Livorno e Cagliari non si fanno male

Pareggio tra toscani e sardi, un punto che serve a poco sia all'una che all'altra formazione. A Farias, in gol dopo 3', risponde Vantaggiato. Ora il Crotone può scappare.

Livorno e Cagliari non si fanno male
LIVORNO
1 1
CAGLIARI
LIVORNO: Ricci; Ceccherini (Calabresi, min. 46), Gonnelli, Lambrughi, Gasbarro; Cazzola (Biagianti, min. 10), Schiavone, Moscati, Jelenic; Vantaggiato, Comi (Palazzi, min. 72).
CAGLIARI: Storari; Balzano, Ceppitelli, Salamon, Barreca; Munari (Tello, min. 46), Fossati, Joao Pedro (Di Gennaro, min. 41), Farias; Melchiorri, Sau (Cerri, min. 75).
SCORE: 0-1, min. 3, Farias. 1-1, min. 49, Vantaggiato.
ARBITRO: Daniele Chiffi (ITA). Ammoniti: Gonnelli (min. 18), Joao Pedro (min. 32), Melchiorri (min. 41), Tello (min. 64), Vantaggiato (min. 68), Biagianti (min. 69), Di Gennaro (min. 71), Palazzi (min. 87)

Pareggio con reti al Picchi tra Livorno e Cagliari, a Farias risponde Vantaggiato: sardi che scendono in campo con un 4-3-1-2, specularmente ai toscani che hanno adottato la stessa formazione. Partita che si sblocca subito a favore degli ospiti, con Farias che riceve palla da Sau dopo un errore gravissimo di Ceccherini. Cagliari quindi in avanti dopo solo 3' di gioco. Livorno intontito che però prova subito a reagire mostrando un atteggiamento più offensivo: al tredicesimo sfiora la marcatura Comi, un minuto dopo è sempre l'attaccante amaranto a tirare. Palla però a lato. Ora è il Livorno a fare la gara, conscio dell'importanza dei tre punti assolutamente da conquistare. Il Cagliari si limita ad altissime conclusioni dalla distanza, come quella di Fossati al 24'. La partita è molto nervosa e l'arbitro fa difficoltà a mantenerne in mano le redini. Inerzia della gara tendente verso il Livorno, che cerca di attaccare soprattutto dalle fasce, con un Moscati in forma che sfiora la marcatura al 34'. Manca però ai padroni di casa il bomber capace di sgusciare tra le maglie della difesa sarda per offendere in maniera vincente. Verso la fine del primo tempo, minuto trentotto, bellissima conclusione di Schiavone: destro volante e palla che esce di pochissimo. Livorno che chiude la prima frazione avanti e vicina al gol grazie ad un'altra conclusione di Schiavone al 42'. Il Cagliari riesce però a reggere, concludendo in vantaggio i primi quarantotto minuti di gioco. 

Seconda frazione che inizia con un Livorno sempre pressante, a differenza di un Cagliari più equilibrato. Il continuo affacciarsi dei padroni di casa porta al gol del pareggio: bellissima punizione di Vantaggiato al 49' dopo l'ennesima incursione di Comi e partita di nuovo in parità. La gara cambia di passo dopo il gol, con le due formazioni che ora si affrontano a viso aperto per cercare il raddoppio. Lo spettacolo però manca, fioccano invece i cartellini. Le due squadre infatti sono molto fallose ed impediscono il normale fluire del gioco. Il Cagliari però è conscio dell'inutilità del risultato e che per questo inizia a spingere con pericolosità, cercando il disperato vantaggio: al 79' Melchiorri colpisce il palo, quattro minuti dopo il portiere Ricci stoppa Farias. L'ultima azione della gara è cagliaritana, con Fossati che tira senza successo a giro.

Occasione 'sprecata' per il Cagliari, ora a pari punti con il Crotone ma con una gara in più. Gli uomini di Rastelli sembrano leggermente in flessione ma ancora è assurdo parlare di crisi. Buona prova invece del Livorno, in crescita dopo le precedenti debacle. Il lavoro per Mutti non è finito ma anzi, la strada è ancora lunga se si vuole tornare in corsa per i playoff. Migliore in campo per il Livorno, Vantaggiato. Per il Cagliari Farias.