Cagliari, massimo risultato con il minimo sforzo

La prima della classe vince senza brillare e grazie ad un rigore provocato da un ingenuo Iacobucci. I sardi, infatti, difficilmente avrebbero segnato senza un episodio a loro favore, ma dimostrano comunque personalità e mentalità vincente.

Cagliari, massimo risultato con il minimo sforzo
CAGLIARI
1 0
VIRTUS ENTELLA
CAGLIARI: Storari; Balzano, Ceppitelli, Salamon, Barreca; Cinelli, Fossati, Deiola (Tello, min. 57), Farias; Cerri (Melchiorri, min. 65), Sau (Giannetti, min. 83).
VIRTUS ENTELLA: Iacobucci; Cheick, Pellizzer, Ceccarelli, Iacoponi; Troiano, Jadid (Palermo, min. 70), Sestu, Costa (Cutolo, min. 82); Masucci (Di Carmine, min. 58), Caputo.
SCORE: 1-0, min. 77, Farias.
ARBITRO: Di Paolo (ITA). Ammoniti: Fossati (min. 58), Iacobucci (min. 76)
NOTE: Match valido per la serie B 2015/16.

Il Cagliari vince di misura contro la Virtus Entella e si riporta in testa alla serie B. Ai sardi infatti basta un gol di Farias, che segna su calcio di rigore procurato da Iacobucci. Inconsistente l'attacco dei liguri. 

Sardi che scendono in campo adottando il 4-3-1-2 solito, in cui spicca Farias nell'inconsueto ruolo di trequartista e con Deiola e Cerri titolari dal primo minuto. Stessa disposizione tattica, poi, per l'Entella, confermata in blocco da mister Aglietti. Gara subito avvincente da parte del Cagliari, con gli undici di Rastelli interpeti di un pressing continuo ed asfissiante. Al 7' primo squillo dei padroni di casa, con Cerri che non riesce però a deviare ottimamente in rete l'ottimo cross di Balzano. La prima fase di gara è di studio, con il Cagliari più pimpante rispetto agli avversari: al minuto sedici bell'azione di Farias, il cui tiro però finisce a lato. Spingono i padroni di casa, signori del campo ed alla disperata ricerca del gol del vantaggio. Al 30' si affaccia finalmente la Virtus Entella, quando Masucci anticipa tutti ma conclude sul fond, in un primo tempo tutto sommato poco emozionante, con un Cagliari di sicuro più pimpante ma mai realmente pericoloso. Al 42' debole colpo di testa di Deiola, il quale si ripete un minuto dopo con una conclusione deviata dalla difesa ligure. Prima frazione che si conclude, dunque, senza reti e senza recupero. 

Secondo tempo che inizia con una Virtus propositiva e vicina alla rete dopo soli tre minuti di gioco: perfetta apertura di Caputo e tiro poco preciso di Troiano. Si affacciano, quindi, i liguri, dalle parti di Storari. Tre minuti dopo, invece,  pericolosi i padroni di casa: grande recupero di Cinelli, apertura di Sau per Farias e tiro poco preciso del brasiliano che non impensierisce Iacobucci. Al 59' si mette in luce il neo entrato Tello che, imbeccato perfettamente da Ceppitelli, non riesce a controllare per concludere a rete. Al 67' ci prova invece Costa Ferreira, ma il suo tiro finisce veramente alto. Gara che sembra animarsi un minuto dopo, quando Marco Sau sfiora la rete nella più pericolosa azione di giornata. Il suo destro a giro è però alto. Al 72' bellissimo destro di Farias bloccato da Pellizzer mentre, quattro minuti dopo, si registra l'episodio capace di rompere gli equilibri: minuto settantasei, strepitoso sprint di Melchiorri e fallo invetiabile di Iacobucci nell'area piccola, che provoca un doloroso calcio di rigore a favore del Cagliari. Sul dischetto va Farias il quale, freddamente, non si lascia impressionare dal portiere ligure e firma il prezioso vantaggio sardo. I padroni di casa, rinvigoriti dall'acquisita superiorità, spingono sull'acceleratore per imprimere alla gara il definitivo marchio. Al minuto ottanta doppia chance Cagliari, prima con un tiro di Barreca e poi con la ribattuta alta di Tello dopo una respinta di Iacobucci. Al 90' ci provano ancora i padroni di casa, ma Melchiorri concude sul fondo. Il tiro del bomber ex Pescara è l'ultimo squillo di una gara poco vibrante e portata a casa dal Cagliari con il minimo sforzo.

Novanta minuti non da Cagliari, con molti interpreti sottotono rispetto al normale. Gli uomini di Rastelli si dimostrano però collettivo camaleontico, capace di agguantare la preda mutando forma e sostanza, giornata dopo giornata. I sardi, infatti, rispondono colpo sul colpo all'altra rivale Crotone, riportandosi avanti dopo una gara brutta ma comunque controllata dall'inizio alla fine. Brutta prestazione, invece, per l'Entella: la compagine di Chiavari è apparsa infatti allo sbando, spuntata ed a tratti incosistente. Non ha demeritato né ha subito l'offensiva cagliaritana, questo è vero, ma i pochissimi tiri nello specchio risultano essere un'ingiustificabile scusante. Migliore in campo per il Cagliari, Farias. Per gli ospiti in evidenza Costa.