Serie A, siamo al giro di boa

Dopo le vittorie di Juve e Napoli contro Cagliari e Parma, domani a partire dalle 18 tutti gli altri match. Tre punti in palio importanti per le squadre impegnate, in attesa di un 2015 ricco di speranze e sogni.

Sabato alle 18 sarà tempo di Sassuolo-Cesena al Mapei Stadium, scontro salvezza tra due realtà in continua crescita, protagoniste di un momento tutto sommato positivo. Servono punti e saranno pesanti, i padroni di casa avranno il dovere di fare di più, magari condannando proprio i bianconeri di Di Carlo.

Alle 20:45 allo stadio Olimpico di Roma, l'ultimo ostacolo che separa Totti e compagni dal meritato riposo si chiama Milan. Un Milan che arriva dalla preziosa vittoria interna contro il Napoli con entusiasmo. Il periodo giallorosso non è eccezionale, con un nervosismo extra campo che potrebbe disturbare la sinfonia giallorossa.

Domenica a pranzo, Verona-Chievo, e nel pomeriggio scontri infuocati per un posto a ridosso dell'Europa. Tra questi Torino-Genoa e Sampdoria-Udinese. Tolte le prime due, sembra che vinca l'equilibrio, con tante squadre pronte a lottare per un piazzamento prestigioso.

Inter o Lazio, nel posticipo, possono archiviare un 2014 di chiaroscuri e rinascere con l'anno nuovo. La caduta e la rinascita, solo Juve e Roma hanno la maturità necessaria per essere padrone del loro destino.