore, ma interviene la visione della VAR che lo rettifica e annulla il rigore in quanto la prima trattenuta è del giocatore bianconero. Nel recupero, Ronaldo prova il tiro, ma palla sul fondo e intervallo.

Nella ripresa, la partita diventa bellissima: al 51' Bruno Alves  calcia una punizione perfetta a spiovere verso la porta, ma la palla  finisce alta. Minuto 57'  Ronaldo crossa la palla in mezzo, Khedira di testa colpisce il secondo palo della serata e al 61' Sepe immensa parata sempre sul tedesco. 62' Spinazzola prova la conclusione deviata, ma Mandzukic la ritrova e crossa per la testa di Rugani che porta la Juve 2-0. 

Parma che accorcia le distanze con Barillà di testa, dopo un cross perfetto di Inglese.

La Juve non ci sta e si ributta davanti e al 67' Mandzukic non perde tempo e trova la testa di Ronaldo che insacca la doppietta, approfittando dell'errore di Iacoponi.

Il Parma ci crede e fa bene con il gol del 2-3 che arriva al 74' con Kucka che trova Gervinho in area, disattento Rugani che devia alle spalle di Perin la conclusione dell'ivoriano.

La Juve continua a sbagliare troppo e al 93' Mandzukic non si libera di un pallone e lo perde in zona di attacco Parma. I Ducali lo recuperano con Inglese scatenato, il quale trova Gervinho che colpisce la traversa, palla che rimbalza beffarda su Perin e pareggio parmense.

La Juve sbaglia troppo, la difesa balla e dimostra troppe insicurezze, le assenze di Bonucci e Chielini pesano molto. Male tutta la squadra in alcuni tratti, nonostante una serata che sembrava potesse essere diversa. Onore al Parma e al gruppo costruito da D'Aversa, una squadra davvero di grande orgoglio e cuore.

VAVEL Logo