Emozioni a non finire in Serie B

Tra espulsioni, gol e risultati eclatanti, è stata una giornata tutta da vivere.

Emozioni a non finire in Serie B
EMOZIONI A NON FINIRE IN SERIE B

Fortissime emozioni nel turno appena trascorso di serie B: gol, espulsioni (ben 5!), capovolgimenti di fronte e scivoloni. Il primo incredibile risultato, infatti, è il tonfo del Cesena sul campo della Virtus Entella. Indubbiamente l’uomo in più avrà giovato alla compagine di Caputo (in gol) e compagni, ma una squadra che punta all’immediata promozione come il Cesena dovrebbe vincere nonostante certi incidenti di percorso, soprattutto in un campionato come la serie B dove ogni punto può rivelarsi essenziale.

Più leggera, ma al gusto amaro della beffa, la caduta del quotatissimo Cagliari in quel di Terni: a Sau infatti  risponde Vajent a tempo praticamente scaduto. Tra le ‘terze squadre’, le rose cioè che sulla carta dovrebbero puntare solo dal terzo posto in giù, bel 2-0 dell’Avellino contro un buon Modena che fatica però a ritrovare se stesso: la partita rimane incerta fino al gol di Jidajy (minuto 77) e viene definitivamente chiusa con la rete dell’attaccante ex Mechelen Mokulu all’84’. Ancora in cerca della sua prima marcatura la stella Ciccio Tavano, un uomo che potrebbe far comodissimo alla squadra di mister Tesser se solo riuscisse a trovare la propria condizione ottimale.

Scialbo pareggio, inoltre, fra Vicenza e Bari, due squadre anch’esse candidate ai playoff. Ottima la prestazione del portiere Guarna, capace di sventare ben 7 potenziali occasioni da gol dei padroni di casa. Convincente la prestazione del Crotone di Juric che, dopo i 4 schiaffi di Cagliari, riesce ad archiviare la pratica Novara rimontando però solo nei minuti finali, con gol di Torromino all’88’ e Budimir al 92’. Secco, inoltre, anche il 2-0 del Lanciano in casa, contro l’Ascoli (Mammarella e Ferrari gli autori del gol). Mentalmente perfetto il Livorno che ottiene, seppur con tantissima difficoltà, la seconda vittoria del suo campionato contro la neopromossa Como. Per ora i toscani si godono la testa della classifica in solitaria.

Ultima analisi, infine, per Brescia-Salernitana, la partita che ha regalato più gol. I campani sono passati in vantaggio con Schiavi al 44’, hanno subito la rimonta dei padroni di casa (doppio Morosini) e sono riusciti a chiudere il match in parità grazie al terzo gol in questa competizione di Gabionetta nei minuti finali. Per carità, i campani si sono dimostrati avversari arcigni ed indomabili, ma il Brescia non doveva lasciarsi scappare l’opportunità di vincere contro una diretta concorrente nella lotta salvezza. Quando tornerà la leonessa del calcio italiano? Ai posteri, come direbbe qualcuno, l’ardua sentenza.

DI SEGUITO I RISULTATI FINALI:

Avellino-Modena 2-0 (Jidayi al 77’, Mokulu all’84’)
Brescia-Salernitana 2-2 (Schiavi al 44’, Morosini al 55’, Morosini al 79’, Gabionetta all’84’)
Como-Livorno 1-2 (Sbaffo al 14’ Fedato al 42’, Vantaggiato al 65’)
Crotone-Novara 2-1 (Galabinov al 34’, Torromino all’88’, Budimir al 92’)
Entella-Cesena 2-1 (Ragusa al 16’, Sestu al 46’, Caputo al 50’)
Lanciano-Ascoli 2-0 (Mammarella al 43’, Ferrari al 72’)
Ternana-Cagliari (Sau al 40’, Vajent al 96’)