Primi segni di sarrismo: il Brescia sfiora l'impresa contro la Juventus ma alla fine la risolve Pjanic (1-2)

Primi segni di sarrismo: il Brescia sfiora l'impresa contro la Juventus ma alla fine la risolve Pjanic (1-2)

I bianconeri soffrono nel primo tempo, ma nel secondo la ribaltano e portano a casa tre punti preziosi..

ari-radice
Arianna Radice

Il Brescia sfiora l'impresa contro la Juventus, ma alla fine sono i bianconeri a gioire: arriva la seconda rimonta consecutiva per gli uomini di Sarri che dopo il 2-1 contro l'Hellas si ripetono anche questa sera al Rigamonti. 

La squadra di casa passa in vantaggio con Donnarumma dopo 4’ approfitta di una papera di Szczesny. Con il passare dei minuti la Juventus reagisce trovando prima il pari grazie ad un autorete e nella ripresa Pjanic firma il gol che vale tre punti. 

Applausi per il Brescia che tiene testa ai campioni d'Italia per tutta la partita. L'esordio di Balotelli, dopo i quattro turni di squalifica rimediati in Ligue 1, è semibocciato: l'attaccante di casa dimostra di non essere al top. La Juventus, orfana di Cristiano Ronaldo (fermo per un affaticamento muscolare), trova la seconda rimonta consecutiva dopo quella col Verona  e vola al primo posto in classifica (aspettando i risultati di domani ndr) danno i primi segni di Sarrismo

twitter juventus
twitter juventus

LA PARTITA

Pronti e via ed il Brescia trova il vantaggio alla prima occasione da gol: Romulo allarga per Donnarumma che entra in area di rigore e con una fucilata centrale sorprende Szczesny per il vantaggio dei padroni di casa.

twitter brescia
twitter brescia

Dopo qualche minuto di sbandimento la Juventus prova a rispondere al 9' con Rabiot che calcia alto di sinistro da posizione a dir poco favorevole  però finisce sopra la traversa. I bianconeri si svegliano, fanno molto possesso palla, ma la squadra bresciana si difende con ordine e non concede spazi.

La Juventus sfiora il pari con Khedira in area, ma il suo diagonale termina fuori di poco. Sarri però è costretto a cambiare Danilo per un problema muscolare, al suo posto entra Quadrado.

Altra occasione per i campioni d'Italia con Higuain ma era scattato in posizione di fuorigioco. Il Brescia dopo parecchi minuti di sofferenza torna a farsi vedere dalle parti di Szczesny, prima con una punizione di Balotelli e successivamente con Cistana.

Al 40' arriva il pareggio della Juventus: calcio d'angolo dei bianconeri e deviazione di Chancellor nella propria porta. Finisce così il primo tempo sul risultato di 1 pari. 

Inizia il secondo tempo, una ripresa che è un monologo bianconero anche se la prima occasione pericolosa arriva soltanto al 53 con Higuain: il Pipita a tu per tu con Joronen fallisce il gol del vantaggio con il suo tiro di destro che viene parato. Dopo due minuti sono ancora i bianconeri a rendersi pericolosi con Rabiot ma anche la sua conclusione viene murata.

La Juventus non fallisce la terza occasione da gol e passa in vantaggio al 63': sulla ribattuta del calcio di punizione Pjanic calcia a rete e batte Joronen.

twitter juve
twitter juve

Il Brescia non demorde e prova ribaltare la gara con il neo entrato ed ex di giornata, Alessandro Matri ma trova la presa di Szczesny. Sul finale di partita ci riprovano i padroni di casa con Balotelli, ma il suo colpo di testa finisce fuori di poco. 

Finisce 2-1 per la Juventus che trova la seconda rimonta consecutiva dopo quella col Verona ed, almeno per una notte, è prima in classifica.

IL TABELLINO

Brescia - Juventus 1-2 4' Donnarumma (B), 40' aut. Chancellor (B), 63' Pjanic (J)

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Mateju (70' Morosini); Bisoli, Tonali, Dessena; Romulo (85' Ayé); Balotelli, Donnarumma (64' Matri). All. Corini

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Danilo (19' Cuadrado), Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Rabiot; Ramsey (69' Bernardeschi); Higuain, Dybala (80' Matuidi). All. Sarri

Ammoniti: Khedira (J), Bonucci (J), de Ligt (J), Cistana (B)

VAVEL Logo
    CHAT