Serie B, giornata 28: il duo di testa prende il largo

Il Cagliari cade ma mantiene la vetta nonostante il Crotone si sia riavvicinato, la terza dista 10 punti dalla seconda ed è un Pescara che non sa più vincere.

Serie B, giornata 28: il duo di testa prende il largo
Serie B, giornata 28: il duo di testa prende il largo

La giornata delle occasioni sprecate (ma non solo) quella svoltasi tra ieri e venerdì in Serie B. Ad aprire le danze del 28esimo giro è stato il derby delle risaie tra Novara e Pro Vercelli, concluso con un 1-1 piuttosto inutile per entrambe le squadre: i ragazzi di Baroni chiudono la terza gara consecutiva senza vincere (tutte alla portata), mentre gli ospiti non riescono a emergere dai bassifondi. Decisamente maggiore la posta in palio (e il tasso tecnico) tra Cesena Cagliari: ad avere la meglio sono stati i romagnoli con le reti di Sensi e Djuric dopo il rigore sbagliato da Giannetti nel primo tempo. I sardi mantengono comunque il primato e già sentono odore di Serie A: quella di Rastelli è una squadra troppo forte per la categoria, tant'è che vola verso i record che furono della Juventus.

La vittoria della squadra di Drago è invece importantissima perchè vale il quarto posto (la terza e la quarta giocano un doppio scontro in meno ai playoff) a -3 dalla terza, quel Pescara che non sa più vincere e si ferma per la quarta volta consecutiva nel match abbordabilissimo con l'Ascoli in casa: termina 2-2 e festeggia il Crotone, che con l'1-0 sul Vicenza scaccia la paura dell'eventualità di una rimonta del Delfino, consolidando dunque il secondo posto. Resta ai piani alti l'Entella, che centra la terza vittoria consecutiva in casa contro un Perugia che al contrario le ultime tre le ha perse: il rigore di Caputo nel recupero che vale il 2-1 fa quasi sognare i liguri. Anche un'altra ligure vola, lo Spezia: anche per la squadra di Di Carlo sono tre vittorie in fila (13 punti nelle ultime 5, l'Entella 12: nessuno meglio di loro), il sigillo di giornata è stato posto con il 2-1 sul campo della Ternana. Non molla nulla nemmeno il Brescia, vincente in casa contro il Como grazie ai due gol di Morosini.

Esce invece dalla zona playoff un Bari in piena crisi, che continua la sua striscia di cinque partite senza vittorie e cade anche a Lanciano con il gol di Ferrari che aiuta gli abruzzesi a uscire parzialmente dalla pessima situazione di classifica. Rimane messa malissimo la Salernitana (6 punti nelle ultime 10) e il pareggio sul campo di un buon Trapani non aiuta, mentre resta sull'orlo del precipizio il Livorno, sconfitto per 2-1 sul campo dell'Avellino. Chiudiamo con il Modena di Crespo, che prende fiato con l'1-0 sul campo del Latina, seconda vittoria consecutiva.