Serie A- Caicedo all'ultimo respiro, Lazio corsara in casa del Sassuolo (1-2)

Risolve da subentrato una partita complicatissima Felipe Caicedo. La Lazio trova il vantaggio nella prima frazione con Immobile, il Sassuolo risponde con Caputo, ma al 91' un guizzo incredibile dell'ecuadoriano vale tre punti fondamentali.

Opta per un 4-3-1-2 Roberto De Zerbi con Consigli tra i pali difeso da Toljan, Marlon, Romagna e Peluso. Sulla mediana trovano spazio Locatelli, Magnanelli e Duncan mentre Djuricic, più avanzato sulla trequarti, agisce alle spalle del tandem Boga-Caputo. Risponde con il classico 3-5-1-1 Simone Inzaghi con Strakosha in porta e il tridente difensivo composto da Patric, Luiz Felipe e Acerbi. A centrocampo Lazzari e Lulic operano da fluidificanti ai fianchi di Milinkovic, Leiva e Luis Alberto. In attacco sono intoccabili Immobile e Correa. 

Parte fortissimo la Lazio che nel primo quarto d’ora crea due occasioni da gol. Ci prova prima Correa e poi Luis Alberto, ma in entrambe le conclusioni Consigli si esalta. I biancocelesti continuano ad avere il pallino del gioco in mano mentre il Sassuolo è rintanato in difesa faticando a rispondere. Al 34’ Immobile infila un altro sigillo approfittando anche di un errore grave di Consigli portando meritatamente in vantaggio la formazione capitolina. Poco prima dell’intervallo, però, i neroverdi trovano a sorpresa il pareggio con Caputo che ribadisce in rete una sponda di Peluso.

Avvio di ripresa che comincia sulla falsa riga di quanto accaduto nella prima frazione di gioco. La Lazio attacca mentre il Sassuolo è costretto a difendersi. Ad avere la prima chance, però, sono proprio i neroverdi con Djuricic che calcia a botta sicura, ma Patric mura provvidenzialmente con il corpo. Le due compagini non affondano il colpo, i biancocelesti attaccano al massimo sforzo, ma l'undici di De Zerbi è compatto dietro lasciando davvero pochissimi spazi agli avversari. Al 91', però, la Lazio trova il guizzo che vale i tre punti. Il neoentrato Caicedo scambia benissimo con Luis Alberto e, dopo aver usato il fisico per liberarsi della marcatura, con il destro lascia Consigli fermo ad osservare la sfera entrare in porta.

VAVEL Logo