Pari spettacolo tra Verona e Torino: 2-2 il risultato finale

Nel match delle 12:30, la squadra di Mandorlini gioca una partita di grande sostanza ma con il cuore il Toro riacciuffa per due volte i gialloblu.

Pari spettacolo tra Verona e Torino: 2-2 il risultato finale
Verona
2 2
Torino
Verona: (4-3-3) Rafael; Pisano, Marquez, Moras, Souprayen; Sala (Ionita, min. 84), Viviani, Greco; Siligardi (Jankovic, min. 63), Toni, Gomez (Pazzini, min. 84). PANCHINA: Gollini; Albertazzi, Bianchetti, Helander, Ionita, Jankovic, Pazzini, Romulo, Claudio W., Wszolek P., Zaccagni. ALLENATORE: Andrea Mandorlini.
Torino: (3-5-2) Padelli; Bovo, Glik, Moretti; B.Peres, Baselli, Vives, Obi (Acquah, min. 51), Avelar (Jansson, min. 15); Quagliarella, Belotti (Maxi Lopez, min. 58). PANCHINA: Castellazzi, Ichazo; Acquah, Benassi, Amauri, Jansson, Lopez M., Mantovani, Martinez, Prcic, Zappacosta. ALLENATORE: Giampiero Ventura.
SCORE: 1-0, min. 49, Toni (R); 1-1, min. 66, Baselli; 2-1, min. 71, J.Gomez; 2-2, min. 73, Acquah
ARBITRO: Massimiliano Irrati (ITA). Ammoniti Avelar (min. 11), Pisano (min. 62), Jankovic (min. 64), Marquez (min. 81), Toni (min. 91), Baselli (min. 93), Greco (min. 94)
NOTE: 3^ giornata di serie A, Stadio Bentegodi, Verona.

Il Toro non molla mai e agguanta il pareggio al Bentegodi contro la squadra di Mandorlini. I gialloblu vanno in vantaggio per ben due volte con il rigore di Luca Toni ed il goal di Juanito Gomez ma i granata non ci stanno e rimontano in entrambi i casi la rete avversaria: prima con Baselli e poi con il neo-entrato Acquah.

Il Verona si presenta con il classico 4-3-3 con Gomez e Siligardi ai lati di bomber Toni. In difesa titolare Rafa Marquez, in ballottaggio fino a poche ore prima con Helander. Per Ventura solito 3-5-2 con Bruno Peres e Avelar sulle fasce e il debutto da titolare per Belotti al fianco di Quagliarella. A centrocampo Obi sostituisce l'infortunato Benassi.

Il Verona parte forte: subito un'occasione per il vantaggio. Viviani mette forte sul primo palo, Marquez di testa manda di poco alto sulla traversa. Ancora sugli schemi da calcio da fermo si rendono pericolosi il messicano e Moras. I gialloblu pressano a tutto campo i granata che si affacciano poco e niente dalle parti di Rafael, se non 

Nella seconda frazione il Verona trova subito la meritata rete del vantaggio: Juanito Gomez sfonda sulla sinistra, entra in area di rigore e viene messo giù da Jansson. Rigore potente e centrale trasformato da Luca Toni per l'1-0. Ventura prova a reagire, prima, inserendo l'atletismo di Acquah per Obi e spostando Baselli alla sinistra di Vives e poi facendo entrare Maxi Lopez per Belotti, ancora fuori intesa con Quagliarella.

I pericoli maggiori arrivano da corner con Glik che va vicinissimo al pareggio quando Quagliarella schiaccia di testa una palla in area di rigore, ma il capitano polacco non trova la devazione vincente. L'1-1 arriva con il solito Daniele Baselli, 3^ gol in tre partite, con una tap-in sottoporta dopo la parata di Rafael sul diagonale di Quaglia.

Poi, tocca a Gomez riportare avanti i gialloblù, di testa, su una gran punizione tagliata di  Federico Viviani: 2-1. Ma soltanto un solo minuto più tardi l'incertezza di Rafael su un cross di Molinaro regala ad Acquah la rete, che insacca indisturbato nella porta vuota la palla del definitivo pareggio. In classifica il Verona sale a due punti in classifica mentre il Toro aggancia Chievo e Roma in vetta a 7.