Serie A, se nessuna spicca il volo...

Una domenica banale e un po' triste quella vissuta in questa giornata numero 31 di Serie A. In attesa della Fiorentina, impegnata contro il Verona, riviviamo le azioni salienti e i momenti più significativi.

Serie A, se nessuna spicca il volo...
Se nessuna spicca il volo...

JUVE PADRONA - La squadra di Max Allegri vince e convince. Segna due gol e non subisce nulla nonostante un avversario, la Lazio, in un ottimo momento di forma. Ora testa alla Champions, con un campionato già in tasca da tempo.

STOP CAPITALE - Roma fa ancora la stupida, impattando contro l'Atalanta in casa. Tra sette giorni contro l'Inter servirà la scossa, per raddrizzare una stagione semi fallimentare.

DELUSIONE MILANESE - Ma veniamo al piatto forte (in negativo) della giornata: il derby di Milano. Se queste sono le due milanesi allora è meglio andare alla ricerca di altri impegni la domenica sera, tipo il bowling o il biliardo. In campo a San Siro solo fantasmi, errori e 22 giocatori normali. Che tristezza.

SALE IL NAPOLI - Dopo la superba prestazione in casa del Wolfsburg, ecco i tre punti contro il pericolante Cagliari di Zeman. La lotta all'Europa non è finita.

ORGOGLIO PARMA - Un plauso a una squadra che tra mille difficoltà sta dando il massimo. Il Parma gioca per dignità e professionalità, e si sta ritagliando uno spazio che merita, in attesa di un nuovo futuro. Auguri.

INCOGNITA SAMP - Quattro punte in campo e nessun effetto sul risultato. Lo 0 - 0 contro il Cesena accende un piccolo campanello d'allarme in casa Sampdoria. L'euforia di Ferrero andrebbe messa in pausa, giusto in tempo per centrare una qualificazione europea che sarebbe meritata e varrebbe oro.