Le 5 sfide TOP di Milan-Juve, gli show-stealers: Pogba e Bonaventura per fare spettacolo

Penultima puntata dei 5 confronti fra 10 giocatori chiave (5 per parte) di Milan-Juventus: Paul Pogba contro Giacomo Bonaventura.

Le 5 sfide TOP di Milan-Juve, gli show-stealers: Pogba e Bonaventura per fare spettacolo
Nella gara d'andata, Bonaventura contrasta Pogba. | Google.

Ci sono calciatori che con un solo piede sono in grado di riempire uno stadio. Gente dalla grande tecnica, dall'intuito fenomenale e dalla notevole velocità d'esecuzione. Nel giorno di Milan-Juventus nel caso stiate cercando un motivo vero e proprio per guardare la partita, lo avete trovato: gli show-stealers a confronto, Jack Bonaventura e Paul Pogba.

Il primo, italiano, calcisticamente nasce nell'Atalanta, dove debutta nel 2008. Dopo due prestiti al Pergocrema (un anno) e al Padova (6 mesi), nel 2010 ottiene un rinnovo di contratto fino al 2015 e i ritaglia un buon posto in neroazzurro. Il meglio deve ancora venire: 9 gol in 33 presenze in Serie B con i bergamaschi, diventando assoluto protagonista della squadra. Resterà in neroazzurro fino al 2014 disputando ottime stagioni in Serie A: nell'ultima giornata della sessione estiva proprio di quell'anno viene annunciato il suo trasferimento a titolo definitivo al Milan. Non sarà una grande stagione per lui in verità quella scorsa, sicuramente su un buon livello ma nulla di eccezionale. Quest'anno invece l'esplosione definitiva: gol, assist e una squadra presa praticamente sulle spalle. L'Europa League è un obiettivo che i rossoneri sentono di poter raggiungere anche in un momento così critico grazie alle giocate del loro piccolo grande campione.

Dall'altro lato il francese Paul Pogba, praticamente il prototipo del giocatore perfetto: dopo le giovanili al Manchester United con 3 presenze in prima squadra, passerà alla Juventus nel 2012 a parametro zero. Manca poco all'esplosione del suo talento: lo metterà in mostra per la prima volta in una famosa gara vinta 2-0 contro il Napoli nella quale fissa il suo primo sigillo in Serie A. Da allora il francese tramite le sue lunghe leve ci delizia con giocate di ogni tipo, da assist a gol passando per coperture e lanci lunghi. Si è venuto a creare un vero e proprio stile per Paul Pogba: acconciature folli, atteggiamenti altezzosi e tanta, tantissima tecnica. Resterà a lungo in Italia? Ce lo auguriamo tutti, ma alle porte di corso Galileo Ferraris presto sicuramente qualcuno di veramente importante metterà mano al portafogli per portar via con sè il talento già conosciuto del francese.

Giocate da Oscar, uno solo otterrà i tre punti: sarà Pogba o Bonaventura?