Parisi: "Giusto che Zaza lasci la Juventus. Conte lo vedo in Premier"

Fabio Parisi, agente ed intermediatore di mercato, ha parlato di quello che potrebbe accadere in questa sessione invernale, specialmente in casa Juventus.

Parisi: "Giusto che Zaza lasci la Juventus. Conte lo vedo in Premier"
Fabio Parisi, grande procuratore sportivo

Fabio Parisi è uno degli agenti più noti a livello internazionale e spesso svolge anche il ruolo di intermediatore per conto delle società. Come ad esempio quest' estate, quando ha provato ad aiutare la Juventus a portare a Torino Draxler dallo Schalke 04.

A Tuttosport il noto procuratore prova a fare il punto della situazione sul mercato in generale, con un focus proprio sui bianconeri. Si parte dalla situazione di Zaza che Parisi consiglia così: "Fa bene ad andare via, nella Juve ha poco spazio e difficilmente ne troverà in futuro visto che davanti a se ha campioni come Dybala, Mandzukic e Morata. Però deve chiedere una cessione a titolo definitivo e non in prestito. Si sa che quando vai in un’altra società in prestito rischi di non essere preso in considerazione come meriti. Ti fanno giocare con più serenità solo se rappresenti un patrimonio per la società. Perchè dovrebbero valorizzarti se poi alla fine vai via? Molto rischioso, secondo me. Meglio trasferirsi a titolo definitivo. L’occasione di sfondare in bianconero l’ha avuta, deve mettersi il cuore i pace e affrontare una nuova realtà. Considerate le sue caratteristiche non penso che la Premier faccia al caso suo. Meglio in Italia." 

L' addio di Zaza è anche motivato dai giocatori davanti a lui nelle idee di Allegri per l'attacco della Juventus. Ad esempio Dybala"Di sicuro ha delle qualità incredibili. Non è un attaccante puro ma fa i gol di un bomber vero. E’ giovane ed ha un largo margine di miglioramento. In quest’inizio di stagione ha stupito tutti, l’ho conosciuto quattro anni fa e le sue potenzialità già si intravedevano. E’ stato bravo Zamparini ad investire su di lui. Con Mandzukic si trova a meraviglia, i due sembrano fatti apposta per giocare assieme. Lo vogliono già tanti grandi club europei ma lui deve restare in bianconero per almeno tre o quattro stagioni: poi potrà decidere di andare via. Il suo calcio è quello spagnolo." Per qualcuno la Liga sarà il prossimo campionato anche di Pogba, sempre al centro di valutazioni sul prezzo del suo cartellino: "La cifra la fa il mercato. Di sicuro è uno dei giocatori più appetibili del prossimo mercato. Due super potenze hanno bisogno di uno come lui: il City e il Barcellona. E’ il giocatore che manca a queste due squadre. Considerati i rapporti che ci sono tra Braida e Marotta penso che il francese possa andare in Catalogna. A meno che non ci sia un rilancio di altri club. Il Bayern, per esempio."

In entrata, invece, per Parisi un solo nome può far bene a questa Juventus: "Gundogan. In questo momento è l’unico da Juve. Oltretutto potrebbe giocare anche in Champions. Bisogna vedere se i dirigenti bianconeri hanno voglia di tirare fuori 30 milioni. Altro, in giro, non c’è. La squadra di Allegri è forte e tosta così. Secondo me è tornata favorita nella corsa scudetto. vedo una lotta tra Juve e Inter." Capitolo allenatori, un pensiero su Ancelotti e una previsione su Conte: "Secondo me l’affare Ancelotti-Bayern era confezionato da tempo. Da quando il tecnico ha rifiutato il Milan. Probabilmente aveva già l’accordo con i tedeschi. Gran colpo, il suo. Bravo, uno dei migliori. Non per niente è riuscito a vincere con il Real Madrid. Credete, con uno come Florentino Perez che vuole fare tutto non era facile. C’è riuscito lui e prima ancora Capello. Se arriverà l’offerta giusta Conte andrà in un grandissimo club europeo. Penso alla Premier."