1-0, min. 13, Mertens. 2-0, min. 45' + 5', Manolas. 2-1, min. 67, Balotelli.
Serie A - Il Napoli regge e vince: battuto 2-1 un buon Brescia

Serie A - Il Napoli regge e vince: battuto 2-1 un buon Brescia

Doppiamente avanti all'intervallo, il Napoli subisce il 2-1 del Brescia e deve poi fare i conti con qualche acciacco fisico. Gli ospiti ci provano senza sfondare. 

antonio-abate
Antonio Abate

Vittoria più difficile del previsto per il Napoli di Carlo Ancelotti. Dopo un primo tempo dominato e concluso sul 2-0 grazie ai goal di Mertens e Manolas, i partenopei subiscono nella ripresa il ritorno del Brescia. Complice anche qualche acciacco di troppo, le rondinelle di Corini accorciano con Balotelli, senza però riuscire a pareggiare. Napoli che sale a quota dodici, Brescia che resta a sei. Annullato un goal per parte dal VAR: Manolas e Tonali gli sfortunati protagonisti delle decisioni arbitrali. 

Padroni di casa che scendono con il 4-4-2. Davanti a Ospina, difesa a quattro composta da Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic e Ghoulam, preferito a Mario Rui. Allan e Fabian Ruiz in mediana, affiancati dagli esterni di centrocampo Callejon e Zielinski. Tandem offensivo composto da Mertens e Llorente. Un più equilibrato 4-3-1-2 per gli ospiti, con Corini che conferma Balotelli e Donnarumma in attacco. Joronen in porta, protetto dai difensori centrali Cistana e Chancellor, con Sabelli e Martella schierati da terzini. Chiavi del centrocampo affidate a Tonali, affiancato dalle mezzali Bisoli e Dessena. 

Napoli subito aggressivo. I partenopei attaccano e mettono alle corde il Brescia. Dopo i primi minuti, i padroni di casa segnano grazie a Dries Mertens. Fabian Ruiz apre per un Callejon particolarmente pimpante che, senza pensarci due volte, mette in mezzo per il folletto belga, bravissimo a trafiggere Joronen sul primo palo. Affatto pago, il Napoli sfiora il goal quattro minuti dopo, quando è Llorente a concludere di mancino trovando l'ottima risposta del portiere bresciano. Sugli sviluppi del corner successivo, Manolas segna ma il VAR annulla tutto. Il greco viene infatti fermato - e ammonito - per un tocco di braccio. Guidati da un Callejon particolarmente pimpante, i ragazzi di Ancelotti cercano il 2-0 anche al ventunesimo: il suo destro non trova lo specchio della porta per questione di centimetri. Timidi cenni bresciani al ventisettesimo, quando è Sabelli a scappare a Ghoulam e a mettere in mezzo. Tiro però ribattuto. Nessun pericolo però per il Napoli, davvero in controllo per tutta la prima parte di frazione.

Al 38' ancora partenopei pericolosi con il tandem Llorente-Mertens. Il gigante ed il folletto, subito molto in sintonia, creano scompiglio nell'area bresciana. Lo spagnolo fa sponda per il belga che, da due passi, spara sull'esterno della rete. Due minuti dopo ci prova invece Zielinski, bella la progressione del polacco ma conclusione a lato. La fase finale di prima frazione conferma l'ottimo momento di un Napoli che ha voglia di raddoppiare per evitare fregature. I ragazzi di Ancelotti non calano di intensità e marcano il 2-0 praticamente a tempo scaduto. Addirittura al cinquantesimo è infatti Konstas Manolas a battere Joronen, questa volta senza l'amara censura del VAR. Da corner, il centrale ex Roma riceve da Maksimovic e colpisce di testa senza trovare opposizioni. Napoli meritatamente avanti per quanto creato. 

Seconda frazione che comincia con un Brescia diverso, più pimpante. Le rondinelle ci provano al 49' con Super Mario Balotelli, la sua punizione viene respinta da Ospina. Un minuto dopo, però, gli ospiti accorciano le distanze con Sandro Tonali. Il destro dalla distanza del classe 2000, dopo il velo di Spalek su suggerimento di Donnarumma, non lascia spazio a un Ospina salvato però dal VAR. Il direttore di gara Manganiello annulla tutto per un fallo di Alfredo Donnarumma su Maksimovic. All'ora di gioco grande occasione per il Napoli: Allan serve Mertens in un cunicolo, il belga tira ma non trova lo specchio della porta. Cinque minuti dopo 2-1 bresciano. Da corner, Mario Balotelli svetta su tutti e segna, approfittando dell'uscita non perfetta di Ospina. Uomo in più dei suoi, l'ex calciatore del Marsiglia si conferma pericolosissimo al 74' e sempre staccando di testa. Il suo tentativo non trova però lo specchio della porta. 

A ciò si aggiunge l'emergenza in difesa per il Napoli, con Ancelotti costretto a mettere Di Lorenzo centrale e a schierare Hysaj al posto di Maksimovic, infortunatosi poco dopo l'occasione di Balo. Anche Ospina, acciaccato, cerca di continuare come può dopo una botta. All'82' tiro di Balotelli su suggerimento di Tonali, nessun problema per il portiere azzurro. La gara scivola via senza troppe emozioni, complici anche i vari cambi adottati da Ancelotti e Corini. Il Napoli riesce a controllare, il Brescia ci prova senza troppa pericolosità. All'87' altra buona occasione di Zielinski, il suo tiro viene bloccato da Joronen. Al 94' tiro di Callejon, anche qui buona parata del portiere bresciano. La sfida finisce dunque così. Migliore in campo per i padroni di casa, Mertens. Per gli ospiti in evidenza Tonali. 

VAVEL Logo
CHAT