Serie B - Anche i ricchi piangono

Giornata piena di sorprese in serie B: il Perugia blocca il Cesena sullo 0-0 e lo Spezia riesce addirittura a sconfiggere, al Picchi, la corazzata Livorno. Malissimo, ancora, la Ternana: all'Arechi è 2-1 grazie al solito Gabionetta.

Serie B - Anche i ricchi piangono
Anche i ricchi piangono

Delle tre, una. Solo il Cagliari infatti, per ora momentaneamente al comando, è uscito indenne dai tre ‘match di fuoco’ di questa quinta giornata di serie B. La squadra sarda, per due volte in vantaggio ma poi prontamente raggiunta, è riuscita a matare un intrepido Latina, dimostrandosi ancora una volta rosa solida e compatta. Leggera scivolata, invece, per il Cesena contro un buon Perugia: 0-0 al Curi. Fa notizia, dopo quattro turni pressoché perfetti, il tonfo del Livorno in casa, contro uno Spezia ormai vera mina vagante della competizione. 1-2 il finale, con Situm e Calaiò marcatori nonché assoluti protagonisti.

Vittoria facile, come avevamo previsto, per il Trapani contro l’Entella: troppo forti i siciliani e troppo friabili in difesa i biancocelesti, al Provinciale è 4-2. Continua l’ottimo momento di forma, poi, del Crotone, capace di uscire vittorioso per 0-2 e senza reti subite dalla sfida contro una poco pericolosa Pro Vercelli. Si riscatta il Modena di Crespo: dopo una serie di prestazioni poco convincenti, infatti, i padroni di casa si impongono per 1-0 contro il Lanciano distanziandosi, almeno momentaneamente, dalle zone basse della classifica.

Partita con pochi gol, solo due, quella tra Vicenza e Pescara. Le due squadre, infatti, si annullano a vicenda, terminando sull’1-1 i 90’. Per la lotta promozione, poi, pareggio che poco serve tra Ascoli e Brescia: uno 0-0, infatti, che smuove ben poco la classifica e non allontana di certo le due formazioni dalla zona rossa della classifica. Ultimo e triste capitolo, infine, da dedicare necessariamente alla Ternana. La bella realtà ammirata lo scorso anno sembra un giocattolino rotto e l’ennesima sconfitta, stavolta contro la Salernitana, non fa che confermare i tanti problemi di gioco e risultati che affliggono la rosa. Saranno i rossoverdi, quindi, i primi a retrocedere? Le prossime gare sapranno darci un risultato più preciso.