Coppa Italia, Alessandria leggendaria: 1-2 al "Picco" e semifinale!

I "Grigi" accedono alle semifinali di Coppa Italia grazie alla doppietta di Bocalon che, nel finale, rimonta l'iniziale vantaggio dello Spezia con Calaiò. Adesso semifinale con il Milan.

Coppa Italia, Alessandria leggendaria: 1-2 al "Picco" e semifinale!
Coppa Italia,Alessandria leggendaria: 1-2 al "Picco" e semifinale!
SPEZIA
1 2
ALESSANDRIA
SPEZIA: CHICHINZOLA; TERZI, MIGLIORE, VALENTINI, DECOL, SITUM, CANADJIA (95'VIGNALI), PULZETTI, CIURRIA (71'KVRZIC), CALAIO', NENE' (75'CATELLANI). ALL. DI CARLO
ALESSANDRIA: VANNUCCHI, SOSA, SIRRI, SPEROTTO, CEIJAK, NICCO, LOVISO (70'BOCALON),BRANCA, ,FISCHNALLER (96'BONIPERTI), MARCONI (86'VITOFRANCESCO). ALL.GREGUCCI
SCORE: 1-2. 1-0 20'RIG.CALAIO', 1-1 83'BOCALON, 1-2 92'BOCALON
ARBITRO: PAOLO TAGLIAVENTO AMMONITI: DE COL,CIURRIA,PULZETTI(S) CEIJAK,NICCO,MARRAS(A)
NOTE: STADIO "PICCO" DI LA SPEZIA INCONTRO VALIDO PER I QUARTI DI FINALE DI COPPA ITALIA

Alessandria da leggenda. Grazie alla doppietta di Bocalon nel finale, gli uomini di Gregucci riescono in rimonta a battere lo Spezia guadagnandosi l'accesso alle semifinali dove affronteranno il Milan (gara di andata all'Olimpico di Torino settimana prossima). Partita che si apre con il vantaggio Spezino grazie al rigore di Calaiò ma nel finale entra Bocalon e realizza la doppietta più importante della sua vita e  che rimarrà nella storia nella stori dell'Alessandria. Dopo aver battuto Palermo, Genoa e Spezia, i piemontesi se la vedranno con il Milan in un match che comunque andrà, sarà storico.

La gara. 

Soliti problemi di organico per Domenico Di Carlo, che deve rinunciare ai vari Piccolo, Acampora, Martic, De Las Cuevas e Milos. Torna a disposizione Valentini, costretto a saltare per squalifica la sfida contro il Bari in campionato. I liguri scendono in campo con il consueto 4-4-2: davanti a Chichizola giochano De Col, Valentini, Terzi e Migliore; a centrocampo spazio per Ciurria, Pulzetti, Canadija e Situm, con Calaiò e Nené in avanti. Catellani parte dalla panchina. Angelo Gregucci non ha a disposizione Iunco e Manfrin. In porta giochaVannucchi, con Sosa e Sirri coppia centrale e Ceijak e Sperotto sulle corsie laterali. In mezzo Nicco e Branca titolari con Loviso (preferito a Mezavilla), così come Marconi, Marras e Fischnaller davanti. In panchina l'eroe di Marassi, Bocalon.

Nei primi minuti buon inizio della formazione di Gregucci, che gestisce il match con grande personalità, senza timori nei confronti del più forte avversario. La prima occasione, però, è per i padroni di casa al 10': conclusione centrale di Valentini, Vannucchi blocca senza problemi. Dieci minuti più tardi arriva la prima svolta del match: netto fallo di Ceijak su Valentini. Rigore per lo Spezia e giallo per il difensore dell'Alessandria. Sul dischetto si presenta Calaiò che non sbaglia: 0-1.A metà primo tempo si salva lo Spezia: ottima iniziativa di Nicco, che trova Fischnaller sul lato destro dell'area. L'attaccante ospite conclude in diagonale, Chichizola non trattiene ma poi è straordinario a respingere sulla ribattuta di Marconi. Risponde lo Spezia al 34': Nené fa la sponda di testa per Calaiò che si invola tutto solo verso l'area dell'Alessandria, entra sul lato destro e conclude malamente addosso a Vannucchi. Il primo tempo termina sull'1-0 per lo Spezia. 

Inizio ripresa caratterizzato da un  ottima azione degli ospiti: Marras cerca una conclusione difficilissima, da posizone defilata; Chichizola sembrava scavalcato, ma con un colpo di reni mette in corner. Dopo 60'' secondi ancora Marras, ma la conclusione dell'attaccante dell'Alessandria è bloccata centralmente da Chichizola. Forcing dell'Alessandria, con un gran destro dalla distanza di Loviso, la sfera si spegne a lato rispetto al palo sinistro. Si risveglia lo Spezia al quarto d'ora con De Col: conclusione da buona posizione del giovane terzino, ma la sfera termina direttamente in curva. Dopo un minuto Calaiò si divora il raddoppio: l'attaccante, a botta sicura, spedisce addosso a Vannucchi uno splendido assist di Situm. Partita bellissima con l'Alessandria che al 68' va vicina al pari con Fischnaller: grande stacco di testa del numero 11 dell'Alessandria sul cross effettuato da Nicco dalla destra. Chichizola vola a mettere in corner. Passa un minuto e ancora la squadra di Gregucci pericolosa con Marconi ma il tiro del centravanti è deviato ancora in angolo. Al 70' arriva il cambio che decide il match: Gregucci rischia il tutto per tutto e richiama Loviso, inserendo Bocalon. Primo cambio anche per Di Carlo: fuori uno spento Ciurria, entra Kvrzic. Cambi che diventano due ad un quarto d'ora dal termine quando Nené deve alzare bandiera bianca. Al suo posto  Catellani.

All'80' Alessandria vicina al pareggio: Fischnaller, con un movimento molto intelligente, apre lo spazio per l'inserimento di Nicco, che però conclude centrale,Chichizola blocca. E' il preludio al gol, che arriva tre minuti più tardi: Nicco si scontra con Migliore in area, la sfera termina tra i piedi di Bocalon, che resiste a Terzi, salta Valentini e buca Chichizola;1-1. Al 93' la storia si trasforma in leggenda: ancora Bocalon si libera di Valentini e mette in rete di testa, nell'angolino destro, punteggio ribaltano in dieci minuti e festa grande per i Grigi. Gregucci richiama Fischnaller e inserisce Boniperti mentre Di Carlo manda in campo Vignali al posto di Canadija. Il risultato non cambia però, l'Alessandria compie l'ennesima impresa vincendo in rimonta contro lo Spezia e in semifinale sfiderà il Milan per una sfida che sarà comunque storia.