Serie B: quando Davide ammazza Golia...

Franano Novara e Crotone, stoppate da Como e Pro Vercelli. Vince ancora il Lanciano, sontuoso 4-0 per la Ternana. Escludendo la corazzata Cagliari, infatti, tante sorprese in questa giornata di serie B, capaci di mescolare ancor di più una situazione che ora si fa più interessante che mai.

Serie B: quando Davide ammazza Golia...
Serie B: quando Davide ammazza Golia...

Il Cagliari vince senza fare più notizia, imponendosi per 1-3 in casa di un combattivo Latina. I sardi, dopo un primo tempo privo di gol grazie ai miracoli di Ujkani, dilagano nella ripresa con Munari e Melchiorri, autore di una doppietta. Inutile per i padroni di casa, che hanno fallito un rigore al 78’, la marcatura di Mariga. La vera rivelazione di questa giornata di serie B, però, è l’imprevisto pari casalingo del Crotone, fermato sull’1-1 da una Pro Vercelli ridotta in dieci uomini a causa del doppio giallo rifilato a Bani al 35’. Per gli squali fa tutto Budimir: l’attaccante croato, infatti, realizza al 10’ un autogol e, al minuto ottantuno, pareggia i conti, insaccando la sfera nella porta giusta. Punto guadagnato, dunque, per la Pro Vercelli, bravissima a chiudersi portando così a casa un risultato preziosissimo. Frenata ugualmente inaspettata, poi, per il Novara, stoppato dal Como e capace di agguantare il pari solo nei minuti finali. I piemontesi, sotto al 76’ dopo un gol di Ganz, agguantano l’1-1 con Galabinov solo cinque minuti dopo, lasciandosi scappare una ghiotta occasione per rosicchiare qualche punticino alle compagini meglio classificate.

Prezioso successo di rimonta per il Cesena, che supera 2-1 il Perugia e si piazza al quinto posto scavalcando così il Bari. I romagnoli, sotto per 0-1 a causa di un gol di Ardemagni, ribaltano il risultato nei minuti finali grazie alle marcature di Falco e Ciano, tornando così a vincere dopo l’ultimo pareggio. Pari prevedibile ma poco utile, poi, per Avellino e Bari, che si annullano grazie alle reti di Maniero ed Insigne e smuovono appena una classifica che ora inizia a farsi difficile: sono tante, infatti, le compagini vogliose di playoff che potrebbero insidiare irpini e pugliesi. Occhio quindi ad evitare altri passi falsi. Torna a vincere ed a convincere, dopo lo stop di Cagliari, la Virtus Entella: i liguri, aiutati ulteriormente dalla superiorità numerica, schiantano 4-0 il Trapani e tornano all’ottavo posto in classifica. La compagine di Chiavari si dimostra dunque, ancora una volta, collettivo offensivamente temibile e vera spina nel fianco per tutte le altre squadre di serie B.

Vittoria importante anche per la Ternana, che si porta a soli tre punti dall’ottavo posto grazie ai quattro gol rifilati alla Salernitana. Gli umbri, in totale controllo dall’inizio alla fine, surclassano gli ospiti grazie ai tentativi vincenti di Furlan, Ceravolo, Meccariello e Falletti. Malissimo, invece, gli ospiti: perdere punti in certe sfide non fa che peggiorare una situazione ampiamente complicata. I campani, infatti, nonostante l’ottimo mercato, continuano ad arrancare, fornendo prestazioni ben al di sotto del minimo sindacale per conquistare la tanto agognata salvezza. Così non va. Successo vitalissimo, infine, per il Lanciano alla seconda vittoria consecutiva: gli abruzzesi, già sotto al 9’ a causa di un autogol di Vastola, riescono a rimontare con Di Francesco e Bonazzoli, portandosi così a solo un punto dalla salvezza. Situazione impensabile fino a due giornate fa ma che rende perfettamente l’idea di una serie B imprevedibile ed assolutamente affascinante, un campionato capace di mutare e mutarsi da un minuto all’altro e fonte inesauribile di emozioni per tutti gli amanti del meraviglioso gioco del calcio.