Risultato Inter - Roma, Serie A 2015/16 (1-0)

Risultato Inter - Roma, Serie A 2015/16 (1-0)
Inter
1 0
Roma
Inter: Handanovic; D'Ambrosio(Ranocchia 78'), Miranda, Murillo, Nagatomo; Guarin, Medel (Kondogbia 51'), Brozovic; Ljajic, Jovetic (Palacio 65'), Perisic. Allenatore: Roberto Mancini
Roma: Szczesny; Maicon, Manolas, Rudiger,Digne; Florenzi(Iago Falque 64'), Nainggolan, Pjanic; Gervinho (Iturbe 84'), Dzeko (Vainqueur 78'), Salah. Allenatore: Rudi Garcia
SCORE: 1-0, min 31, Medel.
ARBITRO: Nicola Rizzoli . Ammoniti: Pjanic (min.42), Guarin (min.59), Handanovic (min.70), Ljajic (min.91) Espulsi:Pjanic(min.74)
NOTE: Dallo stadio Meazza in San Siro, Milano, la diretta di Inter-Roma, anticipo della undicesima giornata del campionato di calcio di Serie A

22:51 - Si conclude qui la diretta testuale di Inter-Roma! Un saluto e una buona nottata da Gennaro Totorizzo e dalla redazione di Vavel Italia,vi rimandiamo agli appuntamenti di domani, con tutta la Serie A  e il calcio internazionale live, solo su vavel.com! Buon calcio!

22:45 - La Roma non riesce a fuggire e a confermarsi la regina del campionato, che a questo punto diventa veramente imprevedibile, tutto è ancora aperto!

22:45 - L'Inter colleziona il suo 6° 1-0 della stagione, quanto basta per andare a 24 punti e staccare la Roma di un punto, c'è una nuova capolista in Serie A!

FINISCE QUI! INTER BATTE ROMA 1-0 E SI PORTA IN TESTA ALLA CLASSIFICA!

95'- Ammonito Digne, sta per concludersi questo anticipo!

93' - L'Inter batte una serie di angoli che le permettono di perdere del tempo prezioso, ultimo tentativo della Roma che non viene sfruttato

91'- L'arbitro assegna 5 minuti di recupero, ma la Roma non sembra sfruttarli al meglio

90' - Ultimi sprazzi di Roma, parata di Ljajic su un cross dalla sinistra e giallo

88' - Sugli sviluppi dell'angolo coast to coast strabiliante di Perisic che però sfinito serve debolmente Palacio solo in area, la Roma recupera

88' - Maicon tenta da fuori ma la palla viene pericolosamente deviata da Murillo, sarà angolo

86' - Assedio Roma, l'Inter non riesce ad uscire dalla propria area. Anche se in 10, i giallorossi non mollano

84' - Esce Gervinho ed entra Iturbe, ultimo cambio per la Roma

81' - Ora gestisce la palla l'Inter, è a 9 minuti da una grande vittoria. Più passa il tempo e più per la Roma si fa dura

78' - Cambio Inter : Esce D'Ambrosio, entra Ranocchia

78' - Secondo cambio Roma: esce un pessimo Dzeko ed entra William Vainqueur

77' - Ammonito Palacio per aver ostacolato Szczesny

77' - Sfrutta subito l'uomo in più l'Inter! Palacio con un traversone cerca Perisic sul secondo palo, l'ala la metta al centro e Brozovic spara un siluro ma il Szczesny dice di no

74' - ATTENZIONE, ROMA IN 10! ESPULSO PJANIC! Ingenuo intervento di mano del bosniaco a centrocampo, doppio giallo e sotto la doccia! Ora per i giallorossi si fa veramente dura

72' - Questa volta è Rudiger su calcio d'angolo a spedirla fuori di testa, la Roma continua ad attaccare

70' - Handanovic perde tempo e Rizzoli non perdona, cartellino giallo.

67' - Su calcio d'angolo riesce a colpire di testa Manolas con uno stacco perentorio, di poco sopra la traversa

65' - Esce Jovetic, entra Rodrigo Palacio, secondo cambio per i nerazzurri

64' - Esce Florenzi, entra Iago Falque. Partita incolore del centrocampista giallorosso

62' - Ancora Handanovic! Ma cosa sta parando il portiere nerazzurro?! Florenzi cerca di piazzarla dal limite dell'area ma Handanovic si distende e respinge, ancora Salah di testa cerca di insaccarla ma ancora Handanovic dice di no, Murillo rischia un autogol ma è ancora il portiere in versione Superman a metterla fuori, incredibile.

61' - Salah si mangia il gol del pareggio! Va in solitaria ma si fa incantare da Handanovic davanti alla porta, partita straordinaria del portiere serbo!

59' - Giallo per Guarin. Messo giù Rudiger a centrocampo con un fallo da dietro, giusto l'intervento di Rizzoli

58' - Ora è l'Inter che attacca, tiki-taka dei nerazzurri che cercano di sorprendere la retroguardia giallorossa

55' - Cosa spreca ancora Dzeko! Maicon lo serve con un campanile di esterno, il bosniaco controlla di petto ma sbaglia a servire Pjanic all'indietro. Prestazione veramente inguardabile del numero 9

52' - Occasionissima Roma! Pjanic pennella da calcio d'angolo un cross ben calibrato sulla testa di Dzeko che schiaccia, Handanovic riesce a respingere

51' - Esce Medel ed entra Kondogbia, primo cambio per i nerazzurri. Standing ovation per il pitbull, grande partita per lui

48' - Tegola per Mancini, Medel è dolorante e sarà costretto ad uscire

47' - La Roma subito in attacco! I capitolini devono inseguire e quindi saranno costretti a scoprirsi, l'Inter pronta a ripartire in contropiede

46' - E allora si ricomincia! Fischietto in bocca per Rizzoli, riparte Inter-Roma! Prima palla per gli ospiti

21:47 - Ritornano in campo le due squadre, è tutto pronto per la seconda frazione di gara

Intervallo - Dopo le splendide prestazioni offerte, arriva il primo gol del "pitbull" Gary Medel, sia stagionale che in generale con la maglia nerazzurra.

Intervallo - Bisogna però lodare la decisione di Mancini di tenere in panchina Maurito Icardi. Per il gioco mostrato oggi sarebbe stata inadatta una punta statica, bene Jovetic che si muove tanto e gioca di sponda anche a centrocampo

Intervallo - Una Roma imprecisa e nervosa fa il gioco di un'Inter cinica e attendista. In ombra tutto il reparto offensivo giallorosso, da 7 invece il centrocampo interista così come gli esterni d'attacco.

45'+1 - Scade il minuto di recupero concesso, duplice fischio di Rizzoli. L'Inter conclude il primo tempo in vantaggio con rete di Medel al 31'

45' - Ancora occasione Inter da fuori! Guarin manda al bar un paio di difensori giallorossi al limite dell'area e la spara forte e rasoterra verso l'angolo destro, fuori di pochissimo

42' - Ammonito Miralem Pjanic per proteste su un tocco di mano di Brozovic

40' - Dzeko in tema halloween stasera, si è vestito da fantasma e non segue le iniziative dei compagni

39' - La Roma si fa vedere in avanti ma senza convinzione: Digne recupera palla sulla fascia e la mette in mezzo, facile la presa di Handanovic

38' - L'Inter attacca con aggressività e la Roma non riesce più ad uscire. I giallorossi subiscono il contraccolpo dello svantaggio

Vediamo il gol di Medel:

33' - Ora l'Inter avanza sulle ali dell'entusiasmo, Guarin tenta di sfondare a centrocampo ma viene fermato irregolarmente da un Pjanic meno lucido del solito. Graziato dall'arbitro, ci stava il giallo

31' - VANTAGGIO INTEEEEEER! GAAAARY MEDEEEEEEL LA PIAZZA ALL'ANGOLINO! Il cileno scaglia una freccia a fin di palo dalla distanza, il portiere giallorosso non riesce a deviarla e gonfia la rete, 1-o INTER!

28' - L'Inter non riesce a sfondare e quindi ci prova da fuori: Jovetic tira con potenza dalla distanza e la palla non va lontano dallo specchio della porta

27' - Maicon perde palla a metà campo, la recupera Perisic che va da solo verso la porta, tiro debole che non impensierisce il portiere

23' - INCREDIBILE OCCASIONE ROMA! Maicon calcia a colpo sicuro dal dischetto, salva Handanovic, la palla finisce sui piedi di Dzeko che la colpisce a botta sicura ma si fa murare da D'Ambrosio da 2 metri

22' - Ora fase di stallo, molti errori a centrocampo delle due compagini

19' - Handanovic sbaglia il rinvio, recupera Gervinho che tenta il dribbling tra due ma guadagna solo un calcio d'angolo, non sfruttato dai giallorossi

16'- La partita diventa spettacolare, è l'Inter ad avere la palla dell'1-0! Ljajic va sul fondo e la mette in mezzo ma la difesa della Roma spazza e Szczesny si salva

15' - Occasionissima Roma: Digne piazza un cross con il contagiri per Dzeko che non impatta al meglio ma la indirizza verso la porta: Handanovic salva

13' - L'Inter prende fiducia, ora comanda in fase offensiva ma la difesa della Roma è attenta nelle coperture

10' - La trama della partita è chiara: l'Inter lascia il possesso della palla alla Roma, che però con un Gervinho che sembra in giornata è pericolosissima

9' - La partita si apre, le squadre lasciano parecchi spazi che però almeno per ora nessuno riesce a sfruttare

8' - Occasione Roma, Salah tenta il tiro da fuori, viene rimpallato da Perisic che alza un pericoloso campanile, l'egiziano colpisce di testa ma la palla finisce sul fondo

7' - Ancora Gervinho insiste sulla linea di fondo e guadagna un angolo, sul quale l'Inter riparte in contropiede

6' - Bella trama tra Florenzi e Gervinho sulla destra, la difesa dell'Inter riesce a spazzare

4' - Le squadre si studiano, ritmo molto blando in questo avvio. Primo affondo della Roma, ma la difesa dell'Inter riesce a gestire

3' - Curiosità, Rizzoli ha sostituito il pallone prima del fischio d'inizio perchè sgonfio.

1' - Scontro di gioco tra Rudiger e Jovetic, rimane a terra il difensore della Roma che subisce una botta in testa, nulla di grave.

20:47 - PARTITI, INCOMINCIA INTER-ROMA!

20:44 - Le squadre scendono in campo sotto le note di "O Generosa", fantastica la cornice di pubblico. Ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad una grande partita!

20:43 - Out anche Kondogbia per scelta tecnica, inizio di stagione molto sotto le aspettative per lui. Intanto giocatori della Roma concentratissimi nel riscaldamento, è una partita che può decidere una stagione, può permettere ai giallorossi di allungare e sognare in grande.

20:37 - Mancano 10 minuti al fischio d'inizio! Garcia e Mancini schierano i propri uomini a specchio, 4-3-3 per entrambe le compagini. Gli allenatori vogliono sfruttare l'abilità sulle fasce da una parte di Ljajic, in prestito proprio dalla Roma, e di Perisic, e dall'altra di Salah e di un Gervinho in forma strabiliante, già 5 i gol messi a segno.

20:29 - Ecco il riscaldamento delle due squadre

20:24 - Mauro Icardi, l'escluso eccellente, ha esordito in Serie A proprio in Roma-Sampdoria del settembre 2012, conclusasi 1-1.  Ha segnato due gol contro i giallorossi, incluso quello nella scorsa stagione.

20:22 - Pronto lo spogliatoio dei nerazzurri, ma stranamente manca una maglia, quella di Icardi, oggi relegato in panchina

20:14 - Ma entriamo nel vivo di questa sfida, ecco le formazioni ufficiali:

INTER: 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 25 Miranda, 24 Murillo, 55 Nagatomo; 13 Guarin, 17 Medel, 77 Brozovic; 22 Ljajic, 10 Jovetic, 44 Perisic.
A disposizione: 30 Carrizo, 5 Jesus, 7 Kondogbia, 8 Palacio, 9 Icardi, 11 Biabiany, 12 Telles, 14 Montoya, 21 Santon, 23 Ranocchia, 27 Gnoukouri, 97 Manaj.
Allenatore: Roberto Mancini

ROMA: 25 Szczesny; 13 Maicon, 44 Manolas, 2 Rudiger, 3 Digne; 24 Florenzi, 4 Nainggolan, 15 Pjanic; 27 Gervinho, 9 Dzeko, 11 Salah.
A disposizione: 26 De Sanctis, 5 Castan, 7 Iturbe, 14 Iago Falque, 16 De Rossi, 18 Ponce, 21 Vainqueur, 23 Gyomber, 33 Emerson, 35 Torosidis, 48 Ucan, 97 Sadiq.
Allenatore: Rudi Garcia

20:13 - Intanto nel primo anticipo della giornata, la Juventus ha vinto il Derby della Mole per 2-1 con un gol all'ultimo respiro di Cuadrado. Di Pogba (19') e Bovo (51') le altre reti.

20:08 - Non si può dire che questa partita sia come le altre. Da sempre teatro di grandi sfide, ricche di gol, ha deciso interi campionati come nell'era di Mancini e Mourinho, finali di Coppa Italia. Insomma, è una partita che conta, e siamo pronti a raccontarvela.

20:04 - Dallo stadio Giuseppe Meazza in San Siro, benvenuti a questa diretta testuale di Inter-Roma, valevole per l'11° giornata di Serie A Tim 2015/16, da Gennaro Totorizzo e da Vavel.com!

Buonasera amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale, live ed, del secondo dei due anticipi della undicesima giornata del campionato di calcio di Serie A. A San Siro si sfidano due delle maggiori candidate alla vittoria finale: Inter-Roma sancirà l’aggancio da parte dei neroazzurri alla vetta oppure la fuga dei giallorossi. Da Gennaro Totorizzo, da Andrea Bugno che ha curato la presentazione alla gara e da tutta la redazione calcio di Vavel Italia, l’augurio di una piacevole serata in nostra compagnia.

San Siro torna a ruggire, come ai bei tempi. Le grandi sfide tra Inter e Roma, finite nel dimenticatoio da alcuni anni, sono tornate. Roma prima, Inter seconda, il piatto è ricco. Dopo anni di sfide al ribasso, ecco la qualità, la forza, il talento. Miglior attacco (terzo d'Europa, la Roma) contro miglior difesa (l'Inter, bucata 7 volte). Una vittoria Roma da il via alla fuga, la vittoria nerazzurra significa vetta, con 24 punti. Se dovessero vincere, domenica, anche Napoli e Fiorentina, si creerebbe un trio curioso in testa, segno di un campionato incerto come pochi.

L'Inter, dopo due partite fuori casa, torna a solcare il campo di San Siro dove dovrà vedersela con la capolista Roma per una sfida tra teste di serie dal sapore retrò. Era infatti dal 2010 che Inter e Roma non si affrontavano al vertice, da quando le due squadre dettavano legge in Serie A. Ora però, rispetto a 5 anni fa, ad essere davanti sono i giallorossi di Garcia, sicuramente la squadra più in forma del campionato, mentre i neroazzzurri occupano la seconda posizione con Napoli e Fiorentina. Il match quindi è di grandissima importanza, soprattutto per l'Inter che ha bisogno di tornare a vincere con le grandi, fino ad ora infatti ha battuto solo il Milan prima del pareggio con la Juve e della pesante sconfitta con la Fiorentina. Il percorso è lungo, ma restare saldi in classifica permetterebbe di continuare a lavorare con maggiore tranquillità e, giocando di sabato, metterebbe pressione anche alle rivali.

Che partita vedremo 

Entrambe le squadre arrivano cariche al confronto, rinfrancate da risultati utili dopo periodi non facili. In campionato il periodo no della Roma non c'è stato, ma l'aria di malumori è stata spazzata via con 5 vittorie significative, frutto di 17 reti: un record.

L'Inter continua a stupire per il cinismo, ma non abbaglia per bellezza e rapidità del gioco. Vittoria importanti, quella con il Bologna nel turno infrasettimanale, dopo 4 turni complicati. A rischiare di più, però, è la Roma: mercoledì all'Olimpico arriva il Bayer Leverkusen, inevitabile il pensiero a questa sfida, l'Inter senza coppe ne può trarre vantaggio soprattutto mentale. Vedremo quindi un match molto tattico, con dispendio fisico per entrambe le squadre. Occhi su Brozovic, apparso superiore a Kongdobia, fin qui deludente. Occhio anche alla voglia di Jovetic, a secco dalla seconda di campionato, nonché su Icardi, tornato al gol martedì.

In casa Roma chiaramente l'osservato speciale è Dzeko, in netta ripresa dopo i problemi di ottobre. Il gol è nell'aria, per il bosniaco. Attenzione anche a Pjanic, connazionale di Dzeko, dal piede caldissimo. Gervinho e Salah, inoltre, sono in splendida forma e capaci di far male alla difesa nerazzura, alle volte apparsa statica. In casa Inter gran parte della sicurezza difensiva la da Handanovic, portierone cercato anche dalla Roma.

Le ultime dai campi 

Inter - I neroazzurri di Roberto Mancini scenderanno in campo con il modulo 4-3-1-2, la linea difensiva a quattro sarà composta da Santon, in vantaggio su Nagatomo, si riformerà la coppia di centrali difensivi con Murillo al rientro dopo la squalifica al fianco di Miranda, sulla sinistra Juan Jesus utile sopratutto in fase difensiva; a centrocampo peserà l'assenza di Felipe Melo squalificato, il suo posto verrà preso da Brozovic, le altre due pedine di centrocampo saranno il mastino Medel ed il dinamico Guarin; sulla trequarti agirà Perisic in splendido stato di forma; in avanti accanto all'intoccabile Icardi giocherà Jovetic preferito a Ljajic, ex della partita, pronto però a subentrare dalla panchina.



Roma - La squadra di Garcia non ha un modulo ben definito, così come l'Inter. Ipotizziamo il 4-3-3, pronto a colpire in velocità con gli esterni di difesa e d'attacco; in porta il polacco Szczesny; nella difesa a quattro Florenzi andrà sulla fascia destra al posto del'ex Maicon, al centro Manolas-Rudiger, sulla sinistra agirà Digne; a centrocampo De Rossi, o se il romano non ce la farà, Vainqueur. Al suo fianco la forza fisica di Nainggolan e l'estro di Pjanic; in avanti il rientrante dalla squalifica Salah vince il ballottaggio con Iago, l'altro attaccante esterno sarà Gervinho, "centro boa" sarà naturalmente il prezioso bosniaco Dzeko.

Probabili formazioni

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Santon, Murillo, Miranda, Juan Jesus; Brozovic, Medel, Guarin; Perisic; Icardi, Jovetic. All.: Mancini

Roma (4-3-3): Szczesny; Florenzi, Manolas, Rudiger, Digne; Nainggolan, De Rossi, Pjanic; Salah, Dzeko, Gervinho. All.: Garcia

Le parole degli allenatori

Mancini: "Contro la Roma non sarà una sfida decisiva, ma molto importante per entrambe le squadre. Il campionato sarà molto lungo e ricco di difficoltà. Dobbiamo migliorare rispetto alla Roma, che ha avuto difficoltà all'inizio e ora si è ripresa, loro hanno giocatori che giocano insieme da tanti anni". Tornata numero undici, quattro squadre che tentano l'allungo, la Juventus in difficoltà. Equilibrio evidente all'alba della partita tra Inter e Roma. Sul piatto, motivazioni e giochi mentali. Chi vince, può inficiare la fiducia altrui, prendere vantaggio in termini di autostima ancor prima che sulla tabella dei numeri. "Una vittoria ci darebbe forse più consapevolezza, ma sappiamo che sarà una partita bella e difficile. Siamo all'undicesima, non può essere decisiva. Partita importante in caso di vittoria perché darebbe grande forza. In generale è meglio far bene il secondo tempo, se nel primo riesci ad essere compatto e non subire gol. Dovremo cercare di far bene per 95 minuti". Partita che si racconta rapidamente. Rivalità accesa dal periodo post-Calciopoli, in superficie ora, con il ritorno dell'Inter targata Mancini - Thohir. La presenza del pubblico può incidere sulla sfida, caricare l'undici di casa e inibire la formazione ospite. "In una gara come quella di domani posso non chiedere nulla, la concentrazione viene automatica in certi match. Poi in partita può succedere qualsiasi cosa, ma la concentrazione non sarà un problema. La gente sarà presente al Meazza e se lo stadio sarà pieno come nel derby o con la Juventus, i tanti tifosi ci daranno sicuramente una mano". Il tecnico elogia poi l'operato di Garcia. La Roma rilancia la sua candidatura al titolo, dopo una stagione, la scorsa, a tinte negative. Al momento, la squadra guidata dal transalpino è la principale pretendente al trono, Napoli permettendo. "Conosco abbastanza bene Roma, è normale che ci sia entusiasmo, ma le partite sono tutte da giocare. Garcia ha fatto benissimo, non è un ambiente facile, è sempre arrivato in alto, è un allenatore bravo, esperto, adattissimo al calcio italiano e ad una piazza come Roma". Mancini ha le idee chiare, infine, sulla formazione da opporre a Garcia. Senza Melo, mediana affidata a Medel, davanti prosegue la "conoscenza" tra Jovetic e Icardi. L'Inter stenta in zona gol, ma il tecnico non mostra alcuna preoccupazione. I numerosi ritocchi nell'undici iniziale impongono un periodo di adattamento. "Icardi e Jovetic hanno giocato poche partite insieme per essere consapevoli di quello che possono fare. Ljajic ha fatto molto bene a Bologna, è stato bravo anche se era davanti alla porta a servire l'assist a Mauro. Dubbi di formazione? Tra Handanovic e Berni, perché Carrizo è infortunato. La difesa sta lavorando bene, in attacco abbiamo creato occasioni ed è strano non aver segnato più gol. A centrocampo escluso Felipe Melo ho quattro giocatori per tre posti".

Il tecnico della Roma è apparso abbastanza sereno in conferenza stampa, conscio delle proprie potenzialità e forte del primato raggiunto grazie alle 5 vittorie consecutive. Garcia inizia intervenendo sulla condizione di alcuni giocatori chiave, De Rossi e Dzeko: "Daniele sta melgio, migliora ogni giorno. Abbiamo l'allenamento di questo pomeriggio per valutare", ma sembra orami certo l'impiego del capitano giallorosso dal primo minuto. "Su Edin, mi piace ciò che ha detto perché dimostra con le parole ciò che fa in campo, essere molto utile alla squadra. Arriverà il suo momento quando sarà al 100% sul piano fisico. In avanti abbiamo tante soluzioni come quelle di portare i cross in area per lui. Gervinho può fare degli assist, Salah dev'essere in grado o di segnare o di far segnare Edin". Il tecnico transalpino si sofferma anche sull'Inter, analizzandone sia gli aspetti tattici che mentali: "Non lo so, hanno usato differenti moduli di gioco. Non c'è Melo, ma hanno soluzioni diverse a centrocampo. Hanno singoli di alto livello. Sappiamo cosa possono fare, possono aspettare o fare un pressing alto. Dobbiamo essere pronti a tutto e in grado di fare la nostra partita. Sul piano psicologico questa striscia di vittoria ci mette in una buona condizione. Dobbiamo pensare solo a questa gara, se finiremo stanchissimi va bene lo stesso. Poi penseremo alla Champions". Sulle gestione degli uomini, mai facile in una piazza come Roma, pronta a mettere alla gogna il proprio tecnico al minimo passo falso: "Penso che la partita di Maicon contro l'Udinese sia stata possibile perché ha giocato contro il Sassuolo e contro il Carpi. I non titolari di oggi possono diventare i titolari di domani. Parlo molto con loro. Chi gioca ha bisogno di meno attenzioni e questo lo faccio sempre perché tutti i miei giocatori sono importanti. Per essere pronti poi devono allenarsi bene e poi devono giocare un po', per questo motivo poi sono pronti come Maicon ha dimostrato".

I precedenti

82 i precedenti tra Inter-Roma allo stadio Giuseppe Meazza: 43 le vittorie dei nerazzurri, 25 pareggi e 14 vittorie esterne dei capitolini. Nell’ultima sfida nella stagione 2014/15 è stata la squadra di Mancini a trionfare per 2-1: Hernanes porta in vantaggio i padroni di casa al 15’, Nainngolan porta il risultato in parità al 63’ ed è Icardi all’88’ a regalare i tre punti ai nerazzurri.