Il Pescara fa quattro in fila: a Latina decide Memushaj

La squadra di Oddo soffre parecchio, soprattutto nel primo tempo, ma trova lo spunto buono per i tre punti con l'albanese, anche espulso dopo il gol.

Il Pescara fa quattro in fila: a Latina decide Memushaj
Foto di repertorio (fonte: @AlbanianFootball)
Latina
0 1
Pescara
Latina: (4-2-3-1) Farelli; Bruscagin (42' Mbaye) (84' Jefferson), Brosco, Dellafiore, Calderoni; Schiattarella, Olivera; Acosty, Scaglia, Dumitru (79' Ammari); Corvia. All. Somma
Pescara: (4-3-1-2) Aresti; Fiamozzi, Campagnaro, Zuparic, Crescenzi (20' Zampano); Memushaj, Verre, Benali; Caprari (90+2' Fornasier); Lapadula, Cocco (56' Mitrita). All. Oddo
SCORE: 81' Memushaj
ARBITRO: Abbattista. AMMONITI: Campagnaro, Memushaj, Mbaye, Olivera, Calderoni. ESPULSO: 81' Memushaj
NOTE: Giornata 21 di Serie B 2015/16, dallo stadio Francioni di Latina, calcio d'inizio ore 12.30.

Corre il Pescara, e non si ferma più. Sul campo del Latina arriva la quarta vittoria di fila in campionato, tre punti che consolidano la posizione in zona playoff della squadra di Oddo. Decide un gol di Memushaj all'81'.. Dopo aver sofferto parecchio nella prima parte di gara ed essere uscito alla lunga, il Pescara trova qualche spunto in più nella ripresa, in particolare quello buono dell'albanese in area, espulso appena dopo il gol.

Nel primo tempo è decisamente più pericolosa la squadra di Somma, in campo con un 4-2-3-1 iper-offensivo, caratterizzato da un centrocampo almeno inizialmente senza un interditore, ma solo con un'ala e un trequartista. Le occasioni non tardano ad arrivare, dopo 16 secondi Olivera prova una botta da fuori che termina comunque larga. Nel corso della prima frazione arrivano invece tre nitide palle-gol, nessuna di esse però si concretizza. La prima ce l'ha sul piede Dumitru, bravo a inserirsi alle spalle della difesa, molto meno bravo a concludere con il destro davanti al portiere: palla che termina alta.

Il Pescara non reagisce, il Latina macina gioco e si avvicina ulteriormente al gol con Schiattarella: ottimo inserimento, altrettanto buon dribbling ma destro da dentro l'area sul palo lontano che si infrange all'incrocio. Ci prova anche Scaglia, sinistro su punizione da posizione defilata, deve metterci i guantoni Aresti. Anche Farelli ha però il suo da farsi, sull'unico spunto di uno spento Cocco, stop e destro al volo da fuori messo sopra la traversa dal numero uno del Latina.

Nella ripresa la musica comincia a cambiare, specialmente perchè comincia a farsi vedere Lapadula, autore di un paio di ottimi spunti, uno in particolare avvia una stupende azione che lui stesso chiude in area, ma calciando addosso a Farelli in uscita. I ritmi non sono comunque alti, tutt'altro, la gara prosegue senza troppe occasioni, anche se il Latina non riesce più a pressare e creare come nel primo tempo.

La rete decisiva arriva così all'81': Benali prende l'iniziativa sulla sinistra, entra in area e crossa al centro, trovando una deviazione di un difensore che di fatto sistema la palla a meraviglia per Memushaj, il cui sinistro potente e preciso in diagonale è imprendibile per Farelli. L'albanese completa l'opera scalciando un microfono e guadagnandosi il rosso. Il Latina prova l'assedio, ma la squadra di Oddo si copre bene, con ordine e cuore e può festeggiare l'approfo al quarto posto momentaneo. Il Delfino vola a 37 mentre il Latina resta a 22, +2 sulla zona retrocessione e con una striscia di cinque gare senza vittorie.