Serie B - Cagliari e Crotone non deludono

Vincono le prime due della classe, ormai in fuga e con un buon margine sulle altre inseguitrici. Male ancora il Livorno, si rialza lo Spezia

Serie B - Cagliari e Crotone non deludono
Cagliari e Crotone non deludono

Cagliari e Crotone non conoscono limiti: dopo le frenate di altre illustri formazioni, infatti, la coppia formata dalle due squadre più forti della serie A vince e scava un piccolo seppur importante solco. Vince di misura il Crotone sul campo del Como, imponendosi per 0-1 grazie ad una rete del solito Budimir. Gli squali faticano e non poco, conquistando i tre punti solo all’87’ a tempo praticamente quasi scaduto. Più agevole, invece, la trasferta del Cagliari: gli uomini di Rastelli superano 1-3 il Lanciano, segnando con Tello, Salamon e Cerri. L’unico a salvarsi dei padroni di casa è Piccolo, bomber che sta letteralmente trascinando la squadra in questo difficile campionato.

In chiave retrocessione, torna finalmente a vincere lo Spezia: i liguri vincono 1-0 contro il Vicenza grazie ad un gol di Ciurria, portandosi a soli cinque punti dalla zona valida per i playoff, simbolo di una classifica cortissima ed in continuo mutamento. Altro brutto stop per la compagine di Marino, lontana dalla bella forma di inizio stagione e povera di un gioco vincente. Che siano loro i primi a dover dire addio al sogno chiamato promozione? Altro pari, infine, per la Salernitana contro il Livorno, un punto poco utile però alla causa. I campani sono infatti in piena zona rossa e devono assolutamente svoltare per giungere alla salvezza. Non ci sono più parole per il Livorno: i toscani hanno fatto malissimo ad esonerare Panucci ed ora pagano una decisione presidenziale avventata ed ingiustificabile.

I risultati dei posticipi, tutto sommato, non hanno regalato sorprese, evidenziando più che altro due formazioni troppo forti per la categoria e tante altre pronte ad accaparrarsi l’ultimo posto disponibile per disputare la prossima stagione in serie A. Malissimo il Livorno, da inquadrare la Salernitana: gli uomini di Torrente sembrano galleggiare in fondo alla classifica ma hanno più di una volta dimostrato di poter fare di più. Starà al mister, quindi, ritrovare quell’alchimia di inizio stagione che ha reso i granata formazione pericolosa ed assolutamente spigolosa.