Tagliavento ne è sicuro: "I migliori al mondo? Gli arbitri italiani"

Dalla prossima stagione gli arbitri indosseranno la maglietta con lo sponsor applicato sulle maniche

Tagliavento ne è sicuro: "I migliori al mondo? Gli arbitri italiani"
Tagliavento ne è sicuro: "I migliori al mondo? Gli arbitri italiani"

Dalla prossima stagione torna lo sponsor sulle divise degli arbitri: l'accordo con Eurovita Assicurazioni, il quale sarà presente sulle maglie dei giudici di gara, per la prima volta nella storia. Di durata biennale, è stato siglato questa mattina nella Sala del Consiglio dal presidente della FIGC Carlo Tavecchio e dell'amministratore delegato della compagnia di bancassicurazione italiana Andrea Battista. 

Paolo Tagliavento, a margine della presentazione, ha esaltato gli arbitri italiani: "Ci si aspetta sempre di migliorare e fare bene. La nuova stagione la stiamo preparando come al solito, lavorando in maniera dura, applicandoci come sempre, e dalla stagione che viene ci aspettiamo di fare meglio. L'obiettivo dell'anno prossimo e' sempre quello di migliorare, fare bene e abbassare la percentuale di errore in maniera importante. I giocatori su cui avere più attenzione? Lo vivremo sul campo. La Goal line technology? Se ci sarà, sarà un aiuto importante, la metodologia la vedremo quando ci raduneremo a Sportilia, poi saprò dire. Arbitri italiani migliori al mondo? Non siamo noi a dirlo ma sono i fatti a documentarlo. Siamo stati sempre ai vertici dei campionati internazionali, c'è il nostro Nicola Rizzoli che si può dire che è momentaneamente l'arbitro che ha avuto tantissime occasioni per dimostrarlo e lo ha fatto ogni volta, e come lui tanti altri arbitri italiani"

All’evento hanno partecipato, come detto, anche il presidente della Figc, Carlo Tavecchio: "Oggi è una cerimonia importante. Andiamo a toccare una maglia intonsa da anni. Siamo soddisfatti. Auguri a Eurovita per il suo investimento e sono sicuro che questo permetterà al presidente Nicchi di impegnare cifre per la crescita di un sistema altamente rappresentativo dell’eccellenza italiana"

Era presente anche il capo degli arbitri Marcello Nicchi: "L’accordo ci permette di recuperare gran parte di quello che eravamo costretti a diluire da quando il Coni ci ha dovuto tagliare le risorse. Devo ringraziare per questa opportunità che la federazione ci offre. Queste risorse non verranno sprecate: saranno tutte investite in formazione, crescita e miglioramento del sistema" 

Dalla prossima stagione i 35mila arbitri di serie A, serie B, Lega Pro e dei campionati dilettantistici nazionali indosseranno la maglietta con lo sponsor applicato sulle maniche, come previsto dal regolamento; all’estero accade già da tempo.