Milan - Le parole di Giampaolo ed i convocati rossoneri
ACMILAN TWITTER 

Milan - Le parole di Giampaolo ed i convocati rossoneri

Le parole del tecnico rossonero: "So che la sconfitta in un derby porta tante polemiche, ma so cosa abbiamo fatto bene e cosa no".

ari-radice
Arianna Radice

Domani sera il Milan è chiamato a rialzarsi dopo la sconfitta contro l'Inter e soprattutto per un inizio di campionato non eccelso. Marco Giampaolo ha parlato in conferenza presentando la sfida contro il Torino, andiamo a sentire le sue parole.

DELUSIONE TIFOSI - "Dopo il derby c'è delusione. Abbiamo il dovere di ripartire e di rimettere a posto le cose. So che la sconfitta in un derby porta tante polemiche, ma so cosa abbiamo fatto bene e cosa no..E' la cosa più importante, la squadra lavora bene, ha messo da parte la delusione per la sconfitta". 

REAGIRE - "Bisogna reagire a testa alta, bisogna ripartire con determinazione. In questo momento non siamo contenti, nessuno lo è, stiamo lavorando per essere più forti e convincenti".

IL TEMPO - "Una delle prime cose che ho detto è che il tempo sarà il mio primo alleato e il mio primo nemico. Con il tempo sono certo che miglioreremo, ma so che i risultati sono fondamentali in una squadra come il Milan".

IL TORINO - "E' una squadra ostica fisicamente, con buone individualità. Il Milan deve andare a Torino a fare la sua partita".

TURNOVER - "Le scelte che farò sono in funzione alla partita di domani, poi penseremo alla gara successiva".

LA DIRIGENZA - "I dirigenti sono sempre presenti e quando si parla ci si scambia sempre idee e pareri, ma nulla di particola".

PIATEK - "No non è un caso. Dobbiamo migliorare tutti nella fase offensiva. Non c'è nessun caso Piatek e nessun caso sullo schieramento dell'attacco".

SUSO - "Sabato ha iniziato dietro le punte, ma poi è tornato a giocare a sinistra dopo 15-20 minuti...Non c'è solo Suso, devo trovare la quadra tra tutti gli attaccanti che ho".

BONAVENTURA - "Sta molto meglio, cresce giorno per giorno. Domani potrebbe ritagliarsi uno spazio. Può giocare in mezzo o nei tre davanti. Dipende dal modo di giocare, può far tutto".

I CONVOCATI

PORTIERI
Donnarumma A., Donnarumma G., Reina.

DIFENSORI
Calabria, Conti, Duarte, Gabbia, Hernández, Musacchio, Rodríguez, Romagnoli.

CENTROCAMPISTI
Bennacer, Biglia, Bonaventura, Çalhanoğlu, Kessié, Krunić.

ATTACCANTI
Borini, Castillejo, Leão, Piątek, Rebić, Suso.

VAVEL Logo
    CHAT