Live Sorteggi Champions League ed Europa League, Juventus-Real Madrid, Napoli-Dnipro, Fiorentina-Siviglia

Live Sorteggi Champions League ed Europa League, Juventus-Real Madrid, Napoli-Dnipro, Fiorentina-Siviglia
Live Sorteggi Champions League ed Europa League, Juventus-Real Madrid, Napoli-Dnipro, Fiorentina-Siviglia

13.00 Per la diretta dei Sorteggi di Champions ed Europa League è davvero tutto. Buon pranzo e buon proseguimento di giornata da VAVEL ITALIA

12.50 Questi invece quelli dell'Europa League:

Napoli - Dnipro
Siviglia - Fiorentina

12.45 Questi quindi gli accoppiamenti delle Semifinali di Champions League:

Juventus - Real Madrid
Barcelona - Bayern Monaco

12.40 Pavel Nedved: "Siamo molto felici di essere di nuovo in semifinale dopo 12 anni. Ho giocato nell'ultima semifinale contro il Real (quando la Juve vinse 4-3 complessivamente nel 2002/03). Sarà una sfida esaltante".

12.35  Sarà quindi una finale anticipata quella tra Bayern e Barcellona, una partita tutta da vivere, con Guardiola che sfiderà la squadra che l'ha fatto entrare nella storia del calcio

12.30 Il commento di Infantino al Sorteggio: "Le semifinaliste della UEFA Champions League hanno un'incredibile storia nella competizione, avendo vinto in totale 21 volte il trofeo tra tutte. 
Senza dubbio tutte le squadre conoscono le difficoltà che le attendono. Ci saranno 4 sfide spettacolari, grandi gol e grandi giocate….che mostreranno il meglio del calcio europeo".

I bianconeri giocheranno l'andata all0 Juventus Stadium

Giocherà quindi contro il Real Madrid la Juventus!!!

L'avversario della squadra di Luis Enrique è il Bayern Monaco!!

12.23 La prima squadra sorteggiata è il Barcellona!!!!

12.20 Sarà l'ambasciatore della finale di Berlino, Karl-Heinz Riedle, a sorteggiare le squadre

12.15 Si passa adesso al Sorteggio della Champions League

Fortunato quindi il Napoli, che pesca la squadra, sulla carta, più modesta. Mentra la Fiorentina incontrerà i campioni in carica del Siviglia

Queste quindi le semifinali:

Napoli - Dnipro
Siviglia - Fiorentina

12.12 L'altra semifinale sarà quindi Siviglia - Fiorentina!

Occhio!! Dnipro!!!! 

E' il Napoli la prima squadra sorteggiata!!!

12.11 Sta per essere sorteggiata la prima squadra!

12.10 Gianni Infantino, Segretario Generale della UEFA, presiede come sempre ai Sorteggi. Essendo rimasta solo una squadra ucraina, rispetto agli altri turni, il sorteggio sarà libero. Questa la presentazione del Segretario Generale della UEFA: "Inizia la parte più importante delle due principali competizioni europee per club. In entrambe mancano quatto partite e sapremo quali squadre giocheranno la finalissima, quella di UEFA Europa League allo Stadio Nazionale di Varsavia il 27 maggio e quella di UEFA Champions League all'Olympiastadion di Berlino il 6 giugno."

12.05 Prima del sorteggio è stato comunicato l'11 della giornata di ritoro dei quarti di finale: Andújar; Antunes, Smolnikov, Klose; Pizarro, Vitolo, Konoplyanka, Perisic, Shakhov, Joaquín, Hulk.

12.00 Si parte quindi con l'Europa League. Ecco le 4 squadre più forti della competizione

11.55 Questo invece il commento di Josep María Bartomeu, Presidente del Barcellona: "Vedremo quel che accadrà. Conosciamo bene Guardiola, è un uomo cresciuto nel Barcellona e ha allenato qui. Le squadre che hanno raggiunto le semifinali meritano tutte di essere arrivate fin qui".

11.45 Javier Mascherano, giocatore del Barcellona, non ha una preferenza rispetto al sorteggio: "Qualsiasi squadra capiterà sarà ostica, e dovremo solo vedere cosa ci porteranno destino e fortuna. Ci mancano solo due partite per arrivare in finale di Champions League, speriamo di giocare due grandi partite e farcela".

11.35 Secondo Paolo Menicucci sarebbe perfetto per la Juventus pescare il Barcellona: "Potrebbe essere un buon sorteggio per i Bianconeri come nell'ultima volta che hanno raggiunto le semifinali – nel 2002/03 – quando hanno eliminato il Barcellona grazie alla rete di Marcelo Zalayeta ai supplementari al Camp Nou. Affrontare Neymar, Lionel Messi e Luis Suárez sarebbe sicuramente un bel test per la migliore difesa del torneo (solo cinque gol concessi in dieci gare)"

11.30 Tutto pronto a Nyon per il sorteggio. Mancano solo 30 minuti e sapremo l'avversario della Juventus

11.10 Un'impresa, l'ennesima, quella del Siviglia di Unay Emery che all'86 con Gameiro conquista la semifinale: “Oggi a Siviglia è festa, peccato che molti nostri tifosi non siano venuti a Pietroburgo per festeggiare con noi, ma abbiano preferito restare a casa, avrebbero gioito il doppio per questo successo. Lo Zenit è una squadra molto forte, che ha creato tante occasioni. La partita è stata nelle mani del destino, per fortuna noi siamo riusciti alla fine del secondo tempo a segnare il goal decisivo, e a chiudere così la partita a nostro favore. Abbiamo condotto il gioco in maniera soddisfacente, sono felice che siamo riusciti a qualificarci in semifinale, e dunque continuare la nostra avventura in Europa. La cosa più importante per noi è aver vinto. E’ vero che Beto stasera ha commesso degli errori, ma in alcune occasioni ci ha anche salvati. Ho deciso di schierarlo, anche se non era in ottime condizioni, perché è un portiere di grande esperienza. Nel complesso, la prestazione fornita stasera dalla mia squadra, tra cui includo anche il contributo di Neto, ci ha portati a questo traguardo importante​”.

​​ 

11.05 Da un'italiana ad un'altra. Montella ha parlato così in conferenza stampa dopo la vittoria sulla Dinamo Kiev: "La squadra ha fatto una grande partita, l'unico neo è il fatto di non aver concretizzato molto. Mi è piaciuta come coraggio, velocità di gioco, occasioni create... Sono contento, questo gruppo meritava questa semifinale. E' un gruppo sano, sono particolarmente felice per loro, anche per chi non è in lista ma sono partecipativi come se lo fossero. C'è grande soddisfazione, lavoriamo per questo. Sono orgoglioso di allenare questi giocatori, mi seguono e portano avanti un'idea di gioco con dei rischi. Sono soddisfatto, ma non appagato. I calciatori soffrono, hanno un carattere, hanno sensibilità, sono veramente contento per loro. Il secondo tempo? Inconsciamente i calciatori hanno rallentato la velocità di pensiero, abbiamo pensato di gestire la partita e colpire al momento giusto. Abbiamo rischiato nel finale, ma la squadra ha sempre avuto la partita in pugno. Le italiane in Europa? Sono contento, ci stiamo riappropriando di una dimensione che avevamo. Mi auguro non sia una chimera, ma possano essercene altre. Gomez? Sono contento per lui e per Vargas, ma soprattutto per come ha giocato la squadra. Salah? Il suo modo di giocare non è egoista, lo abbiamo visto altre volte. A volte è imprevedibile anche per i compagni. Il sorteggio? Non vorrei incontrare il Napoli, è italiana ed è la più forte. Le altre le accetterei molto più volentieri".

11.00 "Da quando sono arrivato la squadra sta scrivendo una piccola ma importante pagina nella storia di questa società, tutti i tifosi devono essere molto contenti. Nel primo tempo abbiamo dimostrato di sappiamo soffrire, nella ripresa abbiamo cambiato qualche movimento ed è andata molto meglio. Peccato per il pareggio, il Wolfsburg ha dimostrato di essere molto forte e questo dà ancora più merito ai miei ragazzi per la qualificazione. Chi incontrare in semifinale? Nessuna preferenza, non possiamo decidere. Possiamo solo aspettare, di sicuro incontreremo una squadra difficile".

Passiamo all'Europa League, iniziando dalle parole di Rafa Benitez al termine della sfida tra il suo Napoli ed il Wolfsburg. 

10.50 Luis Enrique, nel post partita di Barcellona-Psg ha ringraziato ovviamente la squadra per i due successi contro i francesi, ma ha successivamente alzato l'asticella degli obiettivi: "Spero che questa stagione il meglio debba ancora arrivare. I giocatori hanno lavorato duramente per restare in corsa per tutti i trofei. Raggiungere solo la semifinale sarebbe un brutto risultato, lavoriamo per arrivare più lontano. Il nostro obiettivo è quello di avere la meglio sui nostri prossimi avversari in Champions League. Come squadra accettiamo dei rischi. Nel primo tempo abbiamo pressato alto non concedendo loro occasioni. Abbiamo un grande potenziale in attacco e siamo sicuri in difesa. Questa non è matematica. I giocatori non sono macchine. Contro il Valencia il posizionamento della squadra non era corretto come stasera. Questo è il calcio. I giocatori sono abituati a risolvere questo tipo di pressioni".

10.45 "Questa prestazione non e' legata ad ansia da prestazione, ma abbiamo sbagliato molto, anche grazie al loro pressing. Giocare contro il Monaco non e' semplice, ti fanno giocare male, sono simili all'Atletico Madrid. La partita doveva andare cosi', ma e' importante essere andati in semifinale nonostante una partita non brillantissima. C'e' da fare i complimenti a questo gruppo che sta facendo una stagione straordinaria. Ora pensiamo a fare questi benedetti sei punti in campionato e poi ci concentreremo per le semifinali di Champions che la Juve non raggiungeva da 12 anni". Queste le parole di mister Allegri al termine della sfida del Louis II di Monaco, che ha visto trionfare i bianconeri. 

10.40 Queste le parole di Carlo Ancelotti, invece, al termine del derby di Madrid vinto dal suo Real nei confronti dell'Atletico: "Abbiamo segnato al momento giusto, altrimenti avremmo sofferto molto di più. Abbiamo interpretato bene la gara, cercando di evitare problemi in contropiede e sulle palle inattive. Meglio evitare la Juve? Non lo so, intanto complimenti a loro che arrivano in semifinale dopo molto tempo".

10.35 Pep Guardiola, intervenuto a fine gara per commentare la vittoria del suo Bayern sul Porto, ha avuto da ridire sul punteggio, poiché, a detta sua, si sarebbe potuto fare anche meglio: "E' stata un'ottima partitaAbbiamo giocato molto bene nel primo tempo, un po' meno nella ripresa. Posso solo ringraziare i giocatori per quanto fatto. I primi 45 minuti sono stati una reazione alla partita di Oporto di una settimana fa. Sono fortunato ad allenare questi grandi calciatori, ma se i tifosi si aspettano di vincere tutte le partite dovranno andare in giro a cercare un nuovo allenatore".

Iniziamo questa lunga diretta che ci porterà ai sorteggi con le parole degli otto allenatori che si presentano alle Final Four di Champions ed Europa League, partendo ovviamente dai quattro che si giocheranno la conquista della coppa dalle grandi orecchie. 

10.30 Buongiorno amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla dirett testuale dei sorteggi delle Semifinali di Champions League ed a seguire, di Europa League. Da Andrea Bugno e dalla redazione di Vavel Italia, il più cordiale buongiorno in nostra compagnia. 

Siamo oramai arrivati alle fasi finali delle due competizioni più importanti per club del Vecchio Continente. Otto squadre, ognuna con un sogno nel cassetto: alzare la coppa. Oramai non c'è tempo per perdersi in chiacchiere o altro, c'è da scendere in campo, con la voglia di giocarsi due gare come se fossero due finali. 

Tre spagnole, come al solito, una tedesca, ed anche in questo caso, protagonista come sempre, una sorpresa, l'ucraina, ma soprattutto le tre italiane. Finalmente il calcio che porta il vessillo verde bianco e rosso torna a splendere nell'Europa del Calcio, portando tra gli otto posti disponibili in semifinale ben tre squadre: Juventus in Champions League e Napoli e Fiorentina in Europa League. Barcellona, Real e Bayern Monaco le avversarie, temibilissime, oltre ad essere forse un gradino più su, in Champions dei bianconeri; Siviglia, i detentori del titolo, e Dnipro, quelle di azzurri e viola, che rispetto ai torinesi hanno ovviamente maggiori possibilità di arrivare fino in fondo, a Varsavia, ed alzare la coppa. 

Tre italiane in semifinale e la sensazione generale che diventa certezza: ranking alla mano, questa è la migliore stagione di sempre per l'Italia. 18.166 il nostro score annuale, appena 0,2 dietro la Spagna che ogni anno è su queste cifre grazie a due corazzate come Real Madrid e Barcellona. Ancora più importante questa stagione se consideriamo che la Germania è dietro di circa 3.000 punti e l'Inghilterra è crollata in un anno che ricorderà a lungo (ferma con appena 13.571) e che porterà la Premier League a perdere il quarto posto Champions.

Nel ranking l'Inghilterra resta ancora ampiamente avanti, ma a settembre scarterà ben 18.357 della stagione 10/11 mentre l'Italia soltanto 11.571 (e lo stesso accadrà anche tra un anno) portando lo scarto ad appena 4.000 punti. Un risultato inimmaginabile ad inizio stagione, che diventa ancora più eclatante se pensiamo che Juventus, Napoli e Fiorentina sono ancora in corsa e possono portare ulteriori punti (in particolare le due d'Europa League hanno ampie chance per la finale) per un sorpasso virtuale che si avvicina ulteriormente e che permetterebbe all'Italia nella stagione 2016/2017 di riconquistare il quarto posto in Champions League.

Ranking
1 Spagna 98.142 (3/7)
2 Inghilterra 80.391
3 Germania 79.129 (1/7)
4 Italia 69.676 (3/6)

Ranking stagionale
1 Spagna 18.357
2 Italia 18.166
3 Germania 15.571
4 Inghilterra 13.571

Proiezione ranking 2015-16
1 Spagna 79.928 2
Germania 63.463
3 Inghilterra 62.034
4 Italia 58.105

Gli accoppiamenti per le semifinali sono stabiliti tramite sorteggio aperto, cioè senza teste di serie e con squadre provenienti dalle stesse federazioni che possono affrontarsi. La squadra sorteggiata per prima giocherà l'andata in casa il 5/6 maggio e il ritorno in trasferta il 12/13 maggio. Un ulteriore sorteggio stabilirà se la vincitrice della semifinale 1 o quella della semifinale 2 verrà considerata, solo per fini amministrativi, la squadra di casa della finale. La finale si giocherà all'Olympiastadion, a Berlino, sabato 6 giugno.

Risultati nelle semifinali di Coppa dei Campioni: V13 S12
Ultima presenza in semifinale: 2013/14

Scontri diretti in Europa
- Barcelona V3 P3 S2 GF13 GS10
- Bayern V9 P2 S11 GF31 GS33
- Juventus V8 P1 LS GF16 GS18

Partiamo dai campioni in carica: le merengues di Carlo Ancelotti hanno faticato per superare i cugini dell'Atletico, ma ci sono riusciti pur privi di due terzi del tridente offensivo composto da Bale, Benzema e Cristiano Ronaldo. Il gallese ed il francese dovrebbero essere guariti per le semifinali, in ogni caso, il sostituto Hernandez ha dimostrato di saperci fare, è suo il gol vincente contro gli uomini di Simeone. Il Real ha inoltre sfoggiato una grande tenuta difensiva. La statistica potrebbe dare una speranza alla Juventus: da quando la Coppa campioni è diventata Champions League (1993), mai la detentrice del trofeo è riuscita a ripetersi l'anno dopo.

Risultati nelle semifinali di Coppa dei Campioni: V6 S8
Ultima presenza in semifinale: 2012/13

Scontri diretti in Europa
- Bayern V1 P2 S5 GF9 GS15
- Juventus V2 P2 S2 GF7 GS6
- Real Madrid V2 P3 S3 GF10 GS13

Il Barcellona è forse la formazione con più talento, in particolare in attacco, oltre ad essere, probabilmente, quella maggiormente in forma delle quattro. I catalani hanno asfaltato il PSG ai quarti, il temibile trio Messi-Neymar-Suarez è diventato un'irresistibile macchina da gol. La squadra dell'ex-romanista Luis Enrique sfoggia palleggio da brividi e accelerazioni folgoranti. Non a caso è in testa nella Liga ed in finale della Coppa del Re. Forse la difesa non è all'altezza degli altri reparti ma è arduo avvicinarsi dalle parti di Ter Stegen. Il Bayern Monaco, vincitore nel 2013, con il 6-1 al Porto ha fugato ogni dubbio sulla propria competitività, dopo il 3-1 subito all'andata in Portogallo.

Risultati nelle semifinali di Coppa dei Campioni: V10 S6
Ultima presenza in semifinale: 2013/14

Scontri diretti in Europa
- Barcelona V5 P2 S1 GF15 GS9
- Juventus V4 P1 S3 GF11 GS6
- Real Madrid V11 P2 S9 GF33 GS31

Il carattere degli uomini di Pep Guardiola ha sorpreso tutti: dopo il tracollo di Oporto, sembrava davvero al capolinea l'avventura dei panzer in Champions League e soprattutto del tecnico catalano in Germania. Ed invece: 5 gol in 40 minuti e lusitani a casa. Il tecnico catalano dovrebbe recuperare per le semifinali buona parte dei suoi big infortunati, come Robben e Ribery, ma anche Schweinsteiger Alaba e Javi Martinez, che erano mancati nei quarti. Il sogno della finale a Berlino, praticamente in casa, il 6 giugno darà poi ulteriore slancio ai tedeschi. 

Risultati nelle semifinali di Coppa dei Campioni: V7 S3
Ultima presenza in semifinale: 2002/03

Scontri diretti in Europa
- Barcelona V2 P2 S2 GF6 GS7
- Bayern V3 P1 S4 GF6 GS11
- Real Madrid V7 P1 S8 GF18 GS16

La squadra di Max Allegri torna in semifinale dopo dodici lunghissimi anni, fatti di serie B, di fatica a risalire la china, di tre scudetti, nell'era Conte, senza soddisfazioni in Champions League. La squadra dell'ex allenatore di Bari ed Atalanta s'era fermata, al massimo, nei quarti contro il Bayern Monaco, senza riuscire mai a scollinare oltre quel traguardo. Adesso, dopo la doppia sfida vincente contro il Monaco, la Vecchia Signora può tornare nell'elite del calcio europeo e mondiale, provando, da sfavorita, a mettere paura alle tre maggiori potenze del calcio continentale. Impresa difficilissima qualsiasi sarà l'avversario pescato, ma i bianconeri vogliono puntare a Berlino. 

In Europa League (ex Coppa Uefa) un club italiano manca la finale dal 1999. Le semifinali (7 e 14 maggio) potrebbero essere a rischio derby per le italiane (Napoli e Fiorentina in corsa). L'Uefa, per motivi geo-politici, aveva vietato gare fra squadre russe e ucraine, ma dopo le gare di ritorno di ieri, con l'eliminazione di Dinamo Kiev e Zenit, questo pericolo è stato scongiurato. Nel lotto delle quattro semifinaliste è rimasto soltanto il Dnipro, Cenerentola del gruppo dietro Siviglia, campione in carica, Napoli e Fiorentina. Sorteggio libero dunque, che potrebbe mettere di fronte le due italiane (speriamo di no) e garantire almeno un posto in finale ad una nostrana, oppure sperare in un doppio scontro per vedere Varsavia colorata di verde bianco e rosso. 

Bilancio semifinali: V3 L0
Ultima semifinale disputata: 2013/14 

Scontri diretti in Europa
contro Dnipro: nessuno
contro Fiorentina: nessuno
contro Napoli: nessuno

La squadra allenata da Unay Emery, dopo aver evitato lo spauracchio supplementari, è riuscita, all'85 ad avere la meglio dello Zenit di Andre Villas Boas. Un gol di Gameiro ha riportato, un anno dopo, i sivigliani ad un passo dalla seconda finale in due anni. I detentori del titolo non possono che essere i favoriti arrivati a questo punto del torneo e vanno a caccia di un'impresa che è riuscita già nel 2006 e 2007, e che vorrebbero assolutamente bissare

Bilancio semifinali: V1 S1
Ultima semifinale disputata: 1988/89

Scontri diretti in Europa
contro Dnipro: V1 P0 S1 GF5 GS5
contro Fiorentina: nessuno
contro Sevilla: nessuno

L'asso di coppa, Rafa Benitez, è riuscito in un'altra impresa. Dopo 26 anni, e per la terza volta nella sua storia, il Napoli è in una semifinale Europea. C'era riuscito nella Coppa delle Coppe, nel 1976/77, eliminato dall'Anderlecht, e nell'88/89, quando superò il Bayern Monaco prima di trionfare a Stoccarda ed alzare la Coppa al cielo. Gli azzurri sperano di tornare a quei fasti, con Higuain al posto di Maradona. La squadra sembra, sulla carta, la più accreditata per arrivare fino in fondo. Rafa Benitez potrebbe mettere l'ennesimo trofeo nella sua bacheca, portando Napoli sul tetto d'Europa, ventisei anni dopo.  

Bilancio semifinali: V4 L2
Ultima semifinale disputata: 2007/08

Scontri diretti in Europa
contro Dnipro: V3 P1 S0 GF6 GS3
contro Napoli: nessuno
contro Sevilla: nessuno

La viola di Montella, dopo aver superato gli spauracchi Tottenham e Roma, ha avuto strada quasi spianata contro la modesta Dinamo Kiev. All'andata, nonostante l'1-1 finale, i gigliati avrebbero meritato maggiore fortuna, mentre ieri, nella gara di ritorno, i gol di Gomez e Vargas hanno definitivamente chiuso il discorso qualificazione, meritando di partecipare al sorteggio ed alle semifinali. Ovviamente, la squadra dei Della Valle, arriva al sorteggio con due squadre da evitare, Siviglia e Napoli, e con il Dnipro unica squadra leggermente inferiore: ciò nonostante Montella ha dimostrato, contro qualsiasi avversario, di potersela giocare a viso aperto (tranne nei confronti in campionato e coppa con il Napoli), e nessun traguardo le sarebbe precluso. 

Bilancio semifinali: nessuna
Ultima semifinale disputata: nessuna

Scontri diretti in Europa
contro Fiorentina: V0 P1 S3 GF3 GS6
contro Napoli: V1 P0 S1 GF5 GS5
contro Sevilla: nessuno.

Gli ucraini sono senza ombra di dubbio la grande sorpresa di questa edizione di Europa League. La squadra di Markevych (terza in campionato dietro a Dinamo Kiev e Shakhtar) ha staccato il pass per la prima semifinale europea della propria storia stupendo tutti e contro ogni pronostico (complici anche degli accoppiamenti non impossibili): qualificatosi ai sedicesimi come seconda forza nel girone dell'Inter, il Dnipro ha eliminato prima l'Olympiacos ("ripescato" in Europa League come terza classificata nel girone della Juventus in Champions) e poi l'Ajax agli ottavi. Nei quarti di finale il doppio confronto col Bruges non è stato certo di quelli che verranno ricordati a lungo per lo spettacolo espresso in campo (o-o all'andata, 1-o al ritorno), ma gli ucraini sono riusciti nell'impresa di rifilare ai belgi la prima, fatale sconfitta in questa edizione di Europa League.