Una bellissima Italia ferma la Spagna: 1-1 al Friuli

Finisce 1-1 l'amichevole di lusso tra l'Italia e la Spagna. Apre le marcature Insigne, risponde Aduriz. Ottima prova degli azzurri.

Una bellissima Italia ferma la Spagna: 1-1 al Friuli
Una bellissima Italia ferma la Spagna: 1-1 al "Friuli"
ITALIA
1 1
SPAGNA
ITALIA: BUFFON; BONUCCI, ASTORI, DARMIAN, GIACCHERINI ( 79'ANTONELLI), PAROLO ( 89'JORGINHO), MOTTA, FLORENZI ( 89'DE SILVESTRI), EDER ( 52'INSIGNE), CANDREVA ( 61'BERNARDESCHI), PELLE' ( 61'ZAZA). ALL. CONTE
SPAGNA : DE GEA; JUANFRAN ( 79'ALBA), PIQUE', SERGIO RAMOS ( 46'NACHO), AZPILICUETA, FABREGAS, SAN JOSE, ALCANTARA THIAGO ( 62'ISCO), MATA ( 46'KOKE), ADURIZ ( 72'SILVA), MORATA ( 86'ALCACER). ALL. DEL BOSQUE
SCORE: 1-1 1-0 67' INSIGNE, 1-1 70' ADURIZ
ARBITRO: AYTEKIN AMMONITI: MOTTA,PAROLO (I) PIQUE', SAN JOSE', FABREGAS (S)
NOTE: STADIO FRIULI 23000 SPETTATORI INCONTRO AMICHEVOLE

Una bellissima Italia ferma la Spagna. Al "Friuli" di Udine finisce 1-1 l'amichevole di lusso tra gli azzurri di Conte e la Furie Rosse guidate da Del Bosque. Per quanto riguarda il match, dopo un primo tempo dominato dall'Italia, è nel secondo che si vedono i gol. Ad aprire le marcature ci pensa Insigne al 67', in spaccata su assist di Giaccherini. Il vantaggio dura poco perchè al 70' Aduriz riporta la situazione in parità con un tap-in dopo la respinta corta di Buffon sul colpo di testa di Morata in fuorigioco. Italia che avrebbe meritato la vittoria. A fine gara applausi scroscianti di tutto lo stadio per una squadra che fa ben sperare per gli Europei.

La gara. 

Tante le assenze per Antonio Conte  il quale stasera schiera un'Italia piuttosto sperimentale. Nel 3-4-3 scelto dal ct azzurro, ci sarà posto in difesa per l'ex Torino Darmian, il quale completa il reparto arretrato assieme a Bonucci e Astori. In mezzo al campo si rivede Thiago Motta, con  Parolo e i laterali Florenzi e Giaccherini , mentre in avanti, oltre alla collaudata coppia composta da Eder e Pellé,anche Candreva. Non se la passa granché meglio la Nazionale iberica, che, per la gara con l'Italia, non può contare  su pezzi da novanta come Busquets, Iniesta, Cazorla e Diego Costa. Nel tradizionale 4-3-3 di Del Bosque, il trio d'attacco  composto da Aduriz, Mata e dallo juventino Morata.

L'Italia inizia bene, al 6' traversone tagliato di Candreva per Pellé, il quale viene anticipato proprio sul più bello da Sergio Ramos: il difensore iberico, in scivolata, rischia seriamente l'autorete. La sua deviazione, sfiora  il palo destro della porta difesa da de Gea. Al 16' ancora Italia vicina al gol  con Candreva, il cui gran destro da fuori è respinto in angolo dall'attento de Gea. Al 20' episodio curioso a bordocampo, dove Del Bosque viene involontariamente travolto dal primo assistente dell'arbitro. Caduta comica per il ct spagnolo, che si rialza sorridendo per la piccola disavventura. Ancora Italia al 25': sponda di Pellé per Candreva, il cui traversone è colpito al volo da Giaccherini: la Spagna si salva grazie a Mata, bravo a sporcare in angolo la conclusione dell'ex Juve. Nessuna traccia della Spagna. Al 40'  Darmian verticalizza per Pellé, la cui sponda diventa un ottimo assist per Eder: l'ex Samp prova l'esterno a giro, ma non impensierisce più di tanto l'attento de Gea. Buona Italia nel primo tempo con una Spagna abbastanza deludente, 0-0. 

A inizio ripresa doppio cambio nella Spagna: dentro Nacho e Koke al posto di Ramos e Mata. Al 52' prima sostituzione tra le fila dell'Italia: esce proprio Eder, entra l'applauditissimo Insigne. Al 59' Italia vicina al gol: Giaaccherini viaggia sulla viaggia destra in contropiede, serve Insigne che dal limite dell'area spara di destro ma De Gea è reattivo e devia in angolo. Sugli sviluppi dello stesso, ottimo stacco di Bonucci ma la palla termina fuori. 

Al 61' doppio cambio nell'Italia: fuori Pellè e Candreva,dentro Zaza e Bernardeschi. Cambio anche nella Spagna: fuori Thiago e dentro Isco. Ancora Italia al 64': Insigne allarga sulla destra per Florenzi, la cui conclusione bassa è respinta in tuffo dall'ottimo de Gea. Al 67' arriva finalmente il vantaggio dell'Italia: Bernardeschi allarga sulla sinistra per Giaccherini, il cui cross basso è toccato in spaccata da Insigne, bravo ad infilare de Gea, 1-0. Il vantaggio dura due minuti perchè al 70' Fabregas pennella su punizione per Morata che, in netto fuorigioco, di testa impegna Buffon che non trattiene. Sulla respinta si avventa Aduriz che fa 1-1.

Al 72' termina la gara di Aduriz: al suo posto Silva. Al 75' ci prova l'Italia  con un tiro a giro su calcio di punizione da parte di Insigne: la palla termina larga, ma non di molto. Al 77' ancora protagonista Insigne che, servito da Bernardeschi, impegna severamente de Gea con uno spettacolare pallonetto. Al 79' altro cambio per la Spagna: fuori Juanfran, dentro Jordi Alba. All' 86' nella Spagna fuori Morata e dentro Alcacer. All' 88' doppio cambio nell'Italia: fuori Florenzi e Parolo per De Silvestri e Jorginho.

L'Italia ci prova ma la Spagna regge. Termina con un pareggio bugiardo il match tra Italia e Spagna con gli azzurri che hanno dominato in lungo e in largo e la Spagna che ha colpito nell'unica occasione capitata ( seppur in fuorigioco).