Di Francesco: "Pensiamo a raggiungere la salvezza, non l'Europa League"

Eusebio Di Francesco, presente ad un evento benefico, ha parlato del Sassuolo di questa stagione, degli obiettivi e di alcuni nomi di mercato.

Di Francesco: "Pensiamo a raggiungere la salvezza, non l'Europa League"
Eusebio Di Francesco, un altro ottimo campionato con il Sassuolo

Eusebio Di Francesco sta facendo cose importanti con il suo Sassuolo da quando è in Serie A. Il rendimento della squadra è sempre andato migliorando e quest'anno i neroverdi si ritrovano in zona Europa alla pausa di Natale del campionato.

Un qualcosa forse di non previsto, ma che non deve distrarre nessuno come sottolinea lo stesso Di Francesco a Sky Sport: "Tutti parlano di Europa League, noi pensiamo intanto alla salvezza anche perchè ritengo che ci siano squadre più attrezzate di noi. Questo campionato è bellissimo, vedere 4/5 squadre che lottano per lo Scudetto è già una soddisfazione." In pochi però possono avere a disposizione un talento come Domenico Berardi. Qualche cartellino rosso di troppo, ma il Sassuolo se lo tiene stretto a dispetto delle voci di mercato: "Sa di aver sbagliato, - ha affermato - Mi auguro che abbia capito la lezione e che questo lo aiuti a maturare. Certi comportamenti non sono accettabili. Lui, comunque, si allena sempre con grande attenzione, disciplina e qualita' e tutti ci auguriamo che possa diventare il campione che tutti si aspettano. Lo vuole il Tottenham? So che è andato in vacanza a Londra, ma non ne so niente e non ne sa niente nemmeno lui."

Sempre in tema di mercato ci sono diverse voci legate Floccari e Floro Flores che potrebbero essere in uscita dal Sassuolo"Sergio sta facendo bene in questo periodo, tante squadre hanno bisogno di attaccante ma anche noi, sono però valutazioni che farà la società. Entrambi hanno delle richieste ma dal mio punto di vista sono giocatori importanti, che ho utilizzato, che sono cresciuti tantissimo al Sassuolo. Con noi hanno ritrovato la voglia di mettersi in discussione e questo anche grazie a una società e a un allenatore che hanno dato loro grandi possibilità. Poi ci sono anche i desideri dei giocatori da valutare, ma se partissero bisognerebbe trovare i sostituti adeguati." Eder e Paloschi i loro sostituti: "Sono due ottimi giocatori, con grandi qualità, molto interessanti. Ma a gennaio cambiare non è mai facile e sono contento di quelli che ho."

A domanda sul suo futuro a livello professionale e personale, Di Francesco preferisce parlare dell' oggi: "Vivo questa situazione alla grande, con serenità, sono concentratissimo sul Sassuolo. Le chiacchiere ci sono e bisogna essere intelligenti ed equilibrati nel saperle gestire. Fa piacere che se ne parli ma ho la testa solo al Sassuolo. Se poi mi chiedete se sono ambizioso, lo sono. Io sulla panchina di una grande? Le situazioni, i contesti vanno vissuti per poterli giudicare. Bisogna essere intelligenti nel capire la situazione dove si va, io ho la mia idee e cerco di portarla avanti a prescindere dalla squadra." Qualcuno lo ha sempre paragonato a Zeman, suo grande maestro: "Essere paragonato a Zeman per me è un grande onore. E' un allenatore con grandissime qualità, un vero insegnante di calcio. E' ovvio che per crearmi la mia idea di football ho dovuto rubare qualcosa a tutti gli allenatori che ho avuto e, a lui, ho rubato qualcosa in più."