Al Castellani vincono le difese, Empoli-Torino termina 0-0

Il primo posticipo della 15esima giornata è una gara abbastanza vivace e comunque non noiosa come uno 0-0 potrebbe apparire. Meglio i padroni di casa, che si trovano di fronte un Gillet enorme.

Al Castellani vincono le difese, Empoli-Torino termina 0-0
Cronaca Serie A Empoli Torino Posticipo Lunedì
Empoli
0 0
Torino
Empoli: (4-3-1-2) Sepe; Hysaj, Tonelli, Rugani, Mario Rui; Vecino, Valdifiori, Croce; Verdi (71' Zielinski); Tavano (58' Pucciarelli), Maccarone (80' Mchedlidze). All.: M. Sarri.
Torino: (3-5-2) Gillet; Maksimovic, Jansson, Moretti; Darmian, Bovo, Gazzi, El Kaddouri (80' Farnerud), Molinaro (63' Bruno Peres); Martinez, Quagliarella (71' Amauri). All.: G. Ventura.
ARBITRO: G. Calvarese. AMMONITI: Vecino, Gazzi, Jansson, Moretti, Mario Rui, El Kaddouri. ESPULSI: 90' Jansson.
NOTE: Posticipo della 15ma giornata di Serie A. Si gioca allo stadio Castellani di Empoli. Calcio d'inizio ore 19.00.

Finisce sul punteggio di 0-0 il primo posticipo della 15esima giornata di Serie A, quello tra Empoli Torino, squadre in cerca di punti salvezza per allontanarsi dalla zona calda. E alla fine si devono accontentare di un punto a testa, non poteva essere altrimenti, anche se la squadra di Sarri ha giocato decisamente meglio, ma ha avuto la sfortuna di trovare di fronte un Gillet in giornata di grazia, che ha salvato almeno due buone occasioni. Giocano una partita difensiva i granata, puntando sulle ripartenze di Martinez davanti, ma non pungono mai troppo. Pareggio tutto sommato giusto, che permette ai toscani di arrivare a quota 16, mentre il Torino tocca quota 14.

LE SCELTE - Può contare su tutti i suoi titolari Sarri, che opta per il classico 4-3-1-2 con Verdi dietro le punte Tavano e Maccarone, con Pucciarelli in panchina. Indisponibili solo Guarente e Laurini, recupera invece Valdifiori. Discorso diverso per Ventura, che applica un po' di turnover ma deve fare i conti con le assenze di Masiello, Larrondo, Sanchez Mino, Benassi, Vives e Basha. Un po' in emergenza a centrocampo, decide di avanzare Bovo insieme a Gazzi ed El Kaddouri. Confermato Martinez davanti con Quagliarella, dietro a riposo Glik e Bruno Peres.

PRIMO TEMPO - Il dominio a centrocampo dei padroni di casa si fa sentire per tutto il primo tempo, i mediani granata tendono a schiacciarsi all'indietro e lasciano spazio agli avversari per giocare la palla con facilità, in particolare Valdifiori e Vecino riescono a portarsi spesso avanti creando pericoli. Proprio il mediano di proprietà della Fiorentina sfiora il gol dopo neanche 10 minuti con una gran botta da fuori che passa vicinissima all'incrocio dei pali di Gillet; il portiere belga è protagonista al 13' quando viene chiamato in causa da un destro di Verdi su punizione, lanciandosi sulla sua destra e deviando in corner il piazzato dell'ex di turno. Col passare dei minuti cresce però anche il Torino, pericoloso quando riparte sfruttando la velocità di Martinez, il migliore dei suoi nella prima frazione di gioco: due volte arriva alla conclusione, la  trovando la respinta di Rugani e la seconda tentando la girata dopo un buon contropiede, su cui è bravo Sepe a rispondere. Nel finale torna però a premere l'Empoli, ancora con Verdi, che cerca la conclusione col sinistro dal limite dell'area trovando ancora ottimo Gillet sulla sua strada. Ultima occasione ancora per i toscani nel finale, bella discesa sulla sinistra di Rui sul cui cross basso Vecino trova Moretti che si immola e mantiene il pareggio, che perdura fino al fischio dell'arbitro.

SECONDO TEMPO - Parte sicuramente con un piglio il Torino, più vivace in mediana e sulle fasce: buona palla gol dopo 5 minuti con Quagliarella, che cerca una difficile rovesciata in area, facile però per Sepe. Risposta immediata della squadra di Sarri affidata a Tavano, che sfrutta un errore di Molinaro per concludere col destro, trovando ancora la riposta di Gillet. Il portiere granata, migliore in campo per distacco, è eccezionale a pochi minuti dalla fine, quando sulla linea riesce a tenere un tiro di Pucciarelli deviato che stava diventando un pericolosissimo pallonetto. Il resto del secondo tempo è una partita pressochè equilibrata, entrambe le squadre ci provano senza essere mai pericolose, anche per merito di due difese solide piuttosto che per demeriti propri, in una gara che comunque nessuna delle due sembra voler perdere. Tiene il solito equilibrio l'Empoli, mentre gli ospiti si difendono con ordine, grazie anche al gran lavoro di contenimento di Gazzi e Bovo. Proprio quest'ultimo ha sul piede, a 10 minuti dalla fine, il pallone della vittoria: Amauri spizza, Martinez in area contro due dribbla e scarica al limite dell'area per il piazzato del difensore che spara in cielo una palla che era da piazzare, con tanto spazio a disposizione. Così si riversa in attacco la squadra di casa nel finale, che gioca con l'uomo in più a causa dell'espulsione di Jansson per doppia ammonizione al 90', ma il muro difensivo di Ventura regge, e le squadre si dividono la posta in palio in un pareggio senza reti.