Serie A - Tris al Cagliari: il Milan vince 3-0 e torna al quarto posto

Serie A - Tris al Cagliari: il Milan vince 3-0 e torna al quarto posto

Nel posticipo della ventitreesima giornata di Serie A il Milan risponde alle avversarie e vince per 3-0 contro il Cagliari: a firmare il risultato sono un autogol di Ceppitelli e le reti dei nuovi acquisti Paquetà e Piatek.

giorgiofreschi
Giorgio Freschi
ac milan4-3-3 | G. Donnarumma; Calabria (Conti, min. 66), Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetà; Suso, Piatek (Cutrone, min. 65), Calhanoglu (Borini, min. 77).
cagliari-calcio4-4-2 | Cragno; Srna, Ceppitelli, Pisacane, Pellegrini; Faragò, Ionita (Despodov, min. 76), Barella, Padoin (Deiola, min. 68); Joao Pedro (Bradaric, min. 80), Pavoletti.
SCORE1-0, min. 13, Ceppitelli (AG). 2-0, min. 22, Paquetà. 3-0, min. 62, Piatek.
NOTFederico La Penna. Ammoniti Faragò (min. 75).

Tutto facile per il Milan di Gattuso che torna al quarto posto, rispondendo alle chiamate delle due romane e dell'Atalanta: a San Siro i rossoneri vincono con merito per 3-0 contro il Cagliari che si taglia da solo le gambe fin da subito causa autogol di Ceppitelli. Il risultato finale viene firmato dalle reti di Paquetà, al primo centro con la maglia del Milan, e di Piatek che, invece, segna il suo quarto gol in cinque gare. I tre punti, come detto, riportano il Milan al quarto posto, a +1 sulle due romane e a -5 dall'Inter. Il Cagliari invece resta a 21 punti a soli tre punti sulla zona retrocessione.

LE FORMAZIONI

Per quanto riguarda il discorso formazioni, Gattuso conferma lo stesso undici visto all'Olimpico una settimana fa contro la Roma: in mezzo al campo confermato Paquetà, mentre in attacco insieme a Suso e Piatek c'è ancora una volta Calhanoglu. Maran invece deve far fronte alle diverse assenze e schiera un 4-4-2 con Faragò e Padoin esterni di centrocampo, mentre le due punte saranno Pavoletti e Joao Pedro, chiamato ad un lavoro di seconda punta nei confronti del bomber ex Napoli.

LA PARTITA

Parte meglio il Milan che in fase offensiva alza sulla linea della trequarti Paquetà, favorendo i movimenti a rientrare di Suso e Calhanoglu e proprio dai piedi del turco nascono le prime palle gol della serata: l'ex Bayer al 7' si accentra e fa partire un bel destro che si chiude sul primo palo dove Cragno c'è e mette in calcio d'angolo. Al 13' è invece Suso a compiere la sterzata e con il sinistro cerca di piazzarla impegnando Cragno che però respinge dove c'è Ceppitelli il quale si ritrova il pallone rimbalzare addosso e terminare in rete, portando avanti il Milan. Le giocate dei due esterni sono favorite, come detto, dai movimenti di Paquetà che al 22' segue l'azione e sul cross di Calabria si inserisce sul secondo palo infilando il pallone alle spalle di Cragno, trovando il primo gol in maglia rossonera e il 2-0. Il Cagliari non esiste in campo e al 25' rischia di prendere l'imbarcata ma per sua fortuna Piatek non riesce a completare il pallonetto su Cragno che da terra riesce a chiudere la porta. Il primo sussulto sardo arriva al 27' ma il Milan si salva con un super intervento di Donnarumma che va giù benissimo sulla spizzata di Joao Pedro. I rossoblu riescono nella fase finale del primo tempo gestire meglio il possesso e a soffrire meno i ragazzi di Gattuso ma non riesce quasi mai ad andare dalle parti di Donnarumma, chiudendo la prima frazione sotto di due gol.

Avvio di ripresa decisamente migliore del Cagliari che nei primi quindici minuti tene bene il campo nei confronti di un Milan che preferisce attendere e non affondare il colpo. La strategia dei rossoneri però rischia di essere un'arma a doppio taglio perché al 60' il Cagliari va vicinissimo al gol che avrebbe riaperto la partita: Donnarumma è di nuovo strepitoso sulla girata di Joao Pedro che si avventa nuovamente sul pallone e da due passi colpisce la traversa. L'occasione dei rossoblu scuote il Milan che al 62' chiude i conti con il solito Piatek che a porta vuota non può sbagliare siglando il gol numero quindici in campionato. Alla sagra delle super parate partecipa anche Cragno che al 71' evita il poker rossonero con il destro di Calhanoglu murato da pochi metri. Nel finale a salvare il Cagliari è invece un erroraccio a tu per tu con Cragno di Suso che apre troppo il piattone e di sinistro la mette sul fondo. A pochi minuti dalla fine arriva anche l'ultima occasione della partita ed è del Cagliari con Ceppitelli che di sinistro indisturbato spara alto. A San Siro finisce 3-0 per il Milan.

VAVEL Logo