Risultato Slovenia U21 - Italia U21, Qualificazioni Euro 2017 Under 21 (0-3): doppio Monachello, Benassi

Risultato Slovenia U21 - Italia U21, Qualificazioni Euro 2017 Under 21  (0-3): doppio Monachello, Benassi
Live Slovenia - Italia, risultato Qualificazioni Under 21 in diretta
Slovenia Under 21
0 3
Italia Under 21
Slovenia Under 21: (5-3-2): Sorčan; Stojanovič, Bajrić, Ejup, Sme, Gorenc Stankovič; Kapun (dal 79' Hotic), Črnigoj, Pihler (dal 56' Stulac); Šporar (dal 72' Bajde), Zahovič.
Italia Under 21: (4-3-3): Cragno; Conti, Rugani, Romagnoli, Murru; Mandragora, Cataldi, Benassi; Boateng (dal 86' Garritano), Cerri (dall'80 Verre), Bernardeschi (dal 61' Monachello).
SCORE: 0-1, min 71, Monachello; 0-2, min 84, Verre; 0-3, min 87, Benassi.
ARBITRO: Bartosz Frankowski (POL) ammonisce Sme (S), Stojanovič (S), Kapun (S).
NOTE: In diretta da Capodistria, Slovenia, la sfida valevole per le Qualificazioni Under 21 ad Euro 2017. Slovenia-Italia, inizio ore 18.30.

Per questa sera è davvero tutto amici lettori di Vavel Italia. Andrea Bugno e la redazione di Vavel vi danno appuntamento a sabato quando vi racconteremo le gesta della nazionale maggiore, impegnata in Azerbaigian. 

L'Italia ottiene una vittoria prestigiosissima in Slovenia e dopo il doppio scontro contro una diretta rivale per la qualificazione si attestano al primo posto del girone a quota sei in compagnia di tre squadre. Gli azzurri legittimano il predominio nella seconda metà di gara, mettendo a segno i tre gol che valgono la vittoria: sblocca Monachello, poi negli ultimi 10 minuti dilaghamo ancora con Monachello e Benassi. 

FISCHIA FRANKOWSKI!!! FINISCE A CAPODISTRIA! 3-0 ITALIA SULLA SLOVENIA! DECIDONO I GOL DI MONACHELLO E BENASSI! 

93' Gestisce tranquillamente la palla l'Italia. Bene così. Bellissima vittoria degli azzurri! 

91' Sinistro di Hotic dal limite, ma Cragno fa ottima guardia centralmente respingendo con i pugni. 

4 minuti di recupero! 

87' BENASSI!!!! TRIS AZZURRO!!! SEGNA ANCHE BENASSI!!! CLAMOROSO AGGANCIO DEL CAPITANO DELL'ITALIA CHE SFRUTTA AL MEGLIO L'ASSIST DI MONACHELLO PER ENTRARE IN AREA E DI SINISTRO BATTERE ANCORA SORCAN!

Ultimo cambio per Di Biagio: entra Garritano, che prende il posto di Boateng. 

84' MONACHELLO!!!! MONACHELLOOOO!!!! RADDOPPIO DELL'ITALIA!!!! GRANDISSIMA CONCLUSIONE DAL LIMITE DELL'AREA DEL TALENTO AZZURRO CHE CON IL MANCINO BEFFA ANCORA SORCAN! 

82' Si chiude bene, con ordine, l'Italia. Romagnoli e Rugani di testa fanno buona guardia. Adesso sembra quasi un 4-5-1 difensivamente l'assetto azzurro, con il solo Monachello davanti isolato. 

80' Secondo cambio per Di Biagio: dentro Verre, un centrocampista, al posto di Cerri

79' CRAGNO!!! CHE PARATA DELL'ESTREMO DIFENSORE AZZURRO SUL DESTRO DI STULAC DALLA DISTANZA! PALLA IN ANGOLO!

76' Grande giocata di Boateng sulla destra, ma l'attaccante azzurro non trova l'assistenza al centro da ottima posizione. C'era Cerri tutto solo al centro. 

74' Ci prova la Slovenia a reagire con il sinsitro dalla distanza di Crnigoj: palla che si spegne tra le braccia di Cragno. 

Azione che si è sviluppata sulla corsia mancina, con il mediano granata che ha pennellato al centro a rimorchio per l'attaccante dell'atalanta che ha girato di prima intenzione sul secondo palo col mancino. Non perfetto Sorcan in quest'occasione. 

71' MONACHELLO!!!!! IL VANTAGGIO DELL'ITALIA!!!! CHE SINISTRO A VOLO SULL'ASSIST DI BENASSI DALLA SINISTRA!!! ITALIA AVANTI!!!!

70' L'Italia sembra padrona del campo, ma la Slovenia si fa pericolosa sempre sull'asse Sporar-Zahovic, il primo apre per Stojanovic che mette al centro per Zahovic che non devia di testa.

67' COSA SI MANGIA MONACHELLO!!! CLAMOROSO!!!! TAGLIO DI BENASSI, PASTICCIO BAJRIC-SORCAN CON L'ATTACCANTE TUTTO SOLO CHE SPARA ADDOSSO AL PORTIERE SLOVENO!

65' Sporar resta a terra dopo aver subito un colpo fortuito da Murru. Serve la barella per portarlo fuori dal campo. 

63' Sporar semina il panico sulla trequarti difensiva italiana, ma non riesce a liberare il destro e viene chiuso da Murru. 

60' CHE OCCASIONE DOPPIA PER L'ITALIA!!! PRIMA BERNARDESCHI SFRUTTA UN PASSAGGIO SBAGLIATO PER ENTRARE IN AREA E CALCIARE COL MANCINO, SUL QUALE SORCAN DEVIA SUI PIEDI DI CATALDI CHE LISCIA! SUGLI SVILUPPI DELL'AZIONE BENASSI CALCIA COL DESTRO A GIRO, FACENDO LA BARBA AL PALO!

Di Biagio sta per mandare in campo Monachello: l'attaccante dell'Atalanta prenderà il posto di Bernardeschi. 

57' Insiste l'Italia! Bernardeschi taglia il campo in possesso palla, scarica per Benassi che si accentra e calcia col destro: sfera deviata in angolo. 

Primo cambio per la Slovenia: dentro Stulac esce Pihler

55' Ruvido intervento di Mandragora su Sporar: punizione per la Slovenia all'altezza della trequarti difensiva azzurra. 

52' BOATENG! ANCORA BOATENG PERICOLOSO! PERFETTO BENASSI TRA LE LINEE, SERVE IL TAGLIO IN AREA DELL'ATTACCANTE CHE TOCCA DI ESTERNO DESTRO, MA SORCAN PARA ANCORA IN USCITA! 

50' Spinge l'Italia! Sugli sviluppi di un corner, battuto con uno schema per il mancino di Mandragora dalla distanza, Romagnoli si trova in ottima posizione in area di rigore, ma stoppa male e non riesce a concludere. 

48' Altro fallo sloveno, stavolta è Stankovic ad atterrare Boateng. 

46' Destro dalla distanza di Crnigoj, palla che termina di poco a lato.

SI PARTE! INIZIA LA RIPRESA CON L'ITALIA CHE DA IL VIA ALLA SECONDA FRAZIONE! 

Tornata in campo l'Italia, c'è attesa per la Slovenia e per la terna arbitrale per riprendere la gara. Non ci sono cambi, si riprenderà con gli stessi effettivi. 

L'Italia esce alla distanza nella prima frazione, con Bernardeschi e Boateng che rispondono alle offensive di Sporar e Zahovic, che sfruttano soprattutto le ripartenze. Partita equilibrata, che vede un leggero predominio azzurro. La squadra di Di Biagio pecca in cinismo, con le occasioni per Boateng e per l'esterno della Fiorentina che potevano avere maggiore fortuna. Bene la coppia Rugani-Romagnoli, attento Cragno. 

FISCHIA FRANKOWSKI! FINISCE IL PRIMO TEMPO A CAPODISTRIA! SLOVENIA ED ITALIA 0-0, CON GLI AZZURRI PROPOSITIVI ED IN PARTITA, COMPATTI IN DIFESA! 

46' Giallo per Stojanovič: bruttissimo intervento alle spalle di Murru, che anticipa lo sloveno e viene atterrato. 

1 minuto di recupero. 

45' CHIEDE IL RIGORE L'ITALIA! CATALDI PER CERRI CHE SPONDA PER L'INSERIMENTO DI MURRU: DOPO AVER SALTATO DUE UOMINI PROVA A CALCIARE, MA EJUP INTERVIENE SULLA SFERA SVENTANDO LA MINACCIA!

43' Tiro-cross di Šporar dalla destra: Cragno respinge centralmente dove c'è soltanto Conti che libera per Bernardeschi. Riparte l'Italia. 

42' Si vede Črnigoj che sradica la sfera dai piedi di Mandragora e calcia dai 30 metri: sfera che termina ampiamente a lato. 

40' BERNARDESCHI!!!! CALCIA COL MANCINO DAL LIMITE DELL'AREA DOPO LA SOLITA SPONDA DI BOATENG: PALLA CHE ESCE DI UN SOFFIO A LATO, MA CON UNA DEVIAZIONE! C'E' ANGOLO! 

39' BOATENG! VA VIA IN VELOCITA' SULLA SPONDA DI CERRI, PROTEGGE LA SFERA COL CORPO MA COL MANCINO CALCIA DI POCO A LATO DA OTTIMA POSIZIONE! 

38' Boateng sponda per Bernardeschi che calcia dal limite col mancino: palla alle stelle. 

35' Bernardeschi va via ancora a Sme, ammonito: l'esterno strattona per l'ennesima volta l'esterno azzurro, che però insiste nell'azione e viene chiuso in fallo laterale. 

32' ANCORA ITALIA! Cataldi imbecca Murru sulla sinistra; l'esterno del Cagliari mette al centro col mancino, Boateng cerca la rovesciata sul secondo palo, ma non trova la porta. 

31' Buona protezione della sfera, alta, di Cerri, che si gira e serve con l'esterno Boateng in profondità: destro dell'attaccante deviato in angolo. 

29' Bernardeschi va via a Sme in ripartenza: ammonito il terzino sloveno che trattiene l'attaccante esterno della Fiorentina. 

27' Pihler prova la giocata al limite dell'area e, dopo una veronica per liberarsi di Mandragora, cerca l'inserimento di Sporar al centro dell'area, ma il passaggio è preda dell'uscita di Cragno. 

24' Fase interlocutoria del match, con le squadre che cercano di superarsi sulle corsie laterali ma entrambe non riescono ad impensierire le retroguardie avversarie. 

Benassi cerca la zuccata all'altezza del primo palo, ma non trova la porta. 

20' CERRI! Si gira di testa del centro dell'area su cross di Murru: Sorçan devia in angolo. 

19' CHE OCCASIONE PER LA SLOEVNIA! SPORAR CALCIA COL DESTRO, ZAHOVIC INTERVIENE SULLA TRAIETTORIA IN SCIVOLATA, MA NON RIESCE AD INDIRIZZARE LA SFERA VERSO LA PORTA SGUARNITA AZZURRA GRAZIE AD UN PROVVIDENZIALE INTERVENTO DI RUGANI!

17' Si vede Sporar in contropiede: il capitano slovacco punta Romagnoli che lo chiude in angolo dopo essere stato puntato dall'attaccante dell'Olimpia. 

Dopo i primi 10 minuti di sterile predominio di possesso sloveno, l'Italia ha preso in mano la gara, andando vicina al vantaggio in un paio di occasioni, oltre ad avere un netto predominio tattico del match e dei ritmi della gara. 

14' GRANDE SCHEMA CHE LIBERA BERNARDESCHI AL TIRO! IL MANCINO DELL'ATTACANTE VIENE RESPINTO CON I PIEDI DA SORCAN, CON CERRI CHE NON RIESCE A CHIUDERE IL TAP-IN! 

13' Punizione dal limite per l'Italia: la conquista Cerri a trenta metri dalla porta slovena. 

11' MANDRAGORA! Ci prova dalla distanza col mancino. Bella conclusione che termina a lato della porta di Sorçan. 

E' chiarissima l'idea dell'Italia di allargare gli spazi e sfruttare le sovrapposizioni di Murru e Conti su Bernardeschi e Boateng. Quando l'azione si sviluppa sulla sinistra, Benassi si inserisce centralmente, andando a sfruttare gli spazi lasciati liberi da Boateng e Cerri. 

6' ZAHOVIC!!!! Che incursione dell'attaccante sloveno: recupera anticipando Mandragora sulla corta respinta di testa di Rugani, salta prima Romagnoli, poi lo stesso difensore della Juventus e calcia di sinistro. Conclusione che Cragno osserva uscire alla sua destra. 

4' CATALDI! Cerca il destro dal limite il mediano della Lazio, conclusione centrale sull'appoggio di Boateng che aveva controllato una sponda di Benassi dalla parte opposta su cross di Bernardeschi dalla destra. 

Italia che si schiera con un 4-4-2, non è un 4-3-3! Bernardeschi agisce largo sulla destra, così come ha fatto in qualche uscita con la Fiorentina!

3' Buona densità a centrocampo dell'Italia, con Boateng che favorisce il recupero e l'inserimento di capitan Benassi centralmente. Il mediano del Torino decide di non affondare da solo, facendo girare la sfera. 

1' Slovenia in possesso palla insistito nella nostra metà campo. Murru ferma Zahovic, che si era allargato sulla destra. 

FISCHIA FRANKOWSKI! PARTITI! E' INIZIATA SLOVENIA-ITALIA!  

18.30 Squadre in campo disposte sul terreno di gioco! Si parte a Capodistria, con la Slovenia che darà il via al match! 

18.25 Puntuali entrano in campo le squadre! Cinque minuti al match, tutto pronto per gli inni nazionali. 

18.15 Un quarto d'ora al fischio d'inizio! Squadre che dopo il riscaldamento sono tornate negli spogliatoi per gli ultimi preparativi in vista del match. Tutto pronto a Capodistria. 

18.05 Particolarissima attenzione l'Italia dovrà fare alla coppia d'attacco slovena, soprattutto ad Andraz Sporar, seconda punta all'occorrenza punta centrale ma di movimento della NK Olimpia Lubiana, che in campionato ha messo a segno otto reti condite da tre assist in 11 gare ufficiali di Prva Liga. Non solo, anche in nazionale l'attaccante ha realizzato 5 reti in 12 gare ufficiali. 

17.55 Arriva anche l'undici della Slovenia, che scenderà in campo con il solito 5-3-2: Sorčan; Stojanovič, Bajrić, Ejup, Sme, Gorenc Stankovič; Kapun, Črnigoj, Pihler; Šporar, Zahovič.

17.45 Sono cinque i precedenti tra Italia e Slovenia, che quest'oggi si affrontano per la seconda volta in pochi mesi. Quattro le vittorie italiane, una nel 1995, una nel 2004, una nel 2005 e quella del settembre scorso; un pareggio, quello del settembre 94, a Nova Gorica, quando Inzaghi pareggiò a Karic. 

17.35 Inizia la nostra diretta testuale con l'ufficialità della formazione scelta da Luigi Di Biagio che sceglie il 4-3-3 confermando Boateng e mettendo Cerri al centro dell'attacco. Questo l'undici completo: 

Italia (4-3-3): Cragno; Conti, Rugani, Romagnoli, Murru; Mandragora, Cataldi, Benassi; Boateng, Cerri, Bernardeschi.

17.30 Buon pomeriggio amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale, live ed, della sfida valevole per le qualificazioni all'Europeo 2017 Under 21 che a Capodistria, Slovenia, vedrà impegnati gli azzurri di Luigi Di Biagio nel secondo match del loro cammino. Da Andrea Bugno e dalla redazione calcio di Vavel Italia, l'augurio di un piacevole pomeriggio in nostra compagnia. 

Secondo match di qualificazione per l'Italia Under 21 di Luigi Di Biagio che dopo la prima uscita, in quel di Reggio Emilia, affronta questo pomeriggio a Capodistria i pari età della Slovenia. Seconda sfida di seguito contro gli sloveni, che si ripropone a distanza di un mese dopo la vittoria firmata Bernardeschi al Mapei Stadium. Una gara a senso unico, che gli azzurrini di Di Biagio dominarono in lungo ed in largo infrangendosi più volte contro il portiere sloveno Sorçan, in stato di grazia. 

La situazione del girone

Situazione complessa ed equilibrata nel girone, con l'Italia che si appresta a giocare una seconda partita alquanto decisiva ed importante. Inseriti nel gruppo 2 delle qualificazioni verso Euro 2017, in questo momento gli azzurrini sono quarti in classifica, che vede in testa la Serbia, che ieri ha travolto 5-0 l'Andorra riproponendo lo stesso punteggio della prima uscita. A pari punti la Slovenia (che ha già giocato tre match) e l'Irlanda (che ha giocato due gare). A quota 3 anche Andorra, che ha giocato ben 5 match, vincendo solo quello contro la Lituania, fanalino di coda a quota 0. 

Lo stato di forma degli azzurri

Di Biagio non potrà contare su Domenico Berardi, convocato da Conte per la Nazionale maggiore e che, in ogni caso, risente ancora dei postumi dell'infortunio muscolare che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco per un mesetto. L'ex centrocampista di Inter e Roma punterà tutto sulla vena di Benassi e Cataldi a centrocampo, mentre in attacco tutto, o quasi, sarà affidato a Bernardeschi, reduce dal gol in Europa League contro il Belenenses, dall'assist a Borja Valero contro l'Atalanta e, soprattutto dal primato in classifica. 

Da recuperare, invece, sia mentalmente che fisicamente, la coppia di centrali: Romagnoli è reduce da un periodo non esaltante con il Milan dopo le difficoltà di risultati e l'espulsione rimediata a Marassi contro il Genoa che gli è costata la squalifica; dall'altra Rugani, che non ha giocato nemmeno un minuto in maglia bianconera in Serie A (due in Champions), e che deve ritrovare ritmo e fiducia dopo un inizio di stagione non esaltante. Tuttavia, la coppia di centrali del futuro dell'Italia, quando vestono l'azzurro sembrano risentire poco dei condizionamenti esterni, mettendo in mostra tutte le loro qualità. 

Le ultime dai campi 

Slovenia - Il ct Gliha deve fare a meno di Ozbolt. Confermato il 5-3-2, con l'intendo come a Reggio di chiudersi e ripartire veloce sfruttando le potenzialità di Sporar e Zahovic. In porta ci sarà lo spauracchio azzurro Sorçan, con Crnigoj, Bajric, Pzhler, Sme e Stojanovic a fare da guardia alla sua porta. In mediana tanto agonistmo abbinato ad una discreta qualità con Kastrevec, Kapun e Krivicic del Bologna. 

Italia - Di Biagio si affida davanti al solito Cragno alla coppia centrale composta da Rugani e Romagnoli. Ai loro lati Murru sulla sinistra e Calabria sulla destra. Cataldi, Benassi e Mandragora sembrano essere certi di un posto a centrocampo, con il dubbio dell'assetto tattico che potrebbe far scalare Garritano sulla linea di mediani. In attacco spazio a Bernardeschi e Monachello. Per il momento solo panchina per Boateng, positivo il suo esordio a Reggio Emilia, e Cerri, che potrebbe entrare a dare manforte al reparto offensivo azzurro a gara in corso.  

Le probabili formazioni

Slovenia (5-3-2) - Sorcan; Crnigoj, Bajric, Pzhler, Sme, Stojanovic; Kastrevec, Krivicic, Kapun; Zahovic, Sporar. Ct: Primoz Gliha.

Italia (4-4-2) - Cragno; Murru, Romagnoli, Rugani, Calabria; Benassi, Mandragora, Cataldi, Garritano; Bernardeschi, Monachello. Ct: Gigi Di Biagio.

Le parole degli allenatori 

Nella classica conferenza stampa pre-partita, il Commissario Tecnico chiude repentinamente la questione Mauri. L'ex centrocampista ducale, ora in forza al Milan, sceglie di non indossare la divisa dell'Under 20, di fatto ammiccando alla tenuta dell'Argentina. Categorico di Biagio: "Mauri è un bravo ragazzo, un bel giocatore. Scegliendo di non rispondere alla convocazione dell’Under 20 ha preso una decisione da rispettare. Era stato mandato con l’Under 20 per farlo giocare un pochino, visto che con il Milan non gioca, ma certo, se oggi si sente argentino non potrà sentirsi italiano tra un mese. Non penso che tornerà a breve". Qualche dubbio sul modulo da utilizzare. Di Biagio deve scegliere tra il consolidato 4-3-3 e un 4-4-2 più coperto, utile per proteggere con più attenzione la retroguardia e colpire le eventuali aperture slovene: "Sarà una gara fondamentale. Ho in mente un 4-4-2 anche se ovviamente conosciamo anche il 4-3-3 e possiamo usarlo all'inizio o durante la partita. Molti dei ragazzi giocano poco nei club ma basta parlarne, non ha senso aprire una polemica inutile. Ogni società avrà le sue ragioni per non utilizzarli". Lo scarso utilizzo di Rugani, al momento non la prima scelta di Allegri alla Juventus, non preoccupa. Il rientro di giocatori di classe e personalità nella nazionale "minore" spinge i compagni a un contributo superiore. Con Rugani e Romagnoli l'Under solleva un muro che trascina l'intero gruppo: "Vorrà dire che userà queste due partite per accumulare minutaggio. Rugani e Romagnoli si sono calati di nuovo in questa realtà in modo incredibile, a Reggio Emilia contro la Slovenia nella prima partita del girone sono stati i migliori in campo. Quando i due giocatori più importanti si comportano così, tutto è più semplice". Chiusura per Benassi e Bernardeschi. Il primo, simbolo del Torino di Ventura, è uomo di dinamismo e tempra, il secondo, artista nella Firenze di Sousa, è il gioiello in grado di ribaltare gerarchie e piani prestabiliti: "Bernardeschi è uno dei leader della squadra, Benassi l’ho scelto come capitano un po’ a pelle. Se lui lo legge magari si arrabbia, ma la mia idea era avere un capitano che restasse nel gruppo per due anni. Poi chiaro, se Conte lo chiamerà, sarò contentissimo".

Il precedente

Un gol su rigore del talento della Fiorentina basta alla nazionale di Di Biagio per avere la meglio sulla Slovenia, prima in classifica nel girone di qualificazione verso Euro 2017. La squadra azzurra gioca bene e sfiora il vantaggio più volte nel corso del primo tempo, ma si ferma davanti ad uno stratosferico Sorčan. Nella ripresa il penalty decisivo.

Italia - Slovenia 1-0 (Bernardeschi)